Virgilio Sport

Immobile, in un video la svolta nelle indagini: i semafori non sarebbero in sincro

Il capitano della Lazio e il conducente del tram hanno sempre affermato di essere passati entrambi con il verde: questo filmato potrebbe aiutare alla reale sequenza dei fatti

03-05-2023 10:59

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Quel che era emerso dalla ricostruzione fornita da un tassista, e confermata da alcuni colleghi nella famigerata chat che fu citata tempo addietro da Il Messaggero, sembrerebbe trovare riscontro in questo video emerso nelle ultime ore e che sarebbe stato visionato dai vigili urbani. L’incidente, dunque, tra il SUV guidato dal capitano della Lazio Ciro Immobile e il tram 19 potrebbe essere avvenuto per un problema di coordinamento fra i semafori.

Insomma, così fosse non vi sarebbe contraddizione con le diverse versioni fornite dal calciatore e dall’autista del mezzo pubblico Atac.

Immobile, l’incidente e quel nuovo video

Un video di qualche secondo, del quale stamani parla Repubblica, che dimostra come l’impianto semaforico di piazza delle Cinque Giornate, zona Prati – che martedì sera sarebbe andato in tilt causando problemi di traffico -, sia interessato da improvvisi malfunzionamenti causati da problemi tecnici che non trovano per ora spiegazioni.

A fornirlo ai vigili urbani è stato un tassista che lo ha girato alla polizia di Roma Capitale, accreditando le segnalazioni sulla pericolosità di quell’incrocio a ridosso di Piazza Matteotti e la tesi secondo la quale le luci per gli automobilisti e quella per il conducente del tram non sono coordinate fra loro.

Il problema dei semafori

Perché questo filmato sarebbe così importante, dunque? Se quanto scritto sopra fosse confermato, potrebbe essere la svolta nell’accertamento delle responsabilità nel sinistro del 16 aprile scorso, all’incrocio teatro dello scontro tra il Land Rover Defender di Immobile e il tram 19 su cui viaggiavano la maggior parte dei feriti, oltre al capitano della Lazio e le sue due bambine.

Nessuno di loro, fortunatamente, avrebbe riportato ferite gravi: le due bambine sarebbero state trasferite in ospedale e la maggiore delle due avrebbe trascorso alcuni giorni ricoverata, per tenerla sotto osservazione dopo un colpo all’addome. In tutto sono 12 le persone contuse, compresi Ciro e le due figlie che erano con lui a bordo e che stava accompagnando a un saggio di danza. Ma il bilancio sarebbe potuto essere diverso.

Fonte: ANSA
Il ritorno di Immobile

Un impatto importante, che ha imposto cautela soprattutto nei riguardi delle bimbe che sono rientrate a casa e si stanno riprendendo. Immobile è già tornato in campo, recuperato dopo il contraccolpo subito nel sinistro stradale e in una fase delicata, sia per la squadra sia per sé.

Fin dalle prime battute subito dopo lo schianto molto violento, entrambi i conducenti hanno confermato in diverse occasioni di essere passati con il semaforo verde.

Una versione che il giocatore ha ribadito in diverse circostanze, anche alla presenza del suo avvocato Erdis Doraci, il quale ha ripetuto a media con un comunicato e assistito Immobile nell’esporre la versione fornita dal capitano della Lazio.

Agli agenti del rione Prati, che lo hanno ascoltato giovedì scorso, il calciatore avrebbe detto di essere passato con il semaforo acceso sul verde:

“Sono passato col verde, se fossi stato distratto non avrei potuto sterzare frenando immediatamente”, quanto trapelato e riportato a suo tempo da Repubblica.

Fonte: ANSA

Le testimonianze e il video del tassista

A rafforzare le loro posizioni anche un automobilista che aveva riferito ai vigili di aver assistito all’incidente fermo con la sua vettura con il rosso su Ponte Matteotti (e Immobile allora avrebbe avuto il verde) così come i passeggeri del 19 che avevano detto di aver visto partire il mezzo pubblico con il verde.

Roma Mobilità aveva però escluso malfunzionamenti, anche se ciò non ha impedito di certo che le indagini proseguissero e che la polizia municipale accertasse la fondatezza di questo video e delle indicazioni fornite da tassista e testimoni.

Una indagine complessa che, però, impone di approfondire che cosa sia accaduto quella domenica mattina quando, per pura fatalità, i presenti a quell’incrocio non hanno visto consumarsi davanti ai loro occhi una tragedia.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...