Virgilio Sport

Beffa Napoli, la festa la fa Salerno e si scatena la bufera sui social

Oltre 5000 persone all'Arechi per celebrare l'impresa dei granata che hanno rinviato lo scudetto azzurro

01-05-2023 11:37

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Era prevista a Fuorigrotta e in tutta la città, dove da giorni era stata preparata la grande festa scudetto per celebrare il terzo tricolore del Napoli ma l’unica città che ha festeggiato ieri è stata Salerno. Dopo l’1-1 che ha rinviato il trionfo della squadra di Spalletti, gelando tutti i napoletani, oltre 5000 tifosi granata si sono radunati all’Arechi per festeggiare la beffa ai cugini ed applaudire il nono risultato utile consecutivo che avvicina la squadra di Paulo Sousa alla salvezza.

Rivedi qui gli highlights di Napoli-Salernitana

Beffa Napoli, il comunicato degli ultra granata

Cori, clacson, striscioni: in piccolissima parte la festa di Salerno ha ricalcato quella che Napoli stava aspettando. Gli ultras granata hanno anche diffuso un comunicato per attaccare chi aveva deciso lo spostamento della partita scrivendo: “L’arroganza non ha pagato”.

Beffa Napoli, gli sfottò dei tifosi della Salernitana

Sul web è ripartito il derby. I tifosi della Salernitana attaccano: “Avete spostato 3 partite per organizzarvi la festa senza rispetto per gli avversari.. avete fatto sciarpe con scritto “Salerno m..”, ve lo meritate, oppure: “3 mesi che festeggiano la vittoria del campionato, non ancora matematicamente vinto, e volevano che la Salernitana sottostava al loro diktat camorristico. Vedo scritte frasi razziste ed assurde su Salerno, che spero i napoletani non dicano che si tratta di folclore”

Beffa Napoli, la replica dei tifosi azzurri

La reazione è immediata: “I salernitani disprezzano Napoli ma quando vanno fuori in vacanza ecc., alla domanda di dove siete, rispondono: Napoli. Ovvio senti l’accento e ribatti: l’accento non è proprio napoletano. E la risposta è: sono di Salerno oppure sono della provincia di Salerno ma è la stessa cosa”, oppure: “vivo all’estero e vi posso garantire che quando piace a loro si spacciano per napoletani, poi mi incontrano, ci conosciamo, e alla mia domanda “ah pure tu di Napoli?! Che zona?”…”ehm..uhm… vabbè più dalle parti di Salerno/Avellino/Foggia”(giuro)” e anche. “Salerno non si può paragonare a Napoli, loro non sono nostri competitor. Qui abbiamo l’abitudine di sostenere le squadre del Sud e io spero che la Salernitana possa crescere e stare in A a discapito di una del Nord”.

Infine la chiosa al veleno: “Veramente non ho mai visto nulla di più patetico nella storia del calcio della festa NON scudetto di Salerno. Si sono marchiati a fuoco la taglia di Provinciali. Roba da Serie D. Ma pure il club sui social…. dimostra di non essere all’altezza del professionismo.”

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Cagliari - Napoli
Lecce - Inter
Milan - Atalanta
SERIE B:
Modena - Spezia

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...