Virgilio Sport

Follia a Rio per festa Fluminense: samba, sfottò al Boca e tensione: interviene polizia

Oltre 100mila tifosi si sono riuniti a Rio de Janeiro per festeggiare la vittoria storica della Coppa Libertadores: malori e confusione in piazza

13-11-2023 11:41

Ylenia Cucciniello

Ylenia Cucciniello

Football Specialist

Giovanissima e appassionatissima di tutto lo sport: scrive di calcio giocato ma non rinuncia allo sguardo sull'extra campo, dove spesso si trovano risposte che il rettangolo verde non riesce a restituire

Nel cuore infuocato di Rio de Janeiro, migliaia di tifosi si sono uniti per celebrare il trionfo storico del Fluminense, vincitore della sua prima Coppa Libertadores il 4 novembre scorso. La squadra tricolore ha scritto una pagina indelebile nella storia del calcio sudamericano mandando ko il Boca Juniors nella finale del torneo continentale più prestigioso.

Più di 100mila appassionati si sono riversati per le strade della città per festeggiare insieme alla squadra l’impresa straordinaria. Durante la celebrazione, la formazione carioca è stata accolta da cori e applausi: in particolar modo, i giocatori più celebrati sono stati Marcelo, Felipe Melo, Cano e Nino, oltre all’allenatore Diniz. Tuttavia, non sono mancati momenti di tensione. Gli sfottò nei confronti del Boca Juniors sono stati all’ordine del giorno. Inoltre, qualche ombra si è proiettata sulla festa con alcune accuse di furto che hanno richiesto l’intervento delle forze dell’ordine.

La festa dei tifosi

Sulle note della samba e nell’intonazione festosa dei cori, si è svolta la prima festa tra il Fluminense e i suoi tifosi. Nella caldissima Rio de Janeiro, i supporters hanno portato con sè una “bara” con i colori e lo stemma del Boca Juniors, sconfitto dalla squadra tricolore nella finalissima della Coppa Libertadores. Lo stesso giocatore David Braz, ha sollevato al cielo il cartoncino per poi restituirlo alla folla. Inoltre, non sono mancati gli sfottò dedicati alle rivali storiche del Flamengo, Vasco da Gama e Botafogo. Tra i vari giocatori celebrati, non è mancato l’omaggio all’attaccante John Kennedy, autore del gol vittoria nella sfida contro il Boca.

Attimi di tensione: cosa è successo

Il caldo torrido di Rio de Janeiro non ha risparmiato i tifosi, alcuni dei quali sono stati colti da malore. Di fatto, è stato necessario fornire le cure necessarie a una ragazza che è svenuta durante il corteo. Inoltre, la situazione ha generato momenti di confusione, riguardo le presunte accuse di furto tra i tifosi, che hanno richiesto l’intervento immediato della polizia: le forze dell’ordine hanno prontamente rintracciato i responsabili.

Il Fluminense manda ko il Boca Juniors

Nel cuore dello stadio Maracanà, lo scorso 4 novembre, è andata in scena la finalissima della Coppa Libertadores tra Fluminense e Boca Juniors. La formazione carioca ha sbloccato la gara al 35′ con un gol di Cano, ma nella ripresa la squadra di Cavani ha ristabilito la partità con Advincula. La sfida, infine, si è decisa ai supplementari, con la rete di John Kennedy al 98′, che è valsa la vittoria della prima Libertadores nella storia del Fluminense.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...