Virgilio Sport

Coppa Italia, Milan-Torino 0-1 pagelle: Juric perfetto in dieci, Pioli annichilito

Il Milan cade contro il Torino e saluta subito la Coppa Italia. Granata sorretti da una difesa granitica che annulla i rossoneri, che si fermano sul palo di De Ketelaere

11-01-2023 23:42

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Sport Specialist

Giornalista pubblicista, redattore, divulgatore. E' una delle anime video del sito: racconta in immagini un evento e lo fa come pochi altri

In una serata avara di emozioni, il Torino condanna il Milan ad abbandonare la Coppa Italia trovando il gol della vittoria a un passo dai calci di rigore. Nel corso dei tempi regolamentari, i granata concedono pochissimo e mettono i brividi a San Siro con il tentativo non sfruttato da Lukic sul regalo di Tatarusanu. Ci vuole, invece, il palo per salvare Milinkovic-Savic dalla girata di De Ketelaere sul corner calciato dalla sinistra da Tonali.

Nella ripresa, nonostante il secondo giallo a Djidji al 70′, il Toro regge senza correre grandi rischi e conduce la gara ai supplementari, che premiano i granata, spinti agli ottavi dal gol di Adopo. Milinkovic-Savic, Schuurs e Buongiorno sono da applausi, Seck, Adopo e Bayeye la marcia in più che cambia l’inerzia del match. Nel Milan, ingressi senza verve per Theo Hernandez, Leao e Giroud. De Ketelaere si vede solo a sprazzi. Juric surclassa Pioli e lo elimina dalla Coppa Italia.

Milan-Torino: le pagelle dei rossoneri

  • Tatarusanu 5,5: Da un suo rinvio errato si spalanca una prateria per Lukic. Tata chiude, evita il peggio e si riscatta, ma l’errore resta. Troppo fermo sul cross teso di Bayeye che porta al gol vittoria di Adopo
  • Kalulu 5,5: Partita senza grandi apprensioni, si lascia beffare da Adopo nell’occasione del gol che premia il Torino
  • Gabbia 6: Limita bene gli avanti del Torino, chiudendo con precisione e attenzione (76′ Theo Hernandez 5: Ingresso svogliato e con il freno a mano tirato)
  • Tomori 5,5: La chiusura al 112′ sul fresco Seck è specchio di un buono stato di forma, ma serve a poco se poi si lascia sorprendere da Bayeye sull’azione che costa i quarti
  • Saelemaekers 5,5: Ancora lontano dalla migliore condizione, si rende protagonista di qualche buona giocata (66′ Messias 5,5: Si presenta con un aggancio al bacio e calcio al volo da posizione defilata, poi approfitta del disimpegno timido di Rodriguez e costringe Djidji all’intervento che costa il secondo giallo, ma l’azione del gol nasce da un suo errore)
  • Pobega 5: Da ex del match prova a mettere in pratica quello che ha imparato da Juric l’anno scorso, arriva al tiro in un paio di occasioni, ma il gol non arriva (76′ Giroud 5,5: Tenta un paio di giocate di fino in area e non gli va bene. Nel supplementare, si avventa come un predatore su un pallone vagante in area piccola, ma sbatte su Milinkovic-Savic)
  • Tonali 6,5: Ancora una prova da leader. Tra i tanti giovani, prende per mano il centrocampo e disegna sempre geometrie interessanti, ma non basta
  • Vranckx 6: Ci mette grande fisicità e agonismo, gioca semplice e lo fa bene (83′ Bennacer sv)
  • Dest 6,5: Intraprendente e con gamba, non si tira mai indietro. Senza grandi compiti difensivi, soffre un po’ Singo, ma gioca con personalità (19′ t.s. Calabria sv)
  • Brahim Diaz 6,5: Un’ora di buon livello e spunti che si perdono nel deserto di un Milan spuntato (66′ Leao 5,5: Il tempo per provare a far male lo ha, ma il portoghese non riesce a trovare la giocata giusta)
  • De Ketelaere 6: Si vede a sprazzi, ma la nuova posizione in campo sembra aiutarlo. Un palo e una botta dal limite nel primo tempo, nel secondo tempo si perde un po’

Stefano Pioli 4,5: Formazione titolare ricca di esperimenti, a partire dal passaggio alla difesa a tre, che non agevola il gioco dei Milan. Probabilmente, i cambi arrivano tardi e le cose si complicano. Le tante assenze non aiutano, ma lui ci mette del suo.

Tutte le azioni di Milan-Torino

Milan-Torino: le pagelle dei granata

  • Milinkovic-Savic 7: Attento quando impegnato, chiude la porta in faccia praticamente a tutti. Nel passaggio del turno c’è la sua firma
  • Djidji 5: Già ammonito, irrompe con troppa foga su Messias lanciato a rete dal retropassaggio molle di Rodriguez e compromette la sua gara prendendosi un evitabile secondo giallo
  • Schuurs 7,5: Altra prova maiuscola per il centrale olandese. Provvidenziale in area
  • Buongiorno 7: Ormai una certezza per questo Torino, il prodotto delle giovanili granata non molla mai un centimetro, non disdegnando anche qualche sortita offensiva
  • Singo 6,5: Buona spinta sulla fascia, approfitta della presenza del solo Dest sulla sua fascia per provare a portare su il Toro. Nulla di trascendentale, ma specie nel primo tempo sono arrivati buoni segnali (20′ t.s. Bayeye 7: scatto bruciante e serve un cross perfetto per il gol di Adopo)
  • Ricci 6,5: Con Lukic forma una coppia importante, ci mette tutto e anche di più (1′ t.s. Adopo 7: Entra e decide il match con una zampata a centro area che punisce il Diavolo e lo condanna ad abbandonare la Coppa Italia)
  • Lukic 7: Solita gara ordinata e intelligente, da capitano. Con il suo filtrante al bacio per Seck che porta al gol di Adopo si fa perdonare l’errore a tu per tu con Tatarusanu nel primo tempo
  • R. Rodrigruez 5,5: Davanti al suo ex pubblico arriva più volte al cross, ma non riesce mai a essere preciso o pericoloso. Pesante l’errore in disimpegno che porta al rosso di Djidji (80′ Vojvoda sv)
  • Vlasic 5: Prestazione opaca e priva di iniziative degne di nota. Non trova praticamente mai la sua posizione in campo e i demeriti sono tutti suoi (80′ Linetty sv)
  • Miranchuk 5: Discorso simile a quello fatto per Vlasic, l’ex Atalanta si perde in una gara che non mette in evidenza le sue grandi qualità (91′ Seck 7: Nel poco tempo a disposizione fa meglio di Miranchuk e Vlasic messi insieme, gran fisico e buoni spunti in velocità mette in area palle importanti)
  • Sanabria 6: Lotta, ma è troppo isolato in avanti. Lesto a sfruttare l’errore di Tatarusanu servendo Lukic, che vanifica tutto (70′ Zima 6: Entra dopo il rosso a Djidji e contribuisce a non far pesare l’uomo in meno)

Ivan Juric 8: Non parte al meglio, ma poi non sbaglia un cambio. Ricompatta la squadra dopo il rosso a Djidji e getta nella mischia i giovani che cambiano il volto al match.

La pagella dell’arbitro

Antonio Rapuano 6: Il fischietto di Rimini dirige senza grandi errori. Il secondo giallo a Djidji, nonostante le proteste di Juric, ci sta tutto. Eccessivamente fiscale sull’ammonizione a Milinkovic-Savic, con tanto di minuto di recupero aggiuntivo, a un passo dai supplementari.

I prossimi impegni di Milan e Torino

Milan e Torino si ritroveranno in campionato il prossimo 10 febbraio. Prima, però, dopo l’impegno contro il Lecce sabato sera, i rossoneri di Pioli sono attesi dal doppio derby con l’Inter: tra una settimana con la Supercoppa italiana in palio, il 5 febbraio in campionato. In mezzo, le sfide insidiose con Lazio e Sassuolo. I granata di Juric saranno, invece, impegnati con Spezia, Fiorentina, Empoli e Udinese.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Fiorentina - Lazio

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...