Virgilio Sport

Pagelle Inghilterra-Italia 3-1: Scamacca un'illusione, Barella lotta, Di Lorenzo e Scalvini pasticciano

L'Italia di Spalletti regge un tempo contro gli inglesi, poi sparisce: per il nuovo Ct si tratta del primo ko alla guida degli Azzurri, ora servono almeno quattro punti.

17-10-2023 22:48

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Prima sconfitta della gestione Spalletti. L’Italia s’arrende all’Inghilterra, che vince 3-1 a Wembley festeggiando la qualificazione a Euro 2024 con due turni d’anticipo. Gli Azzurri, invece, dovranno conquistare almeno quattro punti nelle sfide di novembre contro Macedonia del Nord e Ucraina per staccare il biglietto per la fase finale. Un’illusione il vantaggio di Scamacca e il buon primo tempo dell’Italia: nella ripresa gli inglesi salgono in cattedra, mentre Berardi e soci spariscono. Una lezione severa, insomma, anche se nulla è (ancora) compromesso.

Inghilterra-Italia, la chiave della partita

Spalletti ne cambia otto rispetto alla partita con Malta, lancia Scamacca ed El Shaarawy nel tridente, Cristante in mezzo al campo con Frattesi e Barella, Udogie a sinistra con Scalvini e Acerbi coppia centrale. Il punto fermo è Berardi sul fronte destro dell’attacco e proprio dal piede dell’attaccante del Sassuolo nasce l’azione del vantaggio al 15′: taglio di Di Lorenzo, cross basso, liscio di Frattesi e piattone vincente di Scamacca. L’Inghilterra, schierata da Southgate con un 4-2-3-1 piuttosto audace, subisce il colpo, anche perché fino a quel momento l’Italia non aveva mai oltrepassato la metà campo.

Gli Azzurri hanno spazi a disposizione, vanno vicini al raddoppio ancora con Scamacca, poi però vengono colti di sorpresa da un’accelerazione bruciante di Bellingham: contatto sospetto con Di Lorenzo in area, per Turpin è rigore, il VAR conferma. Dal dischetto Kane non perdona Donnarumma. Ma il finale di primo tempo è incoraggiante, con gli Azzurri un po’ più intraprendenti: Udogie impegna Pickford e Berardi non riesce a trovare il tempo per il tap-in sulla respinta.

La ripresa fa evaporare in fretta tutte le speranze e le sensazioni positive. Disarmante la facilità con cui Bellingham s’infila negli ampi spazi tra centrocampo e difesa, offrendo a Rashford il pallone per il 2-1. L’Italia non reagisce, a poco servono i tre cambi decisi da Spalletti, che lancia nella mischia Bastoni, Dimarco e Kean. Gli Azzurri non riescono più a costruire azioni significative e vengono puniti ancora da Kane, bravo a capitalizzare una frittata in condivisione tra Bastoni e Scalvini.

Cosa ha funzionato nell’Italia

Molto bene in avvio la catena di destra: da applausi l’azione che porta al vantaggio di Scamacca, con Berardi e Di Lorenzo che dialogano alla perfezione. Col passare dei minuti crescono pure El Shaarawy e Udogie, sulla sinistra: l’esterno del Tottenham meriterebbe il gol in chiusura di primo tempo. Bene anche il filtro dei centrocampisti, necessario a contrastare lo strapotere tecnico degli inglesi.

Rivivi le emozioni di Inghilterra-Italia

Cosa non ha funzionato tra gli Azzurri

Qualche brivido di troppo nelle situazioni di costruzione dal basso e un ‘buco’ in cui Bellingham s’è infilato da par suo: questi i limiti della prestazione dell’Italia nella prima parte di gara, insieme a un avvio forse eccessivamente timido. Nella ripresa concessa una prateria a Bellingham nell’azione del raddoppio, poi manca la reazione alla ricerca del pareggio.

Le pagelle dell’Italia

  • Donnarumma 6 – Pronto quando chiamato in causa, Kane lo spiazza sul rigore e Rashford lo fulmina col suo destro..
  • Di Lorenzo 5,5 – Bello l’assist per Scamacca, poi però commette fallo da rigore condito dal giallo: salterà la Macedonia del Nord.
  • Acerbi 6 – Guida la difesa con buona personalità, facendosi valere soprattutto sui palloni alti.
  • Scalvini 5 – Gioca un discreto primo tempo, nella ripresa perde in modo imbarazzante i duelli con Bellingham e Kane.
  • Udogie 6 – Cresce col passare dei minuti sfiorando il gol a un passo dall’intervallo. Esce in avvio di ripresa.
  • Frattesi 6 – Ci mette lo zampino con un velo…involontario nell’azione del gol, poi si fa vedere poco.
  • Cristante 5,5 – Litiga e fa a sportellate con gli avversari, ma servirebbe anche altro.
  • Barella 6 – Recupera palloni, corre, combatte: una prova di sostanza nel tempio del calcio.
  • Berardi 6 – Gioca un primo tempo delizioso, nel secondo tempo cala vistosamente un po’ come tutta l’Italia.
  • Scamacca 6,5 – Primo gol in Nazionale a Wembley contro gli inglesi: non è roba da poco. In pratica, però, fa solo quello.
  • El Shaarawy 6 – Dal suo piede nasce l’azione del vantaggio, poi si danna l’anima finché resta in campo.
  • Bastoni 5 – Entra quando l’Italia è appena finita sotto e commette un mezzo pasticcio in occasione del terzo gol inglese.
  • Dimarco 5,5 – Fa rimpiangere Udogie.
  • Kean 5,5 – Prende il posto di Scamacca giocando pochissimi palloni.
  • Raspadori SV
  • Orsolini SV
  • All. Spalletti 5,5 – Gli Azzurri tengono bene il campo per 45′, poi spariscono. Sconcertante soprattutto l’incapacità di reagire allo svantaggio.

Top e flop dell’Inghilterra

I top

  • Bellingham – Un’ira di Dio. Come aveva fatto a Napoli col Real Madrid, mette in imbarazzo Di Lorenzo, poi propizia il raddoppio di Rashford.
  • Rashford – Altro calciatore di qualità sopra la media, lo dimostra col missile rasoterra che porta gli inglesi in vantaggio.
  • Kane – Devastante. Segna dal dischetto e da centravanti vero, al termine di un’azione impressionante. Tanto di cappello.

I flop

  • Phillips – Falli, proteste, risatine: è un mistero che Turpin non lo punisca col secondo giallo a metà ripresa e infatti Southgate lo sostituisce.
  • Stones – In difficoltà nell’azione del momentaneo vantaggio azzurro, è il primo calciatore tolto dal campo dal suo Ct.

Inghilterra-Italia, il tabellino

Inghilterra-Italia 3-1

Inghilterra (4-2-3-1): Pickford; Walker, Stones (18′ st Guehi), Maguire, Trippier; Phillips (25′ st Henderson), Rice; Foden, Bellingham (39′ st Grealish), Rashford: Kane. All. Southgate

Italia (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Acerbi (18′ st Bastoni), Scalvini, Udogie (18′ st Dimarco); Frattesi, Cristante, Barella; Berardi (34′ st Raspadori), Scamacca (18′ st Kean), El Shaarawy (42′ st Orsolini). All. Spalletti

Arbitro: Turpin (Francia)
Reti: 15′ pt Scamacca, 32′ pt rig. Kane, 12′ st Rashford
Note: ammoniti Phillips, Udogie, Di Lorenzo, Scalvini. Angoli 2-2. Recupero: 3′ pt, 3′ st. Spettatori 83mila circa.

Insomma, una brutta serata per il calcio italiano, già scosso dalle clamorose rivelazioni di Fabrizio Corona sul caso scommesse, che oggi ha vissuto il suo momento clou col patteggiamento di Nicolò Fagioli.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Sassuolo - Napoli
Inter - Atalanta
SERIE B:
Venezia - Cittadella
Pisa - Modena

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...