Virgilio Sport

Inter, parte la programmazione: deciso il futuro di due big

Il presidente Steven Zhang è arrivato a Milano: Antonio Conte e Beppe Marotta sono in attesa di certezze sul budget a disposizione per il mercato estivo.

Pubblicato:

Dopo sei, lunghi mesi di assenza Steven Zhang è tornato a Milano. Il presidente dell’Inter è sbarcato poco dopo le 13 di giovedì nel quartier generale nerazzurro di Viale della Liberazione.

Se solo con due o con nove giorni di anticipo rispetto alla festa scudetto lo si saprà solo nel tardo pomeriggio di domenica 2 maggio, quando saranno scese in campo anche Atalanta, Milan, Juventus e Napoli, ovvero le inseguitrici più immediate (si fa per dire…) della squadra di Antonio Conte, che giocherà in anticipo sabato 1 a Crotone.

Si tratta comunque di dettagli, perché dentro e fuori la società nerazzurra anche la scaramanzia ha ormai ceduto il passo al realismo per uno scudetto ormai in arrivo.

La lunga assenza di Zhang e di rappresentanti del gruppo Suning è coincisa con il difficile momento della crisi societaria, che dovrebbe venire arginata dall’imminente prestito ponte in arrivo da Bain Capital. Proprio questo sarà uno dei temi cruciali che il presidente dell’Inter affronterà nel suo soggiorno italiano insieme a quello dell’eventuale acquisizione da parte di Suning delle quote societarie al momento in mano a LionRock (31%).

A titolo conquistato, poi, si inizierà a tratteggiare la programmazione della prossima stagione che dovrà essere preceduta da un summit in cui lo stesso Zhang incontrerà Antonio Conte e Giuseppe Marotta, entrambi in attesa di buone notizie dalla proprietà circa la possibilità di tornare a investire in sede di mercato.

Le strategie dell’Inter del futuro dipenderanno infatti dal budget a disposizione dei dirigenti, al netto delle cessioni. Sul fronte uscite, tuttavia, non si prevedono sacrifici illustri: incedibile Romelu Lukaku, da blindare con il rinnovo Lautaro Martinez, non dovrebbero esserci sorprese neppure per Milan Skriniar, tra i migliori della stagione.

Situazione particolare e legata proprio al budget è quella di Samir Handanovic: in stand by il rinnovo fino al 2023, lo sloveno potrebbe restare fino a scadenza con alle spalle un vice emergente come il veronese Marco Silvestri, cui arrivare attraverso uno scambio con Ionut Radu. Ipotesi, questa, preferita rispetto al piano A che porterebbe a Juan Musso, argentino dell’Udinese valutato oltre 20 milioni.

Da decifrare anche la posizione di Christian Eriksen, rivalutatosi nel girone di ritorno, ma che potrebbe comunque partire a fronte di un’offerta importante. Quasi sicuro invece l’addio di Arturo Vidal: il cileno, tra le poche note negative dell’annata, è ormai finito ai margini tra scelte tecniche e infortuni e, come riporta ‘L’Equipe’ potrebbe approdare all’Olympique Marsiglia dove ad accoglierlo troverebbe il suo ex ct nel Cile Jorge Sampaoli.

Inter, parte la programmazione: deciso il futuro di due big Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...