Virgilio Sport

Feste e doppio tampone, Cristiano Ronaldo di nuovo nella bufera

Nel ristorante di famiglia a Funchal c'erano 20 persone

20-04-2020 10:27

Feste e doppio tampone, Cristiano Ronaldo di nuovo nella bufera Fonte: Ansa

A ognuno la sua quarantena: c’è chi è costretto a stare da solo a casa e al più può sentire i parenti al telefono (sempre che non siano ricoverati in ospedale) e chi può permettersi banchettate, feste, torte e candeline. Dopo la bufera che si è scatenata nei confronti di Leo Bonucci, con la moglie Martina che su Instagram ha immortalato la festicciola per nonno Dino con il giocatore della Juve presente assieme a tutta la numerosa famiglia, anche Ronaldo è tornato al centro delle polemiche.

Cr7 recidivo

Non è la prima volta che il fuoriclasse della Juventus viene beccato in flagrante nel suo paese nel periodo di isolamento: dopo la passeggiata di qualche settimana fa per le strade di Funchal. Cristiano è ripiombato nel mirino delle critiche: ha festeggiato insieme a una ventina di persone il compleanno della nipote in una sala del ristorante di famiglia.

Compleanno affollato

Tra i presenti – oltre a Georgina – anche mamma Dolores, ormai completamente ristabilita dall’ictus che l’aveva colpita all’inizio di marzo. Lo scorso giovedì il premier portoghese ha prorogato lo stato di emergenza fino alla fine di maggio. Il video della festa è stato pubblicato su Instagram dalla sorella Elma.

Il caso dei tamponi

Inoltre, come scrive il Corriere dello sport, la Juventus potrebbe consentire a Ronaldo di restare in Portogallo fino all’ultimo momento utile per poi fargli fare un doppio tampone al rientro in Italia, accorciando così a 5-7 giorni il tempo prima di poter ricominciare ad allenarsi con i compagni.

Le reazioni sul web

Se la festa familiare è stata assai criticata sui social dai portoghesi, in Italia ci si sofferma più sul secondo privilegio: “Questa e’ una violazione della legge! Qualcuno intervenga! Come fanno per i cittadini con droni e pattuglie” o anche: ” La povera gente muore a casa da sola senza mai aver fatto un tampone vergogna”.

L’indignazione sui social

Un tifoso del Milan scrive: “Spero non sia cosi (cosa che credo), altrimenti siamo proprio al limite del ridicolo, qui sento gente che non gli fanno i tampoli perchè non ne hanno a sufficienza e a lui 2 tamponi perchè e Ronaldo” e un altro infine ironizza: “Sarebbe meglio spostare direttamente le partite che restano in Portogallo. Eviteremmo anche il volo in Italia. Magari le partite si potrebbero svolgere direttamente nel giardino di casa”.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...