,,
Virgilio Sport SPORT

Caos Inter: party per il compleanno di Lukaku, intervengono i carabinieri

Secondo il Corriere della Sera Perisic, Young e Hakimi sarebbero stati pizzicati all’hotel 'The Square Milano Duomo' insieme al centravanti belga nella notte tra mercoledì 12 e giovedì 13 maggio.

Appena il tempo di festeggiare lo scudetto e in casa Inter si è subito tornati a fronteggiare polemiche e preoccupazioni.

Mentre il gruppo ha incassato con malumore la richiesta del presidente Steven Zhang di rinunciare a due mensilità arretrate, che dovrebbe essere respinta dallo spogliatoio pronto a rilanciare chiedendo lo spostamento in avanti del pagamento dei due stipendi e dei bonus per la conquista dello scudetto, l’incertezza societaria porta con sé i dubbi sul futuro di tanti big.

In bilico in particolare è il futuro di chi ha il contratto con scadenze imminenti, da Lautaro Martinez ad Antonio Conte, peraltro protagonisti di un acceso scambio di battute durante la partita contro la Roma al momento della sostituzione del ‘Toro’, parso molto nervoso.

In un contesto già teso si inserisce poi la notizia del party ‘clandestino’ svoltosi nella notte tra mercoledì 12 e giovedì 13 maggio all’hotel ‘The Square Milano Duomo’ per festeggiare il compleanno di Romelu Lukaku, gemello del gol di Lautaro.

Party al quale, secondo quanto riportato da ‘Il Corriere della Sera’, avrebbero partecipato, oltre al festeggiato, anche Achraf Hakimi, Ivan Perisic e Ashley Young.

I giocatori in questione sarebbero ovviamente venuti meno alle norme anti-Covid, sanzionati dai militari della Compagnia Milano Duomo e del Nucleo Radiomobile, intervenuti a seguito di una telefonata al 112 arrivata verso le 3 della notte da un soggetto riconducibile alla cerchia di una influencer, volto televisivo, “presente alla festa – si legge sul Corriere – e accostata, nelle ultime settimane, a un calciatore in particolare”.

“In totale sono state identificate 24 persone, tra cui il direttore del ristorante dell’hotel che ha organizzato l’evento. Il direttore e gli ospiti saranno, a vario titolo, sanzionati per la violazione della normativa sul contenimento del Covid-19”.

Il tutto a poche ore dalla partita contro la Juventus in programma sabato 15 maggio alle ore 18, penultima gara di campionato per l’Inter prima della chiusura in casa contro l’Udinese.

Il caso ricorda da vicino quanto accaduto ad inizio aprile alla stessa Juventus, quando Paulo Dybala Arthur e finirono nella bufera per aver partecipato a una cena a casa di Weston McKennie, violando anche in quel caso le norme anti-Coronavirus. Anche in quel caso fu necessario l’intervento dei carabinieri, mentre i giocatori furono poi puniti da Andrea Pirlo con l’esclusione dalla successiva partita di campionato.

 
 

OMNISPORT | 13-05-2021 10:32

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...