,,
Virgilio Sport

F1, caos Ferrari: Binotto interviene su Sainz e ordini di scuderia

Il Team Principal del Cavallino si è detto contento della prima vittoria dello spagnolo, assolutamente rispettoso a suo avviso degli ordini di squadra.

05-07-2022 13:20

È stato un fine settimana un po’ particolare quello di Silverstone per la Ferrari, divisa a metà tra l’amarezza per l’occasione persa da Leclerc in chiave classifica mondiale e la gioia per la prima vittoria in Formula 1 di Carlos Sainz.

F1, Ferrari: i complimenti di Binotto a Sainz

Proprio con quest’ultimo Mattia Binotto si è voluto congratulare nella sua analisi pubblicata sul sito ufficiale del Cavallino.

“Il mio giudizio su Carlos non è cambiato da ieri. Sono soddisfatto della sua performance, non solo in gara ma di tutto il weekend” ha scritto il dirigente di Losanna.

“Sta migliorando costantemente la sua confidenza con la macchina e la capacità di gestione, anche in condizioni difficili. La prima vittoria era solo questione di tempo, lo sapevamo dall’inizio. Vederlo salire sul gradino più alto del podio è stato non solo fantastico per lui, ma anche per tutta la squadra”

F1, Ferrari: Binotto difende Sainz dalle accuse

Binotto poi, viste le polemiche sul presunto mancato rispetto degli ordini di scuderia da parte di Sainz, ha spiegato la situazione rasserenando così gli animi

“Carlos non ha ignorato le indicazioni della squadra, ci ha chiarito che doveva proteggersi dai nostri avversari, e in questo modo stava anche proteggendo il nostro vantaggio. Eravamo tutti allineati su questo” ha affermato il TP della Ferrari.

“Mi rendo conto che senza avere un quadro complete della situazione, si possa avere la sensazione che Carlos non sia un team player. Pensiamo però che pochi giri prima aveva ceduto la sua posizione senza alcuna esitazione o lamentela, dimostrando chiaramente che per lui la squadra viene prima di tutto”.

F1, Trulli applaude l’operato della Ferrari

Sulla condotta di gara e sui risultati che questa ha portato, oltre ai critici c’è stato anche chi ha apprezzato la gestione della Ferrari e con essa ha poi voluto complimentarsi pubblicamente.

Non ha senso parlare per la Ferrari di gioia a metà. È gioia e basta. L’equilibrio all’interno della squadra è delicato, non bisogna demotivare nessuno. La Red Bull ad esempio a Barcellona ha sacrificato Perez in favore di Verstappen, ma poi Perez ha vinto a Monaco dopo un confronto con il team. Un conto sono i tifosi, loro amano Leclerc, un altro è un team, che all’interno deve mantenere un certo equilibrio” ha dichiarato a La Repubblica Jarno Trulli, ex pilota secondo il quale saranno altri i momenti in cui la Rossa dovrà prendere decisioni drastiche.

“A metà stagione il successo in un GP è sacro, tra l’altro ti fa interrompere il digiuno, fra un paio di mesi conterà solo il Mondiale e allora andrà privilegiato il pilota col piazzamento migliore in classifica” ha chiosato l’ex Renault e Toyota.

F1, caos Ferrari: Binotto interviene su Sainz e ordini di scuderia Fonte: Getty

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...