,,
Virgilio Sport SPORT

Insulti social a Mihajlovic, immediata denuncia del Bologna

Tifosi felsinei in rivolta, il club notifica tutto a Facebook e alla polizia postale.

Da quando Sinisa Mihajlovic ha svelato il male con il quale sta combattendo, in tutti gli stadi d'Italia, i tifosi si sono schierati dalla parte dell'attuale allenatore del Bologna, incoraggiando e spronandolo a lottare come ha sempre fatto in campo e in panchina.

Purtroppo, qualcuno ha deciso di comportarsi in maniera differente, arrivando ad insultare il tecnico del Bologna con frasi inopportune che hanno scatenato la rivolta dei tifosi felsinei che, in maniera decisa, hanno mostrato il proprio disappunto. Post carichi d’odio, come “Mihajlovic che ha deciso? Presenzierà domenica contro la Roma o c’ha la bua pure stavolta? Giusto per sapere eh, visto che ogni volta cambia idea” o “Gol di Ramsey, RIP Sinisa”.

Il tutto è accaduto su una pagina di Facebook con circa 45 mila followers che, da tempo, ha preso di mira Sinisa Mihajlovic (ma non solo, offese anche a Gaetano Scirea e Davide Astori). Pesantissimo il livello delle ingiurie, dal tono decisamente deprecabile.

La pagina è già sparita dai radar. Appena la notizia è diventata di dominio pubblico, tutti i post, compresi quelli contro Sinisa Mihajlovic, sono spariti, così come la pagina. Ma il Bologna ha comunque deciso di andare fino in fondo.

Il club felsineo, infatti, ha scelto di denunciare il tutto al social network e alla polizia postale per individuare i responsabili. Una presa di posizione doverosa che è stata commentata positivamente dall'intero popolo rossoblu e da tanti altri utenti di altre fedi calcistiche.

Per i gestori della pagina, potrebbero esserci, nell'immediato futuro, conseguenze importanti. Una campagna d'odio che potrebbe finire malissimo per chi si è divertito ad offendere, insultare e augurare una rapida morte a Sinisa Mihajlovic.

SPORTAL.IT | 23-09-2019 08:41

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...