Virgilio Sport

Inter, Acerbi eroe ma il web non dimentica e arrivano nuove accuse di razzismo

Il difensore decisivo nel derby. Ma sul web continuano a piovere accuse di razzismo sul giocatore nerazzurro: l'ultimo video alimenta la polemica

Pubblicato:

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

L’eroe della seconda stella dell’Inter è Francesco Acerbi, che ha sbloccato il derby dopo 18′ con il gol di testa su assist di Pavard. Il gol più pesante della stagione per il difensore che ha vissuto un’annata sulle montagne russe per via del caso dei presunti insulti razzisti rivolti a Juan Jesus. E intanto dal web arrivano nuove accuse.

Inter, Acerbi eroe del secondo scudetto coccolato da Inzaghi

L’Inter del ventesimo scudetto è stata un’infallibile macchina da gol. Ma quello più importante lo ha messo a segno Acerbi, 36 anni e leader della difesa meno battuta del torneo. In quel colpo di testa c’è tutto: la seconda stella nel derby, ma anche la voglia di riprendersi la scena dopo essere finito nell’occhio del ciclone per il caso razzismo nei cofronti di Juan Jesus in Inter-Napoli che gli ha impedito di prendere parte alla tournée negli Stati Uniti con la Nazionale. Nel post partita Inzaghi ha esaltato il centrale classe 1988 che ha fortemente voluto a Milano dopo l’esperienza condivisa a Milano. “Ho insistito tanto per averlo perché ci ho sempre contato”.

Razzismo, il caso Acerbi-Juan Jesus e la condanna della rete

Poco più di un mese fa Acerbi è stato travolto delle critiche dopo le accuse di frasi razziste denunciate da Juan Jesus durante e dopo Inter-Napoli ( “Mi ha detto ‘vai via, sei solo un negro‘). Il difensore dell’Inter, che ha negato le accuse dopo – stando a quanto dichiarato dal centrale brasiliano – essersi scusato, ha rischiato una maxi-squalifica e anche l’addio all’Inter. Ma alla fine è stato assolto dal Giudice Sportivo per mancanza di prove. Niente stangata. Niente campionato concluso in anticipo. E gol decisivo per lo scudetto. Sul web in tanti non dimenticano quanto successo. “L’Inter ha messo in campo Acerbi, che doveva essere squalificato e che lo sarebbe stato se avesse indossato una maglia con strisce differenti. Ha pure segnato il gol scudetto. Epilogo naturale di un campionato vinto anche grazie a arbitraggi scandalosi e Var. Ma nessuno lo ricorderà” commenta su X Stefano.

Spunta un nuovo video: l’ultima accusa di razzismo rivolta ad Acerbi

Sui social circola un video dei festeggiamenti dell’Inter a San Siro, in cui vede Thuram a torso nudo e Acerbi transitare dalle sue parti con aria perplessa. Nulla di eclatante, per carità. Ma tanto è bastato per dare il via a una nuova polemica con il difensore ancora sul banco degli imputati. “Avete ancora dubbi sul suo pensiero razzista?” scrive Soqquadro. Piuttosto in tanto rimarcano il fatto che Acerbi non sarebbe dovuto essere in campo se gli fossero state comminate le dieci giornate di squalifica paventate. E ce n’è anche per il presidente della Figc Gravina. “Al di là se l’abbia fatto dopo la mancata squalifica, Gravina vorrà sicuramente abbracciare Acerbi, stavolta per festeggiare insieme lo scudetto” scrive Passione Gobba.

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...