Virgilio Sport

F1, Hamilton si espone sul rinnovo e lancia una frecciata a Russell

Il britannico sette volte iridato non lascia, anzi raddoppia, e si espone sul prossimo rinnovo con Mercedes. Nonostante i 20 punti di distacco da Russell, si prende i meriti per il lavoro svolto.

Pubblicato:

Lewis Hamilton, nonostante una stagione di alti e bassi alla guida della Mercedes W13, rimane al momento il visto più riconoscibile della F1 nel mondo. Vincitore di sette titoli mondiali, l’inglese ha allontanato le voci su un possibile ritiro ribadendo la volontà di trovare un accordo per il rinnovo di contratto con la casa di Brackley.

Il Re Nero ha inoltre commentato il lavoro della sua stagione nel confronto interno col più giovane collega, il britannico George Russell.

Hamilton sul Mondiale 2021: “Risultato frutto di una decisione sbagliata di qualcuno”

Sir Lewis è stato il vero dominatore dell’era ibrida con sei titoli del Mondiale, lo stesso numero di titoli vinto dalla leggenda Michael Schumacher.

Nel corso di un’intervista alla BBC, il britannico ha parlato innanzitutto di quanto successo nel finale dello scorso anno ad Abu Dhabi, quando ha perso il titolo mondiale all’ultima gara in favore di Max Verstappen. Quanto successo in quella occasione, con tutte le polemiche che ne sono conseguite, lo hanno scosso davvero del profondo.

Queste le sue parole:

“Quello che mi ha fatto cedere è stato pensare che lo sport sarebbe stato in grado di fare una cosa simile. Mi aspettavo che tutto il lavoro venisse fatto bene, non che il risultato di un Campionato, dietro al quale c’è un enorme lavoro di tanta gente, venisse fuori da una decisione errata di qualcuno, si? Ovviamente da parte mia, sparire è stata l’unica cosa possibile. Non è stata mancanza d’amore per il lavoro con la Scuderia o per le corse in auto. Ho passato un po’ di tempo con la mia famiglia e questo mi ha permesso di riprendermi e rientrare. Tornare ad allenarsi non è stato facile e sicuramente mi ci è voluto un po’ di tempo per ritrovare la motivazione”.

Hamilton sicuro sul futuro: “Mercedes la mia famiglia, troveremo un accordo”

All’inizio di questa stagione, dopo un lungo silenzio social durato tutto l’inverso, si era parlato anche di un possibile ritiro di Lewis al termine di questa stagione. Un campionato iniziato in netto ritardo rispetto a Red Bull e Ferrari, di gran lunga le monoposto più performanti all’inizio.

Col passare delle gare la scuderia di Brackley è stata in grado di colmare il gap col Cavallino Rampante, ma non ha mai raggiunto le prestazioni della Scuderia di Milton Keynes.

Al momento comunque Hamilton guarda al futuro, e nello specifico al prossimo rinnovo con la casa della stella a tre punte:

“Concluderemo un altro accordo, ci siederemo e ne parleremo entro due mesi. Il mio scopo è andare avanti a stare con la Mercedes, sono assieme a loro da quando avevo 13 anni, è veramente la mia famiglia. Mercedes-Benz mi ha dato fiducia nella buona e nella cattiva sorte. Sono restati con me anche nel corso delle mie iniziative del 2020 e mi hanno dato forza nei miei errori e negli alti e bassi. Adoro quello che faccio, lo faccio da 30 anni e non voglio dover fermarmi. E credo che ancora oggi mi stia guadagnando il pane, anche se sono determinato a fare meglio. Potrei smettere e fare altre cose, per le quali sarei super concentrato e impegnato. Ma sono qui per puro amore di lavorare con la mia squadra. Quindi mi seguirete ancora per un bel po'”.

Lewis e la competizione interna con Russell: “Nei weekend sono io a fare tutto il lavoro”

Hamilton è stato abbastanza criticato per essere al momento indietro nel Mondiale rispetto al giovane compagno di squadra George Russell. L’ex Williams è al momento in quarta posizione nel Mondiale con 218 punti, avanti di 20 lunghezze su Sir Lewis, al sesto posto con 198 punti.

Hamilton tuttavia, sempre nell’intervista alla BBC e riportato da Formula Passion, ci tiene a sottolineare e a prendersi i meriti per il duro lavoro di messa a punto che il suo team compie ogni fine settimana, lavoro che Russell e i suoi, evidentemente, non fanno:

“Russell sta facendo un grandissimo lavoro, non c’è alcun problema con lui. Tuttavia George e la sua squadra non fanno gli stessi esperimenti che faccio io nei fine settimana. Ma capita dato che io sono qui da molto tempo e sono disposto a prendermi alcuni rischi. Faccio grandi conversazioni con tecnici che sono qui da dieci anni, per esempio io e Shovlin abbiamo tante discussioni positive. George, al suo primo anno con Mercedes, sta compiendo il lavoro egregiamente per quelle che sono le sue possibilità, senza grandi stravolgimenti di assetto. Sono io a fare tutto il duro lavoro di ‘fatica’, avanti e indietro negli assetti, con le ali e simili. Ma in ogni caso mi piace. Se la prossima stagione avremo una macchina più performante, allora potremo focalizzarci di più su altri aspetti, senza impazzire con i set-up. E allora potremo dar vita a una battaglia interna migliore. Se quest’anno dovesse chiudere davanti a me, non me ne farò un cruccio. Non siamo in testa al mondiale, siamo quarti e sesti. Fossimo stati primo e secondo sarebbe stato differente”.

F1, Hamilton si espone sul rinnovo e lancia una frecciata a Russell Fonte: Getty Images

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...