Virgilio Sport

Francia, vietato toccare Zidane: sospeso il presidente della Federcalcio Le Graet, il web si scatena

Il massimo dirigente della FFF era stato criticato per le sue frasi su Zinedine e accusato di molestie sessuali da parte della procuratrice Sonia Douid

Pubblicato:

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

In Francia Noel Le Graet è stato sospeso dall’incarico di presidente della Federcalcio: il massimo dirigente della FFF paga dunque le frasi irrispettose pronunciate nei giorni scorsi nei confronti di Zinedine Zidane e le accuse di molestie sessuali lanciategli dalla procuratrice Sonia Douid. Mentre la stampa indica nel vice Philippe Diallo il suo possibile successore, il web si scatena nei commenti.

Francia, sospeso il presidente FFF Le Graet

In carica dal 2011, Noel Le Graet è stato momentaneamente esautorato dall’incarico di presidente della FFF, la Federcalcio francese. Un provvedimento seguito all’audit voluto dal Governo di Macron per indagare sui comportamenti del massimo dirigente all’interno della federazione e di possibili abusi da lui commessi nei suoi anni di presidenza. L’inchiesta durerà due settimane e si concluderà a fine gennaio: fino ad allora Le Graet resterà sospeso, ma il suo destino pare ormai segnato.

Francia indignata per le frasi su Zidane e le molestie

Il presidente della FFF era finito nell’occhio del ciclone per la frase con cui aveva liquidato la candidatura, avanzata dai media francesi, di Zinedine Zidane al ruolo di c.t. della Francia. “Zidane può andare dove vuole, in un club, in una Nazionale, non seguo quanto lo riguarda – aveva dichiarato Le Graet nell’annunciare il rinnovo fino al 2026 del contratto dell’attuale c.t., Didier Deschamps -. Se ha cercato di contattarmi? Certamente no, non gli avrei nemmeno risposto al telefono. Non abbiamo mai pensato di separarci da Deschamps”.

Frasi che avevano indignato l’opinione pubblica francese, dato che oltralpe Zidane resta un’autentica istituzione. Ma la situazione di Le Graet è decisamente peggiorata quando la procuratrice Sonia Douid ha rivelato le insistite e non gradite avances ricevute dal presidente della FFF in diverse occasioni.

“In quei 4 anni il presidente della Federazione ha flirtato con me ogni volta. Mi chiedeva di vederci, mi invitava a casa sua, è successo non so quante volte. L’unica cosa che voleva è che condividessimo il letto, mi vedeva solo come ‘due tette e un c…’. Psicologicamente è stato molto difficile e sono rimasta delusa. Il presidente dovrebbe essere una figura esemplare, lui non lo era. Ma si sente intoccabile”, la denuncia di Douid.

Le Graet, per i tifosi è merito di Zidane

Nelle due settimane di sospensione, Le Graet sarà sostituito nelle sue mansioni da Philippe Diallo, attuale numero 2 della FFF. Intanto, la notizia della sua estromissione dalla Federcalcio francese ha suscitato la reazione degli appassionati di calcio sul web: per i tifosi sono state proprio le frasi su Zidane a costargli la poltrona.

“La storia ricorderà che a far cadere ‘L’intoccabile Le Graet’ non sono state nemmeno le accuse di abusi sessuali ma l’aver toccato il prezioso nome di Zinedine Zidane. La grandezza di Zidane è incredibile”, sottolinea su Twitter Liver. “Il razzismo non fa nulla. Le molestie sessuali non importano. Ma guai a mancare di rispetto a Zidane…”, aggiunge Julien. “Se non avesse insultato Zidane probabilmente non sarebbe stato messo spalle al muro per le molestie. Non mi pare giusto”, il parere di Marco.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...