Virgilio Sport

F1, la rivoluzione in casa Ferrari non convince: continuano le critiche

Il passaggio da Binotto a Vasseur non viene visto di buon occhio dall'ex pilota Brundle e per Marko, super consulente Red Bull, la Mercedes sarà più pericolosa.

Pubblicato:

Dopo quattro anni, è arrivato il momento di un’altra rivoluzione in casa Ferrari. Frédéric Vasseur sarà infatti il nuovo team principal a partire dal 2023 al posto del dimissionario Mattia Binotto. Un avvicendamento sul ponte di comando della Scuderia che non viene visto di buon occhio dagli avversari, Red Bull e Mercedes. Secondo loro in Formula 1 la continuità è tutto.

Il pensiero di Brundle

Critiche alla Ferrari sono arrivate per esempio da Martin Brundle, ex pilota e attuale commentatore per Sky F1 UK: “Se fossi Mercedes o Red Bull in questo momento sarei felice, perché la continuità è tutto. Bisogna prestare attenzione a questo tipo di cambiamenti. Mercedes e Red Bull hanno le stesse figure chiave“.

Insomma, Brundle crede che non sarà facile per Vasseur: “Dovrà entrare e cercare la sua strada, affermarsi e poi capire dove si trovi: sarà un compito arduo“. Non tutto è perduto per il Cavallino, però per l’ex pilota ci sarà una lotta a tre: “Vedo la Mercedes in grado di sfidare Ferrari e Red Bull nell’anno prossimo”.

La convinzione di Marko

Helmut Marko, super consulente della famiglia Red Bull, non ha dubbi su chi sarà la squadra avversaria più pericolosa nel 2023: “Mercedes, di sicuro“, ha detto in un’intervista ad Auto Motor und Sport. Perché sono più continui: “Hanno sempre gli stessi uomini con un passato di successo e poi hanno Hamilton“.

Marko ha dunque spezzato una lancia in favore del sette volte iridato: “Nel 2022 può aver avuto qualche passaggio a vuoto, ma resta un pilota molto speciale e alcuni suoi tempi sul giro lo hanno dimostrato ancora una volta. È semplice: Mercedes ha un pacchetto migliore rispetto alla Ferrari“.

La voglia di riscatto

I quattro anni con Binotto al comando non sono andati come ci si augurava in casa Ferrari. E numeri alla mano è stato proprio il 2022 il miglior campionato. Ben 12 pole position, ma solo quattro vittorie con la consolazione di aver chiuso al secondo posto sia nella classifica piloti che in quella costruttori.

Il prossimo 9 gennaio inizierà a tutti gli effetti il nuovo ciclo con Vasseur come team principal. Ma la macchina 2023 di fatto è già pronta, quindi su quello il francese potrà fare poco. Magari sarà in grado di gestire meglio i due piloti e scegliere già da subito su quale cavallino puntare per il titolo.

F1, la rivoluzione in casa Ferrari non convince: continuano le critiche Fonte: Getty Images

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...