Virgilio Sport

Berlusconi resta al San Raffaele: come sta il patron del Monza, nuovi accertamenti

Visita del figlio Luigi nel pomeriggio di mercoledì 29 marzo: non vi è certezza ancora sulle dimissioni del presidente Silvio Berlusconi, ricoverato nella struttura di via Olgettina da lunedì 27 marzo

Pubblicato:

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Dopo le indiscrezioni che volevano il patron del Monza, ex presidente del Milan, Silvio Berlusconi già dimesso nella giornata di mercoledì si sono aggiunti alcuni aggiornamenti, che lo vorrebbero ricoverato ancora qualche giorno all’ospedale San Raffaele di Milano per una serie di controlli. A riportare questi nuovi dettagli, relativi alla degenza del numero uno del club brianzolo, è Quotidiano Nazionale.

Berlusconi rimane ancora al San Raffaele

Il leader di Forza Italia, arrivato nel nosocomio di via Olgettina lunedì per un appuntamento programmato, secondo fonti del quotidiano QN sarebbe stato ricoverato per effettuare una serie di accertamenti anche sui dolori alla schiena che lo affliggerebbero da qualche tempo.

Rispetto a quanto trapelato in un primo momento, il Cavaliere avrebbe dovuto essere dimesso tra martedì sera e ieri mattina, ma si è poi preferito attendere l’esito di ulteriori esami Berlusconi prima di dimetterlo. Dopo il fratello Paolo, gli ha fatto visita anche Luigi, il più piccolo dei figli avuti dall’ex moglie Veronica Lario.

Fonte: ANSA

Le dimissioni rinviate a conclusione accertamenti

Difficile dire quando farà ritorno ad Arcore: potrebbe essere questione di ore o di ancora alcuni giorni, in base all’esito degli approfondimenti a cui sarebbe stato sottoposto Berlusconi.

Il numero uno del Monza, arrivati a giovedì, sarebbe così al terzo giorno effettivo di ricovero presso la struttura ospedaliera dove opera il suo medico personale, il prof. Alberto Zangrillo.

I dolori accusati dal presidente

L’ex presidente del Milan, 86 anni compiuti a settembre, si sarebbe sottoposto ad alcuni controlli di routine per accertare la natura e la causa di quanto lamentato, stando a quel che ha riferito la Gazzetta dello Sport nella giornata di martedì.

Forti dolori alla schiena, secondo gli ultimi aggiornamenti, che avrebbero indotto ad approfondire le ragioni di questi fastidi accusati da Berlusconi e che hanno indotto a ritenere opportuno non solo il ricovero, ma a prolungare la sua degenza.

Dal Covid al cuore: i problemi di Berlusconi

Per Berlusconi, l’ultimo ricovero ospedaliero risale a fine gennaio 2022, per curare una infezione delle vie urinarie, particolarmente importante. Una degenza seguita a quelli causati dalle complicazioni determinate dal Covid-19 e a gennaio 2021 quando era stato preso in carico d’urgenza nel Principato di Monaco dopo presunti problemi cardiaci (Berlusconi ha avuto anche in precedenza problemi cardiaci e gli è stato installato un pacemaker per regolarizzare le sue aritmie).

Poi, ad aprile di quasi due anni fa ormai, il presidente era stato costretto a un ricovero di quasi un mese a causa degli effetti postumi del virus, oltre ai controlli programmati ai quali si sottopone ciclicamente dietro stretta osservazione del prof. Zangrillo.

Fonte:

La visita del figlio Luigi

Tornando a quest’ultimo ricovero, nel primo pomeriggio di mercoledì 29 marzo, intanto, sono giunte nel parcheggio del settore O del San Raffaele, le auto della scorta di Berlusconi si legge su QN, edificio accanto al padiglione Diamante in cui si trova la suite da 300 metri quadrati, 9 stanze e tre bagni che l’ex presidente del Consiglio ha occupato nei precedenti ricoveri.

A trovare Berlusconi, che martedì aveva già ricevuto una visita di suo fratello Paolo, mercoledì dopo pranzo il figlio minore Luigi, arrivato in auto e che ha lasciato l’ospedale dopo circa un’ora e mezza dopo aver visto il padre. All’uscita, ha preferito non fermarsi e non rilasciare dichiarazioni ai giornalisti presenti all’esterno.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...