Virgilio Sport

Argentina, giocatore Velez racconta l’aggressione: ora ho paura. Il presidente si dimette

Clima rovente in casa Velez. Il 17enne Prestianni racconta impaurito: mi hanno afferrato per il collo colpendomi due volte in faccia, voglio andar via

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Clima rovente in casa Velez Sarsfield, nobile decaduta del calcio argentino. Dopo l’ultima sconfitta in campionato con l’Huracan e una classifica deludente, la situazione è generata. La frangia più violenta dei tifosi della squadra di Buenos Aires ha aggredito diversi giocatori del ‘Fortin’, tra cui il talentino Gianluca Prestianni: “Mi hanno afferrato per il collo, colpendomi due volte in faccia” ha raccontato. Intanto il presidente del Velez, Sergio Rapisarda, si è dimesso nel momento più delicato della storia recente del club, che rischia la retrocessione.

Inferno Velez, Prestianni racconta l’aggressione subita

Il diciassettenne argentino con passaporto italiano, finito nel mirino di Roberto Mancini proprio come Retegui, ha raccontato a Espn i momenti terribili vissuti a Villa Olimpica, dove si trovavano i giocatori del Velez. “Una volta arrivati lì, ci hanno bloccati con le macchine. Quando ho abbassato il finestrino mi hanno urlato contro, colpendomi due volte in faccia. Mi hanno afferrato per il collo e per la giacca”. Prestianni non nasconde il suo stato d’animo: “Ho paura, così come i miei compagni. Molti non vogliono neppure tornare nelle loro case. Non sappiamo cosa potrà succedere”.

Prestianni potrebbe lasciare il Velez dopo l’incubo vissuto

Ora il futuro del giovane talento cresciuto nel settore giovanile del Velez è in bilico. Già, Prestianni, in passato accostato alla Fiorentina, potrebbe andare via. “È una decisione difficile, devo discuterne con la mia famiglia che è tifosa del Velez. Non so cosa fare”. Lo spogliatoio del club argentino è una vera e propria polveriera. Prestianni non è l’unico calciatore che potrebbe chiedere la cessione.

Caos Velez: il presidente getta la spugna

Il ko con l’Huracan, la classifica deficitaria, e la successiva aggressione ai danni dei giovanissimi Prestianni, Valentín Gómez, Santiago Castro e Francisco Ortega, con tanto di minacce di morte nei confronti del difensore Leonardo Jara, ha indotto il presidente del Velez, Sergio Rapisarda, a farsi da parte.

Il suo mandato sarebbe scaduto a novembre, ma, da quanto si apprende, si sarebbe dimesso, sebbene non sia stato ancora diramato alcun comunicato ufficiale. Ad assumere temporaneamente il timone di un club allo sbando sarà Adrián Peláez, uno dei vice-presidenti. Non si sa ancora se ci saranno elezioni anticipate.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...