,,
Virgilio Sport SPORT

Gp Russia pagelle: Ferrari come Calimero, Lewis bravo e fortunato

Curva per curva il racconto del 15esimo gran premio della stagione 2019

Una doppietta sfumata in un solo giro. La Ferrari dalle stelle alle stalle nel Gran Premio di Russia di Formula 1 vinto in maniera rocambolesca da Lewis Hamilton. L’inglese ha approfittato del ritiro di Vettel che ha causato la Virtua Safety Car che ha frenato Leclerc durante il pit stop della Mercedes. Da uno-due in testa la Ferrari si è ritrovato con il solo Leclerc terzo alle spalle anche di Bottas secondo. Davvero incredibile.
GP RUSSIA ordine d’arrivo (53 giri): 1. Hamilton; 2. Bottas; 3. Leclerc; 4. Verstappen; 5. Albon; 6. Sainz; 7. Perez; 8. Magnussen; 9. Norris; 10. Hulkenberg

Gran Premio di Russia pagelle

Audentes Fortuna iuvat si dice. La dimostrazione arriva dal successo di Hamilton voto 9, bravo e fortunato come sempre in questi anni di trionfi mondiali. Ha il merito di restare attaccato alle due Ferrari, in qualifica come in gara, e di allungare lo stint al punto giusto, grazie ad una strategia Mercedes voto 8 tornata perfetta al muretto e anche fortunata, lo abbiam detto. Chi recrimina è ovviamente la Ferrari voto 5 alla modalità Calimero troppe volte assunta quest’anno. Difficile prevedere che il ritiro di Vettel voto 10 al ritmo, potesse innescare un domino così iellato per il povero Leclerc voto 5 perchè si lamenta sempre oramai quando sta dietro. Voto 0 al teatrino radio Ferrari nei primi giri su chi doveva stare davanti visto che poi davanti non ci è finito nessuno dei due.

Rivivi il live del GP Russia

HAMILTON HA VINTO IL GRAN PREMIO DI RUSSIA. Doppietta Mercedes con Bottas secondo. Solo terzo Lelcerc con la Ferrari che per metà gara ha sognato un’altra doppietta. Ai piedi del podio le due Red Bull, entrambe in rimonta con Verstappen 4° e Albon 5°. A punti anche Sainz, Perez, Magnussen, Norris e Hulkenberg. Male le due Alfa Romeo.

ORINE D’ARRIVO

1 HAMILTON  VINCE
2 BOTTAS +4.568
3 LECLERC +5.891
4 VERSTAPPEN +15.189
5 ALBON +39.507
6 SAINZ +46.376
7 PEREZ +48.897
8 MAGNUSSEN +54.236
9 NORRIS +57.743
10 HULKENBERG +60.096
11 STROLL +60.656
12 KVYAT +62.252
13 RAIKKONEN +68.338
14 GASLY +69.212
15 GIOVINAZZI +72.747
RIT RAIKKONEN
RIT KUBICA
RIT RUSSELL
RIT VETTEL
RIT RICCIARDO

ULTIMO GIRO: passerella per Hamilton

giro 51: Hamilton fa il nuovo giro veloce per prendersi il punto addizionale

giro 50: Leclerc ci aveva riprovato ma arrivato ai limiti del secondo di distacco non riesce a stare attaccato a Bottas nell’ultimo settore per cercare l’attacco

giro 49: Albon supera Sainz e si prende il 5° posto dopo una gran bella rimonta

giro 48: Albon alle spalle minaccioso di Sainz

giro 47: team radio Leclerc: “Datemi tutto”

5″ di penalità per Magnussen che rischia di perdere la zona punti

giro 46: niente da fare per Leclerc che resta a un secondo da Bottas ma senza mai riuscire ad andargli in scia

giro 44: Albon partito dai box sale al 6° posto, riesce a superare Magnusen che un po’ in crisi va lungo e viene superato anche da Perez

10 GIRI ALLA FINE

giro 42: Hamilton rinnova il giro veloce giustificando il suo primo posto

giro 41: non cambia la situazione delle prime posizioni. Intanto Giovinazzi, gara sottotono è solo 15° ultimo in pista

giro 40: Leclerc è tornato in zona drs con Bottas ma non riesce ad attaccarlo come vorrebbe

15 GIRI ALLA FINE

giro 38: ora Leclerc fa fatica a stare in zona drs su Bottas, è al limite

giro 37: nuovo giro veloce per Hamilton che vola verso la vittoria

giro 36: ancora giro veloce di Hamilton che sta andando via

giro 35: Hamilton giro veloce, Leclerc non riesce a restare attaccato a Bottas nell’ultimo stint per poi attaccarlo sul rettilineo

giro 34: Leclerc è vicino, nel prossimo giro potrà usare il drs

RIPARTITI!!! Leclerc già si fa vedere negli specchietti di Bottas

giro 32: saranno 20 giri da vivere col cuore in gola alla ripartenza

giro 31: Leclerc sceglie di fermarsi ancora per rimontare le gomme rosse. Rientra terzo dietro anche a Bottas che dovrà superare alla ripartenza

giro 30: davvero impensabile quello che è successo a Sochi in un paio di giri. Dopo aver scambiato le posizioni ai due Ferrari con il pit stop, Vettel si è ritirato ma la sua uscita ha causato la Virtual Safety Car che ha fatto sì che Hamilton non perdesse la testa della corsa da Leclerc al pit stop

giro 28: succede di tutto! Russel a muro con la sua Williams, SAFETY CAR in pista ora!

Hamilton si ferma ai box e sfrutta il vantaggio, Leclerc deve andare piano in regime di VSC e lo supera!!! INCREDIBILE!

VIRTUAL SAFETY CAR IN PISTA – Hamilton se cambia può stare davanti a Leclerc

SI RITIRA VETTEL! Incredibile, subito dopo il pit stop il tedesco parcheggia la sua Ferrari a bordo pista.

si ferma ora Vettel, LECLERC VA IN TESTA!

giro 26: giro veloce di Leclerc, si ritira Ricciardo

giro 26: non si ferma ancora Vettel con Hamilton che gli sta recuperando terreno così come Hamilton

intanto Leclerc sta facendo l’undercut su Vettel

giro 25: risposta box Ferrari a Vettel: “Siamo preoccupati di Hamilton…”

team radio Vettel: “Le mie gomme sono andate”. Seb vuole rientrare ai box

giro 24: Vettel continua in pista

giro 23: si ferma Leclerc ai box, fila tutto liscio. Charles rientra 4° dietro Bottas

si ferma anche Sainz che era 6°. Entrambe le McLaren son passate da gomma rossa a gialla

giro 22: pit stop per la McLaren di Norris che era 7°

giro 21: tutti aspettiamo il pit stop della Ferrari per capire chi si fermerà per prima e se ci saranno ordini di scuderia

giro 20: Vettel ha 4″ su Leclerc; 7″ su Hamilton. Bottas è invece lontanissimo

giro 19: team radio Hamilton: “Ho un po’ di degrado”. Sta facendo pretattica?

giro 18: Verstappen ha completato la sua rimonta, supera Sainz ed è 5°

Hulkenberg è il primo a fermarsi, pit stop orribile con problema al cambio di una gomma. Perde un sacco di posizioni il tedesco che era 8°

giro 17: Vettel si riprende il giro veloce, ha 4″ su Leclerc

Ricordiamo che Ferrari ha gomma morbida, Mercedes gomma gialla

giro 16: giro veloce di Hamilton che batte di poco Leclerc ma i primi tre stanno tirando come forsennati

giro 15: Hulkenberg ha superato Perez ed è 8°

giro 15: Hamilton fa il giro veloce al millesimo con Vettel

giro 14: Vettel fastest lap, Leclerc è a 3″5 e ha a sua volta 3″5 su Hamilton

Giovinazzi al momento è 17° dopo aver fatto il pit stop in avvio montando gomme bianche. Pure lui coinvolto nella baruffa di inizio gara con incidente tra Ricciardo e Grosjean

giro 13: ancora giro veloce di Vettel è il quarto quasi di fila

giro 12: Verstappen supera la McLaren di Norris ed è 6°

giro 12: giro veloce ancora di Vettel che ha quasi 3″ su Leclerc

giro 11: ancora ping pong via radio, Leclerc chiede: “Ma poi lo rispettiamo il piano?”. Si riferisce allo scambio di posizioni annunciato in partenza

giro 10: ancora giro veloce di Vettel che ha quasi 2″ su Leclerc. Team radio per Leclerc: “Lewis è troppo vicino, niente più scambio di posizioni!”

Falsa partenza per Raikkonen penalizzato con un “drive through”

giro 9: per tutta risposta Vettel fa il giro veloce ed Hamilton si avvicina a Leclerc

giro 8: Verstappen supera Perez, è 7°

TEAM RADIO A VETTEL: “Lascia passare Leclerc!”

giro 7: Bottas supera Sainz, è 4°

giro 6: team radio a Leclerc: “tra un po scambiamo le posizioni”; team radio Vettel: “Aspettiamo per prendere un po’ di vantaggio”

giro 5: un po’ di baruffa nei team radio Ferrari. A Leclerc è stato detto: “Valutiamo più avanti uno scambio di posizioni”. Vettel al suo ingegnere: “Sono andato in testa…” come a dire son davanti io

giro 4: Vettel e Leclerc stanno già andando via alla Mercedes di Hamilton

RIPARTITI! Vettel controlla Leclerc che gli copre le spalle da Hamilton

giro 3: la Safety car rientra alla fine di questo terzo giro

Grosjean intanto è fuori, andato a muro dopo la toccata con Ricciardo che invece è rimasto in pista con la gomma sgonfia, già fatto il pit stop

giro 2: la partenza è andata così: grande partenza di Vettel che ha bruciato Hamilton al via e poi ha preso la scia di Leclerc e lo ha passato in frenata. Intanto male le Mercedes che hanno pagato la gomma media, Sainz infatti ha superato Bottas ed ora è 4°

giro 1: INCIDENTE AL VIA Grosjean-Ricciardo, entra la SAFETY CAR in pista!

PARTITI!!! Che partenza di Vettel che brucia prima Hamilton e poi Leclerc!!! Due Ferrari in testa!

Comincia il giro di formazione, tra poco sarà bagarre!

Solo 5 minuti e poi sarà partenza con Leclerc al palo a cercare un’altra vittoria, con lui Hamilton che non vince da un po’ e non vuole stare troppo a digiuno e poi Vettel che è tornato a vincere e muore dalla voglia di concedere il bis

Mario Isola (Pirelli): “Sicuramente le Mercedes hanno la strategia più flessibile ma non è detto che la Ferrari sarà penalizzata dalla scelta della gomme morbida in partenza”

Il duello tra Mercedes e Ferrari si combatte anche e soprattutto al muretto. Strategie diverse. Leclerc e Vettel partono con gomme rosse morbide per andar via in partenza e fare un pit stop verosimilmente nella prima parte di gara. Hamilton e Bottas invece partiranno con gomme gialle medie, provando a resistere in avvio e l’overcut quando le rosse si fermeranno, comunque avere gomme più fresche nel finale di gara. Vedremo…

Trenta minuti allo spegnimento dei semafori, ricordiamo che con il tasto “AGGIORNA” in alto potete vedere gli aggiornamenti in tempo reale, oppure se siete al pc potete usare anche il classico tasto F5

Le monoposto stanno lasciando la pit lane per entrare in pista e schierarsi sulla griglia di partenza

Manca meno di un’ora al via del GP di Russia, questa la griglia di partenza con Verstappen, quarto in qualifica, retrocesso di 5 posizioni per sostituzione del cambio, stessa sorte per Gasly.

PRIMA FILA
Charles Leclerc – Ferrari in 1:31.628
Lewis Hamilton – Mercedes 1:32.030

SECONDA FILA
Sebastian Vettel – Ferrari 1:32.053
Valtteri Bottas – Mercedes 1:32.632

TERZA FILA
Carlos Sainz – McLaren 1:33.222
Nico Hulkenber – Renault 1:33.289

QUARTA FILA
Lando Norris – McLaren 1:33.301
Romain Grosjean – Haas 1:33.517

QUINTA FILA
Max Verstappen – Red Bull 1:32.310 (5 posizioni di penalità)
Daniel Ricciardo – Renault 1:33.661

SESTA FILA
Sergio Perez – Racing Point
Antonio Giovinazzi – Alfa Romeo Racing

SETTIMA FILA
Kevin Magnussen – Haas
Lance Stroll – Racing Point

OTTAVA FILA
Kimi Raikkonen – Alfa Romeo Racing
Pierre Gasly – Toro Rosso (5 posizioni di penalità)

NONA FILA
George Russell – Williams
Robert Kubica – Williams

DECIMA FILA
Alexander Albon – Red Bull
Daniil Kvyat – Toro Rosso

Amici di Virgilio Sport buona domenica e benvenuti alla diretta live del Gran Premio di Russia di F1. La Ferrari corre per il poker dopo quello calato in qualifica da Charles Leclerc autore della quarta pole position di fila, come lui in rosso solo Schumacher. Il monegasco proverà a tornare sul gradino più alto del podio dopo aver dovuto lasciare la scena, non senza polemica, al ritorno alla vittoria di Sebastian Vettel a Singapore. Il tedesco scatterà dalla terza piazza. In mezzo la Mercedes del leader del Mondiale, Lewis Hamilton in prima fila e che partirà con gomme medie a differenza dei ferraristi su mescola morbida. Chiude la seconda fila l’altra Mercedes di Bottas, che guadagna una posizione grazie alla penalità di Verstappen che dovrà inseguire dalla nona casella. Terza fila per la McLaren di Sainz e per la Renault di Hulkenberg. Scatterà in dodicesima posizione un positivo Antonio Giovinazzi, che ancora una volta ha battuto l’altra Alfa Romeo di Kimi Raikkonen.

F1 2019, situazione in classifica piloti e costruttori

La classifica piloti della F1 2019 dice che Lewis Hamilton resta nettamente al primo posto nonostante la non buona prestazione di Singapore. L’anglo-caraibico ha totalizzato fin qui 296 punti frutto soprattutto di 12 podi su 15 gran premi in calendario disputati finora, con 8 vittorie. Non vince dal gp d’Ungheria e sembra essersi messo in una posizione attendista: cerca di amministrare l’enorme vantaggio per arrivare comodamente al suo sesto titolo mondiale. Al secondo posto della classifica c’è il suo compagno di scuderia alla Mercedes, il finlandese Valtteri Bottas con 231 punti che non sta attraversando un periodo particolarmente brillante. Al terzo posto a quota 200 Max Verstappen su Red Bull e il baby fenomeno di casa Ferrari Charles Leclerc che, grazie a due vittorie ed un secondo posto negli ultimi 3 gp è risalito in classifica arrivando sul podio mondiale. Quinto in classifica l’altro ferrarista Seb Vettel con 194 punti che si è rilanciato grazie alla vittoria di Singapore, a ridosso di Max Verstappen.
Nella classifica costruttori ovviamente domina la Mercedes con 527 punti, seguita dalla Ferrari con 394 punti e dalla Red Bull con 296. Staccatissime le altre scuderie. Le ex grandi McLaren e Renault hanno accumulato rispettivamente 89 e 67 punti, sempre più imbarazzante l’ultimo posto della Williams con 1 punto solo.

Le caratteristiche del circuito di Sochi in Russia

Il circuito di Sochi è situato nella omonima cittadina russa sul Mar Nero. Ha una lunghezza di 5.848 metri con 12 curve a destra e 6 a sinistra. In tutto sono previsti 53 giri. E’ un circuito cittadino quindi caratterizzato da curve lente ma ci sono tratti di rettilineo molto lunghi in cui le auto possono sprigionare tutta le loro potenza. Importante quindi sia le prestazioni di velocità pura sia quelle collegate alla aerodinamica. Il circuito è un mix di velocità e tecnica: il primo settore è il più veloce, con un rettilineo lunghissimo; il terzo settore invece è molto tecnico e pieno di curve a 90°: qui occorre avere una perfetta trazione in uscita, freni stabile e una direzionalità precisa per fare la differenza. Occhio anche ai consumi di gomme e parti aerodinamiche perché nel terzo segmento tra svolte e cordoli le sollecitazioni saranno massime. Oltre al rettilineo in cui la Ferrari può effettivamente andare a mille, c’è la temutissima curva 3 che si percorre in costante accelerazione e si conclude con una staccata estremamente impegnativa. Opportunità di sorpasso e di tratti di velocità pura ce ne sono per cui questo è un altro tracciato in cui la Ferrari potrebbe competere alla pari con la Mercedes.

VIRGILIO SPORT | 29-09-2019 12:00

Gp Russia pagelle: Ferrari come Calimero, Lewis bravo e fortunato Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...