Virgilio Sport

Covid, Zagklis: “Se necessario eventi FIBA si svolgeranno in bolla”

Il Segretario Generale FIBA non ha escluso che l’evolversi della pandemia possa obbligare a riprendere in mano l’idea di disputare le competizioni in contesti protetti.

Pubblicato:

Covid, Zagklis: “Se necessario eventi FIBA si svolgeranno in bolla” Fonte: Getty

Il Covid-19 torna a gettare un’ombra piuttosto minacciosa sulle competizioni cestistiche. È questo ciò che è emerso dalla classica conferenza stampa di fine indetta dal Segretario Generale FIBA Andreas Zagklis il quale, purtroppo, ha annunciato che lo svolgimento in bolla delle prossime competizioni è un’eventualità non così remota.

“Le esperienze vissute negli ultimi due anni ci fanno guardare con fiducia al futuro, anche alla possibilità di svolgere i prossimi eventi FIBA in una bolla. Siamo in costante contatto con autorità sanitarie e federazioni organizzatrici” ha affermato il dirigente greco Zagklis che poi ha momentaneamente escluso una riduzione delle finestre per le nazionali.

Ridurre le finestre il prossimo anno? No, non è stato deciso nulla in questo senso. Un’idea simile è emersa due anni fa in Germania su iniziativa dei due club che partecipano all’Eurolega, l’abbiamo discussa ma non se ne è fatto nulla”.

A proposito di Eurolega, Zagklis ha quindi fatto il punto sui rapporti (storicamente complicati) tra essa e la FIBA.

Le nostre relazioni con Euroleague possono migliorare e stanno migliorando. La flessibilità a cui ci ha obbligato il Covid-19 è qualcosa che può aiutarci, paradossalmente. Sono ottimista da questo punto di vista, perché le idee e i piani di FIBA sono visti positivamente dai club, dalle federazioni nazionali e dalla NBA. Vogliamo persone che sono disponibili a trovare una soluzione e i club ci hanno dato indicazioni in questo senso. La situazione mi sembra nella giusta direzione”.

Nonostante ciò, il Segretario Generale non ha potuto non sottolineare alcune criticità irrisolte.

La finestra di novembre è stata un’opportunità persa per dare segnali di buona fede da parte dei club, dal punto di vista del calendario. È inaccettabile che i club non collaborino nel cambiare le date, abbiamo visto in Eurolega due Derby nazionali (Francia e Turchia) in contemporanea alle partite delle rispettive nazionali. Vogliamo dei segnali di rispetto e buona fede da parte dei club. Esiste la flessibilità ed esistono diversi piani e modelli per trovare la migliore soluzione per tutte le parti coinvolte, per il futuro e la crescita dello sport. Noi al tavolo ci siamo, con un atteggiamento proattivo e mentalità aperta” ha ribadito con convinzione Zagklis.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...