Virgilio Sport

Milan, i tifosi divisi su De Ketelaere, ma è Di Bello che scatena la bufera web

Il Milan perde contro la Fiorentina e sui social si scatenano dibattiti e critiche: fanno discutere in particolare De Ketelaere, Rebic, Pioli e l'arbitro Di Bello

04-03-2023 22:49

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

Dopo tre vittorie di fila in campionato ed il successo in casa negli ottavi di Champions contro il Tottenham, il Milan stecca all’Artemio Franchi perdendo per 2-1 contro la Fiorentina. Una partita che ha offerto molti spunti, va da sé generalmente molto polemici, da parte dei tifosi che hanno commentato sui social.

De Ketelaere, poche luci e molte ombre per i tifosi

Tanto per cominciare, tutta la curiosità, l’attenzione o anche l’apprensione (a seconda dei punti di vista) erano focalizzate sulla prima da titolare in trasferta per Charles De Ketelaere, prospetto di belle speranze rimasto generalmente tale sulla carta e che non giocava dal primo minuto fuori casa dallo scorso ottobre, quando il Milan andò a trovare l’Empoli. “Sogno che sia la mia notte. Spero di poter fare quello che Maldini pensa di me”, aveva dichiarato il belga alla vigilia della gara, e persino il compagno di squadra Leao (ammonito nel precedente match contro l’Atalanta, ed essendo diffidato ha dovuto saltare l’incontro al Franchi) aveva preconizzato un gol del belga contro i viola, mettendo nero su bianco la sua previsione in una storia sul suo Instagram.

Insomma, doveva essere la serata del ragazzo ex Bruges, una specie di profezia autoavverante. Ahilui, solo a tratti ci siamo andati vicino, con un clima di generale delusione intorno al belga da parte della piazza rossonera nei primi 45 minuti, fatto salvo un notevole guizzo alla fine del primo tempo (un cross per servire Messias e che poteva essere una palla gol) e successivamente qualche buono spunto alla ripresa. “I primi 30’ di De Ketelaere si riassumono in un passaggio all’indietro quando avrebbe potuto puntare il difensore sulla trequarti avversaria”, scrive un tifoso su Twitter. Un altro gli fa eco: “De Ketelaere non mi dà mai la sensazione di essere pericoloso”; e ancora, sui social si leggono commenti del tipo “De Ketelaere quando decide di giocare al posto di nascondersi?”, “Scusate ma non era meglio Daniel Maldini di De Ketelaere?”, e così via.

Da uno spettatore dall’estero arriva poi questa analisi su Twitter, che merita di essere riportata: “De Ketelaere deve essere più mobile e mettersi in posizione per dare ai suoi compagni di squadra un’opzione di passaggio. Sta giocando in qualità di numero 10. Questo dovrebbe essere il suo lavoro in quel ruolo. Ma finora sta giocando come un fantasma. Potrebbe essere meglio di così e ne ha l’intelligenza, ma non riesce a dimostrarlo”. Il giornalista Giovanni Capuano spedisce dietro la lavagna il giocatore (“Altra partita da 5 in pagella. Anonimo”), mentre un tifoso caldeggia invece una tesi opposta: “De Ketelaere migliore in campo del Milan stasera. Non ci sono discussioni”.

I tifosi bocciano senza appello Rebic e promuovono Maignan

E se almeno CDK ha ricevuto qualche plauso per l’iniziativa a favore di Messias e per l’intraprendenza finalmente mostrata nel secondo tempo (tant’è che c’è chi scrive testuale su Twitter: “Oggi se c’è uno da salvare è proprio De Ketelaere. Buoni spunti in quei 10 minuti che abbiamo fatto bene dopo il gol”), chi invece è bocciato su tutta la linea è Rebic, inibito come il belga dall’azione efficace del centrocampo e della difesa viola: insomma, i supporti di Giroud almeno nel primo tempo non hanno funzionato a dovere, specialmente il croato. “Un’alternativa a Rebic proprio non c’era? Perché per me andrebbe bene pure il primo che passa fuori dallo stadio adesso”, “Quanto tempo dovremo sopportare ancora Rebic?”, questi alcuni dei commenti critici che sono circolati sul web.

Lodi invece per Maignan, che nel primo tempo è stato colui che ha toccato più palloni della sua squadra: “45 minuti di una qualità fuori dal mondo. E’ ovunque, sulle fasce, a centrocampo, difensore centrale. Costruisce, detta i tempi, sta facendo una partita di una qualità che pochi possono capire, molti non notano neanche. Ora abbiamo un gioco dal basso”, si legge sui social, mentre un tifoso propone questa sintesi: “Questo primo tempo ci ha ricordato che giocare con Maignan fa tutta la differenza del mondo”.

Pioli sotto accusa

Ma alla fine chi non può esimersi dall’essere trascinato sul banco degli imputati social è il tecnico Pioli. Si rimproverano i cambi, come quello al secondo tempo che ha visto entrare Bakayoko al posto di Bennacer: “Perché Bakayoko… Non ne trovo il senso di schierare un giocatore in pensione da due anni ,e che aspetta solo giugno per andare via… “; un altro tifoso scrive: “Se si perde questa importante partita, la colpa è principalmente di Pioli: puoi anche sbagliare la formazione iniziale, ma poi devi saper fare i correttivi necessari”.

Ma è l’arbitro Di Bello ad attirare critiche ancora più feroci

In occasione del gol su rigore della Fiorentina, la pagina ComunqueMilan aggiunge inoltre una nota polemica nei confronti del direttore di gara, reo in particolare per l’ammonizione ai danni di Messias ma su fallo appartenente in realtà al viola Biraghi: “Rigore calciato in porta da Gonzalez, che batte Maignan e pone fine ai nostri cleansheet: con tutte le occasioni che abbiamo concesso, abbiamo preso gol nel modo più idiota, ma siamo felici per l’arbitro Di Bello che si vedeva che ci teneva”.

Restando sul fischietto, ha fatto discutere il caso del rigore per il Milan poi annullato dal Var. Scrive un commentatore social: “A questo punto la domanda sorge spontanea: ma Di Bello cosa ha visto sull’angolo? E senza Var di cosa staremmo parlando ora?”. E ancora, altri scrivono: “Inspiegabile ciò che ha visto Di Bello”, “Comunque Di Bello un disastro. Forse manco in serie C. Inverte tutto sbaglia tutto. Mamma mia”, “Di Bello sta arbitrando in maniera semplicemente imbarazzante: indeciso su tanti fischi, condizionato dall’ambiente sulla gestione dei cartelloni e poi una svista clamorosa nell’assegnazione del rigore”.

Un altro commentatore chiosa in maniera perfida mettendo al tappetto due principali protagonisti (in negativo per la piazza social) di questo match della 25esima giornata di Serie A: “L’arbitro non ci sta capendo nulla, ma dal minuto 1, eh. L’unico che ci sta capendo meno di lui è Stefano Pioli. Anime gemelle”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...