Virgilio Sport

Cremonese-Roma 2-1 pagelle: Tsadjout e Spinazzola pescano i jolly, Ciofani glaciale. Mourinho, che figura

La Cremonese piega ancora la Roma (2-1, come in Coppa Italia all'Olimpico) e torna a vincere una partita di serie A dopo 27 anni. A segno Tsadjout, Spinazzola e Ciofani. A Mourinho saltano i nervi: espulso.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

La Cremonese si conferma bestia nera della Roma. Dopo aver eliminato i giallorossi dalla Coppa Italia, taglia fuori – almeno per qualche giorno – i giallorossi anche dalla zona Champions, conquistando una vittoria in serie A che mancava da 27 anni. Finisce 2-1 allo Zini e per la Roma è una battuta d’arresto che fa male. A Mourinho saltano anche i nervi: espulso. Festeggia, invece, Ballardini, insieme ai tifosi grigiorossi: la salvezza è ancora possibile, anche se servirebbe un miracolo.

Cremonese-Roma: il commento della gara

La prima occasione è di marca giallorossa, ma la conclusione di Wijnaldum da posizione defilata si spegne a lato. Al 17′, invece, è la Cremonese a colpire: lancio di Benassi, sponda di Valeri e gran sinistro di Tsadjout che sorprende Rui Patricio. La reazione della Roma? Praticamente inesistente. Carnesecchi non deve compiere interventi significativi prima del riposo. Nella ripresa Mourinho, espulso per proteste dopo un minuto, ordina quattro cambi dalla tribuna. Gli innesti di Abraham e soprattutto di El Shaarawy, Solbakken e Matic danno nuova verve ai giallorossi, che trovano il pari al 25′ con un perfetto inserimento di Spinazzola su lancio di Mancini. La Roma prova a vincere la partita ma si scopre e sono i cambi di Ballardini a risultare determinanti. È Ciofani, infatti, a innescare l’azione che porta al fallo da rigore di Rui Patricio su Okereke. Dal dischetto lo stesso ex attaccante del Frosinone batte il portiere della Roma, regalando la prima vittoria in campionato ai suoi. Per la Roma, invece, è notte fonda.

Rivivi le emozioni di Cremonese Roma minuto per minuto

Cremonese-Roma: le pagelle dei grigiorossi

  • Carnesecchi 6 Praticamente inoperoso per un tempo, si fa trovare pronto quando è chiamato in causa nella ripresa.
  • Ferrari 6,5 Molto attento in copertura, specie quando rimane l’ultimo uomo a fronteggiare gli attaccanti della Roma (dal 39′ st Chiriches sv).
  • Bianchetti 6,5 Gioca da centrale e governa la retroguardia con personalità e ottimo senso della posizione.
  • Vasquez 6 Quella di centrale di difesa, seppur spostato sulla sinistra, non è la sua posizione preferita: se la cava con corsa e polmoni.
  • Sernicola 6,5 Quando può si affaccia in avanti, ma è soprattutto in copertura che si fa apprezzare di più (dal 39′ st Ghiglione sv).
  • Pickel 7 Macina chilometri e recupera tanti palloni, guidando le transizioni offensive e sbrigando il compito chiestogli dal tecnico (dal 33′ st Galdames sv).
  • Benassi 7 Dal suo piede parte l’azione che frutta il gol del vantaggio grigiorosso. Uomo d’ordine, che non tira indietro la gamba.
  • Valeri 7,5 Le sue incursioni sull’out di sinistra creano non pochi grattacapi alla retroguardia della Roma. Giocatore molto interessante.
  • Afena-Gyan 6,5 Da ex, gioca con grande ardore e si fa apprezzare anche per qualche ripiegamento prezioso (dal 21′ st Meitè 6,5 Ci mette muscoli e gamba nel concitato finale).
  • Tsadjout 8 Tira fuori dal cilindro il jolly che stappa la partita, un sinistro di rara bellezza che sorprende il portiere avversario (dal 33′ st Ciofani sv).
  • Okereke 7 Partita di sacrificio la sua, illuminata essenzialmente da un guizzo: lo scatto sul tiro di Ciofani che vale il rigore nel finale.
  • All. Ballardini 7 Tutte le squadre che giocano contro la Cremonese incontrano problemi. Azzarda il tridente ma riesce a chiudere tutti i varchi alla Roma.

Cremonese-Roma: le pagelle dei giallorossi

  • Rui Patricio 5 La prodezza di Tsadjout lo coglie di sorpresa, poi ferma con le cattive Okereke determinando il penalty.
  • Mancini 6 Le ripartenze della Cremonese gli creano qualche problema, si riscatta alla grande con l’assist per l’1-1 di Spinazzola.
  • Ibanez 5,5 Schierato da centrale difensivo, non dà il necessario ritmo alla partenza dell’azione della Roma.
  • Kumbulla 5,5 Ruvido nei contrasti e nelle chiusure, dà costantemente l’impressione di essere poco sicuro nei suoi interventi (dal 23′ st Karsdorp 6 Una mezz’oretta in campo per lui).
  • Spinazzola 7 Ritrova il gol in serie A dopo quasi due anni: inserimento e conclusione da attaccante puro.
  • Cristante 5 Tanta sostanza in mediana, ci vorrebbe però anche maggior qualità. Lascia il campo dopo un’ora (dal 18′ st Matic 6 Prende possesso del centrocampo e la Roma cresce).
  • Wijnaldum 5,5 Mourinho lo lancia dall’inizio: sfiora subito il gol, poi si perde un po’, coinvolto nel grigiore generale della Roma.
  • Zalewski 5 Lascia il campo nella ripresa, dopo essersi fatto notare poche volte, soffrendo il dinamismo di Valeri (dal 18′ st Solbakken 5,5 Si vede poco, meglio da attaccante puro)
  • Pellegrini 5 Il capitano non lascia il segno, anzi lascia malinconicamente il campo nella ripresa dopo una prova anonima (dal 18′ st El Shaarawy 6 Crea scompiglio e ci mette cattiveria).
  • Dybala 5,5 Prova inutilmente a illuminarsi nel primo tempo, nel secondo ha maggiore assistenza ma fatica lo stesso.
  • Belotti 4,5 Punge poco, per usare un eufemismo. Gli arrivano pochi palloni utili, ma fa poco o nulla per andarseli a prendere (dal 18′ st Abraham 5 Non combina granché neppure lui).
  • All. Mourinho 4 Nervoso e agitato, la sua Roma stenta più del solito e si fa espellere per proteste. Aggiusta le cose coi cambi, ma finisce col perdere lo stesso.

Cremonese-Roma: la pagella dell’arbitro

Arbitro Piccinini: partita non cattiva, ma spigolosa, con tanto nervosismo da una parte e dall’altra. Piccinini prova a tenere tutti buoni con i cartellini gialli e – visto che gli animi non si calmano – arriva a estrarre il rosso per Mourinho. Vane le proteste della Roma per un tocco di braccio (che non c’è) di Valeri sul gol di Tsadjout, corretta sembra anche la decisione sul contatto Okereke-Rui Patricio. Voto 6.

Serie A, Roma: i prossimi impegni per Mourinho

Il prossimo appuntamento che attende i giallorossi è la supersfida con la Juventus, in programma domenica 5 marzo alle 20.45 all’Olimpico. Poi altro impegno casalingo, domenica 12 alle 18 contro il Sassuolo, e il derby del 19 contro la Lazio. In mezzo, giovedì 9 all’Olimpico e una settimana dopo in Spagna, il doppio appuntamento di Europa League – ottavi di finale – contro i baschi della Real Sociedad.

Tutti i prossimi impegni della Roma

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Salernitana
SERIE B:
Modena - Catanzaro

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...