,,
Virgilio Sport SPORT

Filippo Magnini, è finito l'incubo: via la squalifica di 4 anni

Il TAS di Losanna si è espresso sulla squalifica per "tentato doping". L'ex campione di nuoto: "Tremo dalla gioia".

Il Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna ha cancellato la squalifica di 4 anni inflitta al nuotatore italiano Filippo Magnini per “tentato doping”, ribaltando la sentenza che il Tribunale Nazionale Antidoping di appello aveva confermato nel maggio 2019.

L’Ente antidoping italiano, secondo la sentenza del TAS, dovrà anche pagare le spese processuali. La sentenza stessa allontana ogni tipo di ombra sulla carriera di Magnini, che non ha nascosto la propria esultanza.

In un post su Instagram, l’ex nuotatore azzurro ha scritto: “Ho vinto. Il Tas mi ha assolto in pieno da ogni tipo di accusa. E’ sempre stato così, le gare le ho sempre vinte negli ultimi metri”.

“Mi hanno insegnato a non mollare mai – ha aggiunto Magnini -. Sono sempre stato un atleta e una persona corretta. Tremo dalla gioia”.

“Ho sempre avuto fiducia in questi anni durissimi – ha poi dichiarato all’Ansa il due volte campione mondiale dei 100 stile libero -, sono stato piegato da queste accuse ma non sono stato spezzato. Lancio a tutti un messaggio positivo: non mollate mai, se avete ragione la verità viene fuori, le cose possono funzionare. Il vostro capitano è tornato, può succedere di tutto”.

Magnini era inizialmente stato scagionato dalle prime accuse, ma il Tribunale d’appello lo aveva poi riconosciuto colpevole di aver violato l’articolo 2.2 del codice Wada, sull’uso o tentato uso di sostanze dopanti.

La sostanza in questione, in realtà, non è mai stata citata e lo stesso ex nuotatore non è mai risultato positivo ad alcun un test antidoping. Adesso, però, l’incubo per Magnini può dirsi definitivamente finito.

SPORTAL.IT | 27-02-2020 13:24

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...