,,
Virgilio Sport

Guild Esports cosa succede? Il team di David Beckham perde 4 milioni

Il progetto eSports dell'ex stella del calcio mondiale sembrerebbe essere nel caso. Perdite stimate di oltre 4 milioni e taglio netto del personale. E' già la fine? 

08-07-2022 13:33

Francesco Basile

Francesco Basile

eSport Web Editor

Nato con i videogame, è già un superesperto di eSports. Ha fatto nascere diverse iniziative di settore e sa tutto, ma veramente tutto, di quello che ruota dentro e intorno al mondo dello sport virtuale. Per Virgilio Sport approfondisce e racconta l’eSport a 360 gradi con l’esperienza di un giovanissimo veterano.

Guild Esports cosa succede? Il team di David Beckham perde 4 milioni

Il progetto eSports dell’ex stella del calcio mondiale sembrerebbe essere nel caso. Perdite stimate di oltre 4 milioni e taglio netto del personale. E’ già la fine?

I nuovi investimenti e la crisi societaria

Guild Esports, è un’organizzazione conosciuta a livello globale per il suo progetto e soprattutto perché il brand ambassador, nonché uno dei fondatori è David Beckham. Quest’ultimo ha costruito l’intero progetto su fondamenta apparentemente solide. Un team completo, con un accademy ed inoltre Guild Esports è stata la prima azienda esports ad essere quotata in borsa, precisamente nella Londos Stock Exchange.  La società ha firmato una partnership importante con la società blockchain Bitstamp, ma questa è arrivata dopo la conclusione con fintech, che sembrerebbe essere pesata molto sulle casse societarie.

Le motivazioni dietro questo crollo

La società  ha registrato perdite di 4,28 milioni di sterline nel 2021. Le possibili motivazioni dietro questa crisi arrivano direttamente dalle parole della società che ha spiegato come gli investimenti nel team, così come la creazione di contenuti e la sua accademia, siano i motivi principali dell’aumento delle perdite.

Di conseguenza a causa dell ‘”incertezza economica globale” e delle “condizioni difficili del mercato dei capitali”, quest’ultima è stata costretta a diverse operazioni per dimezzare i costi, proprio come quella di licenziare gran parte del personale. E’ stata registrata infatti una riduzione del numero di membri del personale con l’obiettivo di ridurre la sua base di costo di circa il 20% per la seconda metà del 2022.

La reazione dei dipendenti

Non sono tardate le reazioni da parte dei dipendenti coinvolti e non solo. Tramite Twitter, l’ex direttore degli Esports di Guild Esports, Grant Rousseau, ha dichiarato di aver lasciato l’azienda di proposito pur di non voler essere complice del  “taglio dei costi”. Lo stesso è stato detto da George Hughes, ex Esports Manager dell’azienda, nonché dal video editor Jakub Klajn. Tutti gli ex dipendenti hanno evidenziato la loro frustrazione mentre erano nell’organizzazione.

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...