Virgilio Sport

Giro di Sicilia: l'emozione dello "Squalo"

Il campione messinese della Trek-Segafredo si è aggiudicato la corsa di casa conquistando in solitaria l'ultima tappa con arrivo a Mascali: non alzava le braccia al cielo dal 27 luglio 2019.

Pubblicato:

Giro di Sicilia: l'emozione dello "Squalo" Fonte: Getty images

Dopo i due successi consecutivi di Juan Sebastian Molano e la vittoria di ieri dello spagnolo Alejandro Valverde, a Mascali arriva finalmente il primo successo tricolore al Giro di Sicilia.

A conquistare l’ultima tappa infatti è l’idolo di casa Vincenzo Nibali che, grazie a un attacco portato a 22 chilometri dal traguardo sulla salita di Sciara di Scorciavacca, va a vincere in solitaria la frazione interrompendo un digiuno lungo più di due anni (ultimo successo il 27 luglio 2019 al Tour de France).

Con quest’affermazione, lo “Squalo” ribalta anche la classifica generale salendo in prima posizione davanti a Valverde (2° a 46″) e Covi (3° a 49″), entrambi staccati dal messinese nel finale di oggi.

Per Nibali quindi, dopo due stagioni piuttosto complicate, arriva il primo “urrà” con la Trek-Segafredo, squadra che saluterà a fine anno per tornare all’Astana.

“È un’emozione incredibile, era un po’ che la vittoria non arrivava, avevo avuto anche alcuni problemi fisici” ha dichiarato subito dopo l’arrivo. “Bellissimo vincere sulle strade dove pedalavo da bambino, vedere i miei amici d’infanzia, i miei cugini…è difficile poter esprimere l’emozione che sta esplodendo dentro di me”.

Nibali poi, seppur molto emozionato, ha provato a spiegare l’andamento della tappa: “Questo versante della salita non lo conoscevo bene, ma conoscevo bene la discesa. Quando ho visto che l’andatura si è abbassata, ho pensato di picchiare duro. Sentivo alla radio che qualcuno provava ad avvicinarsi, ma poi non riusciva e quindi il passo era buono. La discesa la conoscevo, ho sbagliato anche una curva, ho perso un attimo la concentrazione, ma sono davvero contento. La squadra mi ha dato grandissima fiducia”.

Nibali ora, confortato dal successo ritrovato sulle strade di casa, proverà a dare seguito all’exploit siciliano misurandosi con le classiche italiane di fine stagione fra le quali spicca Il Lombardia di sabato 9 ottobre.

Di seguito l’ordine d’arrivo e la classifica generale finale dopo la quarta tappa.

ORDINE D’ARRIVO

1. Vincenzo Nibali (ITA/Trek-Segafredo) – 4:24:29
2. Simone Ravanelli (ITA/Androni Giocattoli) a 0:49
3. Alessandro Covi (ITA/UAE Emirates) a 0:49
4. Romain Bardet (FRA/Dsm) a 0:49
5. Jhonatan Restrepo (COL/Androni Giocattoli) a 0:49
6. Alejandro Valverde (ESP/Movistar) a 0:49
7. Simone Velasco (ITA/Gazprom-RusVelo) a 0:49
8. Lorenzo Fortunato (ITA/Eolo-Kometa) a 0:49
9. Thymen Arensman (NED/Dsm) a 0:49
10. David de la Cruz (ESP/UAE Emirates) a 0:49

CLASSIFICA GENERALE

1. Vincenzo Nibali (ITA/Trek-Segafredo) – 18:09:50
2. Alejandro Valverde (ESP/Movistar) a 0:46
3. Alessandro Covi (ITA/UAE Emirates) a 0:49
4. Jhonatan Restrepo (COL/Androni Giocattoli) a 0:55
5. Romain Bardet (FRA/Dsm) a 0:58
6. Simone Velasco (ITA/Gazprom-RusVelo) a 0:59
7. Thymen Arensman (NED/Dsm) a 0:59
8. Lorenzo Fortunato (ITA/Eolo-Kometa) a 0:59
9. Niklas Eg (DEN/Trek-Segafredo) a 0:59
10. Simone Ravanelli (ITA/Androni Giocattoli) a 1:03

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...