,,
Virgilio Sport SPORT

Coppa d’Africa: tra fischietti impazziti e inni sbagliati è caos totale

Sono diversi gli episodi anomali accaduti negli ultimi match disputati nella competizione africana per nazioni, un torneo dove certamente non stanno mancando i colpi di scena.

12-01-2022 18:39

Quella attualmente in corso non è di sicuro una delle edizioni della Coppa d’Africa più tranquille della storia.

Ai dubbi legati alle positività al Covid-19 che hanno contraddistinto il torneo finora, si sono aggiunte infatti le perplessità prodotte da alcuni episodi piuttosto particolari accaduti nei match andati in scena nelle ultime ore, casi che mostrano chiaramente come in Coppa d’Africa non regni affatto un clima sereno e disteso.

Fischi precoci in Tunisia-Mali

Ne è la riprova quanto avvenuto in Tunisia-Mali, gara vinta 1-0 dalla formazione di Magassouba grazie al gol su rigore siglato da Ibrahima Kone al 48′ e alla parata di Ibrahim Mounkoro al 77′ sul tiro dal dischetto di Wahbi Khazri.

Qui, a 85’06” sul cronometro, l’arbitro Janny Sikazwe ha fischiato la fine dell’incontro con inspiegabile anticipo. Accortosi dell’errore per le proteste dei giocatori tunisini (e per il probabile richiamo del Var), Sikazwe ha fatto riprendere il match ma a 89’43” ha nuovamente messo fine alle ostilità col triplice fischio generando un’altra sequela di reclami.

Tunisia-Mali, cosa succederà a breve

L’errore, considerati i cambi operati nel secondo tempo (9), i cartellini (un rosso e un giallo) e gli interventi dell’on field review, pare sinceramente inspiegabile e con molta probabilità porterà Sikazwe a fermarsi per il resto della manifestazione.

La Tunisia poi, penalizzata dagli errori arbitrali, stando a quanto riportato da Sky Sport dovrebbe presentare ricorso per il risultato (a suo avviso ingiusto) conseguito sul campo: vedremo se verrà accolto o meno.

Note sbagliate in Mauritania-Gambia

Le dimenticanze di Sikazwe non sono però le uniche stranezze osservate in Coppa d’Africa nella giornata di oggi.

In Mauritania-Gambia infatti, prima del calcio d’inizio, si sono vissuti attimi di grande imbarazzo quando è stato suonato un inno nazionale diverso da quello della Mauritania.

L’inconveniente, dopo alcuni vani tentativi, è stato quindi risolto chiedendo di intonare l’inno agli stessi giocatori i quali, prestando la loro voce, hanno così risolto una situazione sicuramente poco bella.

OMNISPORT

Coppa d’Africa: tra fischietti impazziti e inni sbagliati è caos totale Fonte: Ansa Foto

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...