,,
Virgilio Sport

F1, Alonso tuona: "Il pilota è importante, ma non fondamentale"

Parlando della stagione di Lewis Hamilton, il due volte iridato descrive la F1 moderna e i meriti nei successi di squadra.

19-05-2022 13:39

F1, Alonso tuona: "Il pilota è importante, ma non fondamentale" Fonte: Getty Images

Fernando Alonso sostiene che il sette volte campione del mondo di F1 Lewis Hamilton ora sa come si sentono gli altri piloti, dato che la Mercedes fatica a tenere il passo dei leader in questa stagione. Hamilton, 37 anni, ha vinto sei dei sette titoli che hanno preceduto la stagione 2022, ma sembra incapace di tornare in cima alla classifica, con la Mercedes molto più lenta di Ferrari e Red Bull.

Alonso, 40 anni, ha vinto due campionati consecutivi nel 2005 e nel 2006 con la Renault e, dopo un’ottima carriera con la Ferrari nei primi anni 2010, ha faticato molto dopo il suo passaggio alla McLaren, classificandosi 17°, 10°, 15° e 11° dal 2015 al 2018.

Dopo essersi cimentato in altre discipline nel 2019 e nel 2020, Alonso è tornato in F1 con Alpine nel 2021, dove ora fa coppia con Esteban Ocon, mentre i due lottano a centro classifica con una vettura che non può competere per le vittorie.

Parlando alla BBC Sport prima del Gran Premio di Spagna, Alonso ha sottolineato come spesso il successo di un pilota possa sfuggire dalle sue mani e ha espresso solo una limitata comprensione per le difficoltà di Hamilton in questa stagione.

“Questa è la natura dello sport”, ha detto Alonso. “A volte si ha una macchina migliore, altre volte una macchina meno buona e bisogna comunque lottare e fare dei progressi.

“Quest’anno abbiamo visto che il pilota è molto importante in F1, ma non fondamentale. Lewis sta guidando bene come negli ultimi otto anni. Stava dominando questo sport, battendo tutti i record e conquistando 100 e qualcosa pole position.

“Ora sta facendo dei mega giri, come ha detto in Australia o in un posto simile, e si trova a un secondo di distanza. Quindi, sì, benvenuto”.

Alonso ha paragonato i suoi anni di campionato a quelli di Hamilton, dicendo che spesso le vere stelle della squadra sono dietro le quinte, mentre i piloti si godono tutta la gloria.

“Avere più di 100 pole position in F1 è qualcosa di impensabile. Bisogna avere la macchina e il pacchetto migliori per molti, molti anni”, ha detto Alonso.

“Si merita tutto quello che ha ottenuto in passato, ma quest’anno è un buon promemoria per ricordare che in tutti questi record e numeri, c’è una grande parte di quello che hai in mano come pacchetto nella macchina”.

In segno di rispetto per il pilota di maggior successo di questa generazione, Alonso ha previsto che Hamilton si riprenderà da un inizio lento e finirà davanti al compagno di squadra George Russell in questa stagione.

George è stato molto veloce negli ultimi anni e credo che tutti si aspettassero che sarebbe stato un concorrente difficile per Lewis“, ha detto Alonso. “Ma sono ancora convinto che Lewis finirà il campionato davanti a tutti.

“Questo è solo un campionato di cinque gare, ma alla fine, quando le cose saranno più complicate o ci saranno situazioni difficili, Lewis avrà ancora più esperienza e forse più talento”.

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...