Virgilio Sport

F1, Leclerc penalità assurda: Binotto non le ha mandate a dire

Il team principal della Ferrari si è sfogato ieri dopo la penalità inflitta a Leclerc, facendo il paragone con quando successo a Singapore con Perez

Pubblicato:

Il Gran Premio del Giappone, a Suzuka, andato in scena nella giornata di ieri, ci ha regalato molti spunti di riflessione, primo tra tutti la vittoria del Mondiale F1 2022 da parte dell’Olandese Volante Max Verstappen, ma non solo.

Ha fatto molto discutere, soprattutto dalle parti della Ferrari, la penalità di cinque secondi commissionata a Charles Leclerc, che di fatto ha fatto perdere al monegasco un secondo posto che si era guadagnato in pista in favore di Sergio Perez. Nonostante il taglio di chicane sia stato evidente, magari non tutti hanno capito esattamente, a livello tecnico, perché Leclerc sia stato sanzionato.

Inoltre, molto interessanti e dure sono state le critiche che il team principal Mattia Binotto ha rivolto direttamente alla FIA.

F1, perché è stato penalizzato Charles Leclerc

Fosse arrivato al secondo posto, Leclerc avrebbe potuto anche, a livello matematico, tenere aperto il Mondiale. Il monegasco ha fatto una fatica tremenda per tutta la gara, lottando contro i degrado delle gomme evidente fin dopo i primi giri. Leclerc si è difeso strenuamente da Sergio Perez, ma ha commesso un errore proprio nell’ultimo giro.

Leclerc, che aveva un leggero gap di qualche decimo su Sergio Perez, è andato lungo in frenata e ha tagliato a metà la seconda parte della chicane, ritornando nel tracciato appena davanti al messicano della Red Bull, e bloccandolo con grande decisione nel breve allungo verso il traguardo.

Ovviamente, Leclerc non ha guadagnato nulla dalla manovra, ma ha mantenuto lo stesso identico vantaggio che aveva prima, e dunque non è per questo che è stato sanzionato di 5”. Tuttavia, saltare l’ultima curva di un GP per difendere la posizione porta senza dubbio ad un vantaggio, almeno teorico, ed è per questo che la direzione gara ha scelto per la retrocessione di Leclerc in classifica.

Lo sfogo di Binotto contro la FIA

Chi non ci ha visto più dopo la penalità inflitta a Leclerc è stato il team principal Ferrari Mattia Binotto, che finalmente alza la voce e tenta di far sentire quella che, secondo lui, è stata un’ingiustizia e una disparità di trattamento nei confronti di Red Bull.

Infatti, a Singapore gli Stewart ci hanno messo ore per decretare una “non-decisione” nei confronti di Sergio Perez, reo di non aver rispettato la corretta distanza dalla safety car. Con Leclerc, invece, la decisione è stata presa quali all’istante, e senza neanche ascoltare i piloti.

Le parole del team principal

Queste le parole di Binotto, molto dure nei confronti della FIA:

“Sulla penalità della FIA a dire la verità ho poco da dire, ormai è una cosa ridicola e inaccettabile, a Singapore ci hanno impiegato una vita, adesso pochi secondi per una decisione che non ha senso. Leclerc era davanti prima come lo era dopo. Eravamo tranquilli che non sarebbe capitato niente, invece senza sentire i piloti hanno scelto per dare una penalità di cinque secondi. La situazione non è facile e va certamente migliorata. Si rischia di perdere la credibilità? Ne parleremo nelle sedi appropriate, inaccettabile vedere come è stata presa la decisione senza che abbia preso nessun vantaggio. E’ una scelta che non capisco, Perez non riesce a seguire una safety car… Ma è così, dobbiamo capire come migliorare perché così non va bene”.

F1, Leclerc penalità assurda: Binotto non le ha mandate a dire Fonte: Getty Images

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...