Fiorentina-Juventus: origini della rivalità tra veleni e sfottò

By Virgilio Sport

Pubblicato il 13 settembre 2019

Immagine Ansa

All’origine dell’odio

La madre della rivalità tra Fiorentina e Juventus risale al lontano 1982. Ultima giornata, bianconeri e viola a pari punti. La Juve passa a Catanzaro con un rigore di Liam Brady vincendo così lo scudetto della seconda stella

Immagine Ansa

Viola di rabbia!

Il gol di Graziani a Cagliari invece fu annullato per un fallo molto ''presunto ''di Daniel Bertoni su un difensore sardo, così il match termino' sullo 0-0. Nacque così lo slogan: “Meglio secondi che ladri”.

Immagine Ansa

Uefa alla Juve tra le polemiche

Nel 1990 Juve e Fiorentina si giocano la finale di Coppa Uefa. A Torino 3-1 per i bianconeri ma proteste viola per un gol "dubbio". Tafferuglio al Comunale e al ritorno Franchi squalificato. Si gioca sul neutro di Avellino: lo 0-0 regala la Coppa alla squadra di Zoff. Male Baggio in odore di Juve

Immagine Ansa

Baggio si tinge di bianconero

Ed infatti il giorno dopo la finale di Coppa Uefa la Juventus annuncia di aver preso Baggio idolo di Firenze che scende in piazza contro la proprietà viola

Immagine Ansa

Baggio, il gran rifiuto

Baggio giocò la sua prima gara da rivale a Firenze il 7 aprile 1991 e si rifiutò di battere un rigore (poi fallito da De Agostini). Uscì dal campo raccogliendo una sciarpa della Fiorentina.

Immagine Ansa

Firenze mostra Re Leone

26 gennaio 1992: la Fiorentina batte nettamente la Juventus, la prima rete porta la firma di Batistuta in un Franchi festante

Immagine Ansa

Baggio e Dunga insieme

Roberto Baggio e Carlos Dunga escono abbracciati dal campo al termine di Firentina-Juventus allo stadio Artemio Franchi di Firenze. I viola vincono la partita per 2-0.

Immagine Ansa

Capolavoro Del Piero

Si gioca a Torino ma è impossibile non ricordare la prima vera grande perla di Alex Del Piero in una memorabile rimonta della Juve, da 0-2 a 3-2 con un gran gol al volo di Pinturicchio

Immagine Ansa

Un gol alla Pinturicchio

4 dicembre 1994: contro la Fiorentina è nata una stella, Alex Del Piero

Immagine Ansa

Baggio tira e segna

Nella gara di ritorno, '95, il protagonista sarà ancora Baggio che stavolta tira e segna un rigore contro la sua Fiorentina in un 4-1 che sa di scudetto, il primo dell'era Lippi

Immagine Ansa

Batigol segna ancora

Il 13 dicembre '98 la Fiorentina con Trap in panca torna a sognare in grande, ancora Batistuta batte la Juve con un gran colpo di testa

Immagine Ansa

Non solo Baggio…

Tanti i giocatori che hanno vestito le due maglie, in particolare molti hanno fatto la tratta inversa Torino-Firenze, tra questi Di Livio

Immagine Ansa

Non solo Baggio…

Un altro reduce dell'ultima Champions Juve, Moreno Torricelli nel finale di carriera ha vestito la maglia viola

Immagine Ansa

Non solo Baggio…

Ma anche un giovanissimo e capelluto Giorgio Chiellini che nel 2004 viene dato in prestito proprio dalla Juve alla Fiorentina

Immagine Ansa

Lotta in campo…

Il 4 dicembre 2005 la Juventus di Capello espugna Firenze con un gol in zona Cesarini di Camoranesi

Immagine Ansa

…e guerra fuori

Agenti della Polizia di Stato di Firenze costretti a caricare le tifoserie. Polizia e carabinieri li hanno fermati e respinti con lanci di lacrimogeni e cariche di alleggerimento.

Immagine Ansa

La grande rimonta viola in Rossi

Nell’ottobre 2013, la Fiorentina rivoltò in un quarto d’ora la Juve campione d'Italia avanti 2-0 con Tevez e Pogba

Immagine Ansa

Remuntada viola colored by Rossi

A scatenarsi è il talento poi sfortunato di Pepito Rossi che segna una tripletta in pochi minuti, 4-2 suggellato da Joaquin

Immagine Ansa

Juve ancora “Europea”

L'Europa sorride ancora ancora alla Juve e non alla Fiorentina. Una punizione di Pirlo espugna il Franchi ed elimina i viola dall'EL nel 2014

Immagine Ansa

Dominio Juve a firma Cr7

Le ultime sfide si sono tinte di bianconero con la Juve che vince da 4 sfide di fila di cui due al Franchi

Immagine Ansa

Dominio Juve a firma Cr7

Lo scorso anno arrivò un netto 3-0 con reti di Bentancur, Chiellini e Ronaldo su rigore

Immagine Ansa

Il punto più basso

Ma proprio nell'ultimo match a Firenze si è toccato il punto più basso della rivalità. Scritte oltraggiose contro la memoria dei morti dell'Heysel e Gaetano Scirea compaiono nei pressi del Franchi. Una vergogna per tutta la tifoseria viola che speriamo non si ripeta mai più

Immagine Ansa