Virgilio Sport

F1: "Verstappen campione inutile", Vanzini scatena il web. Idem il paragone con Schumacher e Senna di Jordan

La frases su un "Verstappen inutile" di Carlo Vanzini telecronista ufficiale della F1 in Italia con Sky Sport ha scatenato più di qualche commento sui social così come anche il paragone di Eddie Jordan con Schumi e Senna

Pubblicato:

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Finalmente ci siamo. La F1 ha esaurito la sosta e si prepara a riaccendere i motori per il ritorno in pista. Ancora poche ore e poi sarà Gran Premio di Spagna. Nell’attesa però, con una settimana di sosta nel mezzo, le frasi, le interviste, a volte le provocazioni si sono sprecate. Tra queste ha suscitato grande rumore la frase pronunciata da Carlo Vanzini, telecronista ufficiale in Italia per la Formula 1 per Sky che ha parlato senza mezze misure di “Max Verstappen come campione inutile”.

Non si sono fatti attendere i riscontri sul web dove tutto viene amplificato tra pro e contro. La più classica delle bufere social che ha riguardato anche un’altra frase, stavolta un confronto, che ha avuto protagonista l’ex team principal della scuderia omonima, Eddie Jordan che ha messo a confronto due grandi del passato, Michael Schumacher e Ayrton Senna proprio con Max Verstappen. Suscitando anche qui le reazioni della rete.

F1, Carlo Vanzini provoca: “Verstappen, se non ci fosse non se ne accorgerebbe nessuno”

Prima della partenza per la Spagna, la voce della Formula 1 italiana Carlo Vanzini è stato ospite del podcast Gurulandia. Tra le tante cose, al telecronista di Sky Sport F1 è stato chiesto di stilare una classifica della sua personalissima top ten di piloti del cuore.

Vanzini ha messo al primo posto Gilles Villeneuve, sul podio Lewis Hamilton e Ayrton Senna, 4° Alonso addirittura davanti a due pluricampioni del mondo con Michael Schumacher e Max Verstappen. A destare scalpore è stata la motivazione del 6° posto attribuito all’attuale campione in carica olandese:

“”Verstappen in questo momento è il campione del mondo più forte tra quelli che ho visto correre, ma anche, passatemi il termine, il più inutile. Se dovesse ritirarsi domani, in pochi sentirebbero la sua mancanza. Perché in questa sua superiorità c’è del disumano. Lui poi non è un personaggio”

La frase di Vanzini su Verstappen scatena il finimondo

Le parole di Carlo Vanzini dal web sono rimbalzate e finite in diverse bacheche, post, pagine dei social dedicati alla F1. Ovviamente hanno fatto discutere più della top ten in se per se dove peraltro il 7 volte campione del mondo, 5 con la Ferrari, Michael Schumacher, viene relegato al 5° posto. Ma è la frase su Verstappen quella che più fa discutere il popolo della rete, quella relativa alla sua “inutilità”.

I leoni da tastiera non perdonano certe affermazioni ed allora si può leggere tra i commenti “Uno che dice una cosa del genere andrebbe messo a commentare il cricket altro che F1”, e ancora “Max sesto e Hamilton secondo neanche nel peggior multiverso”, ma c’è chi va oltre le parole di Vanzini: “Questo è il problema della F1 attuale e di gran parte dei suoi follower. Devi essere un personaggio, prima di essere un pilota. Poco importa se sei un talento generazionale, se poi non fai il demente nel paddock”.

Ma c’è anche chi dà ragione a Vanzini: “Sinceramente non è poi tutto sto gran fenomeno. Dategli una macchina che gira 2 secondi meno e vediamo se te la sa migliorare portandola a vincere..poi ne riparliamo. N.b il missile che ha glielo forniscono gli ingegneri già pronta .lui deve solo guidarla”. Mentre per tutte le “vedove” della gare in chiaro in Rai con la telecronaca di Gianfranco Mazzoni c’è chi scrive: “Per chi critica Vanzini non ha mai avuta la possibilità di guardarsi un gp in rai dove ti veniva da buttare il televisore dal sesto piano per l’incompetenza che avevano!”

F1, anche Jordan provoca: “Verstappen meglio di Schumacher e Senna”

La sosta evidentemente ha aumentato l’hype delle interviste, delle riflessioni, dei paragoni e dei confronti. Quelli improbabili tra grandi campioni di epoche diverse che provocano sempre feroci discussioni. Come quella fatta nascere da una frase di Eddie Jordan. L’ex team principal e proprietario della scuderia omonima, sempre provocatorio, parlando nel suo podcast sulla F1 ha detto senza batter ciglio:

“Onestamente credo con tutto il cuore che se si potessero mettere Senna, Schumacher e Max a parità di macchina, nella stessa gara in un determinato momento, Max avrebbe la meglio su entrambi”.

Anche in questo caso il web non è stato tenere col buon vecchio Jordan. Le frasi sono le più disparate, dal serafico “posa il fiasco Eddie” a chi rimpiange l’impossibilità di vedere questi fenomeni di epoche diversi confrontarsi realmente in pista “ma che bello sarebbe un gp con Schumacher, Senna, Verstappen, Hamilton, Prost e tutti gli altri grandi campioni…”. Bello sognare, già. Forse è la cosa migliore di questi confronti, in F1 come in tutti gli altri sport.

Tutto sui nuovi regolamenti della F1 dal 2026

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...