Virgilio Sport

Hamilton: individuato l'hater, lavora in F1. I retroscena dell'indagine

Una scuderia di Formula 1 ha avviato un'indagine interna per risalire al responsabile di oltre un anno di insulti al 7 volte campione del mondo Hamilton

03-05-2022 10:30

Luca Fusco

Luca Fusco

Giornalista

Giornalista multimediale. Quando si accendono i motori, lui sgasa, impenna, derapa. E spesso e volentieri finisce sul podio

Potrebbe avere presto un nome l’hater seriale di Lewis Hamilton. Un vero e proprio stalker multimediale. E la cosa più incredibile è che, stando alle ultimissime notizie, la persona, che nascondendosi dietro un profilo fake, ha pesantemente insultato Hamilton negli ultimi 16 mesi, lavorerebbe proprio in Formula 1, in una ex scuderia del 7 volte campione del mondo. Il team ha annunciato ufficialmente di aver avviato una indagine interna per risalire al responsabile. Non è la prima volta peraltro che il pilota inglese della Mercedes è vittima di attacchi social da parte di qualcuno riconducibile al circus.

Hamilton, pesanti insulti social per 16 mesi!

Gli insulti social nei confronti di Lewis Hamilton sarebbero cominciati quasi un anno e mezzo fa. “Che c…, finalmente! Non sopportavo di vederlo fare sempre bene” scrisse questo hater, con un profilo ovviamente fake, quando il pilota inglese, già campione del mondo, saltò il Gp del Bahrain 2020 perchè positivo al covid.

Ma non finisce qui perchè ogni volta che Hamilton era taggato in qualche post arrivava un insulto da questo profilo. Ad esempio lo scorso dicembre quando Lewis venne proclamato “Sir” a pochi giorni dalla sconfitta nel duello mondiale con Verstappen ad Abu Dhabi, tra i commenti si poteva leggere: “Oh, vaff….., premiato per avere la macchina più veloce della griglia. Che c….”. E ancora dopo la squalifica per vettura irregolare dopo le qualifiche di Interlagos, sempre lo scorso anno, l’hater scrisse: “Evvai!!! Fuori dalle p….!”.

Hater di Hamilton, la McLaren annuncia una indagine interna

“Riteniamo che questi commenti siano completamente in contrasto con i nostri valori e la nostra cultura. Prendiamo la questione estremamente sul serio e la stiamo indagando come priorità”.

Con questo messaggio sui propri account ufficiali la McLaren ha annunciato di aver avviato un’indagine interna per risalire al responsabile e colpevole di questi continui attacchi nei confronti di Hamilton. Gli account da cui sarebbero partiti gli insulti nel frattempo sono stati cancellati. Curiosamente la scuderia di Woking è la stessa con cui Hamilton ha mosso i primi passi in F1 esordendo giovanissimo nel 2007 e diventando campione del mondo per la prima volta nel 2008 al termine di un testa a testa fino all’ultima curva con la Ferrari di Massa..

Hamilton: hater in F1, il precedente

Se fosse appurato che questo hater seriale di Lewis Hamilton fosse un dipendente della McLaren, non sarebbe la prima volta che il 7 volte iridato inglese sia vittima di insulti social da una persona comunque riconducibile al mondo della Formula 1. Al Gran Premio di Arabia Saudita, a Jeddah, seconda gara del Mondiale 2022, un commissario di pista era stato allontanato dalla sua mansione dopo aver pubblicato messaggi sui social che auguravano ad Hamilton di essere vittima di un incidente.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Udinese - Salernitana
SERIE B:
Brescia - Palermo
Sudtirol - Lecco
Ternana - Parma

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...