Virgilio Sport

Napoli, addio scudetto record: festa a Salerno, la risposta del club

Il Napoli ha fallito il match point scudetto dopo l'1-1 contro la Salernitana. Festa per i tifosi granata sui social e in strada con caroselli e fuochi d'artificio.

Pubblicato:

Festa rimandata per il Napoli. La Salernitana ha rovinato la domenica ai rivali partenopei, che erano pronti a chiudere i conti scudetto in caso di vittoria: il gol di Dia dell’1-1 finale però ha costretto gli azzurri a posticipare il trionfo del terzo scudetto. Rimpianto per Osimhen e compagni, che avrebbero voluto gioire davanti ai propri tifosi al Maradona.

Napoli, Meret il portavoce dei giocatori

Ad ammetterlo è stato Meret a Dazn alla fine del match: “C’è rammarico perché volevamo festeggiare davanti ai nostri tifosi in una atmosfera incredibile. Siamo andati in vantaggio, poi per una disattenzione e per un gran gol di Dia abbiamo pareggiato. Manca ancora un piccolo passo. In questi giorni si sente come la città ci sia vicino, anche oggi ci hanno spinto e vogliamo regalare questa gioia perché se lo meritano. Il nostro segreto? C’è un grande spirito di squadra, non cerchiamo mai di risolvere le partite da soli. Stiamo facendo bene a livello di squadra e di gioco, aiutandoci sempre. Così i risultati arrivano”.

Napoli, addio al record scudetto

Un altro rammarico è quello di aver visto sfumare un record incredibile: quello dello scudetto vinto aritmeticamente col maggior numero di turni di anticipo di sempre. Sarebbero stati sei in caso di trionfo oggi al Maradona per i ragazzi di Spalletti e nessuna squadra ci era riuscita fin qui, mentre al massimo potranno essere cinque giovedì (o anche mercoledì, ma dipende da Lazio e Juventus).

Festa a Salerno, la risposta del Napoli

Nel frattempo c’è stata una festa, ma vicino Napoli. A Salerno infatti i tifosi granata si sono scatenati, non tanto ovviamente per un punto prezioso in chiave salvezza, ma per aver rovinato la festa ai rivali partenopei. Ci sono stati addirittura fuochi d’artificio e caroselli. Le prese in giro ci sono state come sempre anche sui social, dove sta spopolando lo sfottò “È stato il piede di Dia“, quest’ultimo l’autore dell’1-1. Il riferimento – per chi non l’avesse capito – è al film di Sorrentino “È stata la mano di Dio” dedicato a Maradona.

La SSC Napoli ha risposto con un comunicato per “confortare” i tifosi: “Finisce 1-1 al Maradona con la Salernitana che la recupera a pochi minuti dalla fine. Segna Olivera poco dopo l’ora di gioco, poi pareggia Dia. Il Napoli domina, governa e comanda la partita, assapora i minuti della festa con lo stadio ricolmo di azzurro. Poi c’è l’imponderabile del calcio e anche il merito della Salernitana che non si scompone e ci prova con determinazione. Il Maradona canta e tiene in caldo la celebrazione per un campionato strepitoso. Finisce Aprile, l’orizzonte annuncia il mese in cui fioriscono nella nostra storia i trionfi che ispirano i più alti sentimenti. Sta arrivando il Maggio dei Monumenti…”.

Napoli, addio scudetto record: festa a Salerno, la risposta del club Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Udinese - Roma
Inter - Cagliari

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...