Virgilio Sport

Briatore: "La F1 non è diventata noiosa, bisogna accettare il dominio di Verstappen"

Secondo Flavio Briatore la F1, a causa del dominio incontrastato di Max Verstappen, non è comunque diventata una competizione noiosa. L'esempio di Spa e l'entusiasmo dei tifosi, nonostante tutto

10-08-2023 14:37

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

Puntualmente, ogni fine settimana del corso più recente della F1 (la cosa ha assunto contorni più netti e plateali in questa stagione), i tifosi si lamentano dell’assenza di spettacolo e di un deficit di imprevedibilità. Non è tanto una questione di regolamenti – alla fine parliamo di una situazione da coperta troppo corta: se tiri da una parte, resti scoperto dall’altra, e così ci sarà sempre qualcuno che si accontenta delle novità tecniche e sportive e chi invece avrà da lagnarsi – quanto del dominio perentorio impresso da Max Verstappen, con Red Bull che è diventata in pratica una sineddoche del campione regnante e il resto degli avversari costretti a scannarsi per i piazzamenti d’onore.

Il dominio di Verstappen è un rischio per la F1?

Non è tanto il fatto che l’olandese vinca quasi sempre (dieci trionfi su dodici gare disputate nella prima metà della stagione: le altre due affermazioni sono state del compagno di squadra Sergio Perez), quanto per come ciò avvenga, ovvero facendo mangiare la polvere ai rivali a cui infligge distacchi pesanti già dai primi giri, arrivando ad arraffare tutto il possibile come è avvenuto in Austria, dove ha ottenuto la pole, conquistato lo shootout, la Sprint Race, il giro veloce in gara e ovviamente primeggiato in quest’ultima. Arrivando al GP del Belgio, l’ultimo prima della pausa estiva, in cui non pago della superiorità in pista con la sua RB19 ha scherzato via radio con la squadra asserendo di essere disposto a fermarsi ai box a pochi giri dal termine e con un margine sul diretto inseguitore non ancora sufficiente per la sosta.

Tutto ciò potrebbe portare ad una progressiva perdita d’interesse da parte di tifosi ed appassionati (facendo la tara ovviamente di quelli pro Red Bull e Vestappen)? Per Flavio Briatore, uno che poco ma sicuro conosce molto bene questo mondo, la risposta è no.

Briatore: “A Spa gli spettatori erano entusiasti, il pubblico è stato protagonista”

L’attuale responsabile dello sviluppo commerciale della F1, in passato già team principal di Benetton e Renault, in una intervista concessa a Il Riformista è partito dai fatti di Spa per dimostrare la sua tesi secondo cui il Mondiale non è diventato un’agonia di sbadigli.

Max Verstappen ha dimostrato che la differenza non la fa solo la macchina, ma anche il pilota. È partito dietro, ha recuperato, ha dato venti secondi a Perez.

Abbiamo avuto 380mila spettatori sotto la pioggia per due giorni, entusiasti: è proprio il segno che la percezione della Formula 1 è molto alta in questo momento nonostante ci sia un dominatore incontrastato del Gran Premio. Il vero protagonista è stato il pubblico che era contento pur sotto la pioggia, ballavano, gioivano: uno spettacolo nello spettacolo.

In effetti la F1 è diventata uno sport estremamente popolare, nel senso che negli ultimi anni è stato capace di abbracciare un pubblico più vasto degli appassionati uomini sopra una certa età (generalizziamo). Oggi la competizione è seguita da una platea molto più trasversale ed inclusiva, complice anche il successo della (forse un po’ sopravvalutata) serie Drive to Survive su Netflix, e che ha contribuito a consegnare la F1 al cosiddetto “pregiato target commerciale”, che comprende anche giovanissimi.

Briatore: “La Ferrari sta migliorando”

Da questo punto di vista, missione compiuta per Liberty Media, che bene o male sta riuscendo a svecchiare il format almeno nella sua percezione. Parlando invece dell’aspetto più propriamente sportivo, Briatore sempre a Il Riformista ha commentato la situazione competitiva che si è creata in Belgio:

Le McLaren sono naufragate, sparite. Hamilton è stato in corsa, per la Ferrari un buon terzo posto che è la dimostrazione che sta migliorando. Verstappen ha fatto un’altra grande performance: in questo momento è imbattibile. Dobbiamo accettare che c’è questo grande campione che sta dominando.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Roma - Torino
Fiorentina - Lazio

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...