,,
Virgilio Sport SPORT

F1, mea culpa Bottas e l'ex pilota punge: "Porta borracce"

Il pilota finlandese: "Se sei con un top team per cinque o sei anni, questo si aspetta che tu vinca almeno una volta il titolo".

Intervistato dal magazine GP Racing, Bottas si è lasciato andare all’autocritica: “È importante pensare di più a me stesso e meno agli altri. E a qual è il vero obiettivo della mia carriera, ovvero il campionato. Non puoi cambiare te stesso ma, se guardo al quadro generale della mia carriera, questo momento non durerà per sempre. Se sei con un top team per cinque o sei anni, questo si aspetta che tu vinca almeno una volta il titolo. È così che funziona in Formula 1, ne sono pienamente consapevole. Ho bisogno di sfidare la squadra quando posso, ovviamente in senso positivo. Voglio assicurarmi che tutte le uova siano nel mio paniere e di ottenere la strategia migliore possibile”.

Nel frattempo, l’ex pilota Marc Surer ha analizzato il ruolo di Bottas ai microfoni di Sport1: “Le voci su George Russell come secondo pilota venivano dall’Inghilterra, ovviamente sarebbe un danno per la squadra se cambiassero i piloti. Perché? Perché Bottas è un buon portatore d’acqua. Aiuta Hamilton e si può vedere in Red Bull quanto sia difficile trovare un buon secondo pilota. Bottas è il miglior numero 2. Il miglior portatore d’acqua. Viene sempre criticato perché vince una gara ogni tanto, ma ha la pelle dura. In una buona giornata è imbattibile e poi non può riuscire a farlo anche per le cinque gare successive. Non è uno che vola alto. Ecco perché le critiche ci sono state fin dall’inizio”.

OMNISPORT | 14-05-2021 14:23

F1, mea culpa Bottas e l'ex pilota punge: "Porta borracce" Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...