,,
Virgilio Sport SPORT

Inter, primo sfogo per il taglio stipendi. Antonio Conte non parla

Serpeggia il malumore in casa Inter, l'agente di Bastoni sul piede di guerra: "Dal primo luglio cambia tutto se non rispettano gli accordi".

Dopo la festa, serpeggia il malumore in casa Inter per le questioni societarie sempre più pressanti e l’inevitabile taglio degli ingaggi dei giocatori. Suning stessa ha dato mandato a Steven Zhang di dare un netto taglio ai costi, e il presidente nerazzurro incontrerà ad uno ad uno tutti i giocatori, freschi di scudetto, per sensibilizzarli sul tema.

Si preannuncia battaglia. Il primo a farsi sentire è stato Alessandro Bastoni, tramite il suo agente Tullio Tinti, sul Corriere dello Sport: “Da 4 mesi abbiamo un accordo con Marotta, Ausilio e Antonello. Bastoni, lo ricordo, sta giocando con il contratto firmato tre anni fa, nonostante da due stagioni sia titolare dell’Inter e sia stato convocato in Nazionale. C’era la promessa di portare lo stipendio a un livello giusto e l’intesa a febbraio c’era, con tanto di mail di conferma scambiate”. 

“Mancava solo che il presidente tornasse dalla Cina per formalizzare il tutto. Non più tardi di venerdì mi è stato comunicato che il rinnovo non è saltato, ma che bisogna aspettare che sia firmato questo prestito che la società sta trattando. Onestamente sono cose che non mi sono mai capitate“.

“Bastoni ha la maglia addosso perché è interista. Rispetterà gli accordi perché ha ancora un contratto e anche io i contratti sono abituato a rispettarli. Se il club vorrà rinnovare alle cifre concordate, ok, altrimenti dall’1 luglio in poi le cose cambieranno. Sarò più chiaro: Bastoni e il suo agente sono contenti di rimanere all’Inter, ma bisogna che le cose vengano fatte in maniera normale, come in tutte le altre società”.

Come Bastoni, altri giocatori sono sul piede di guerra. Antonio Conte intanto resta in silenzio: la sua conferenza stampa della vigilia della partita contro la Roma è stata annullata per timore che le domande siano incentrate esclusivamente su temi extra calcistici. Il club temeva un altro sfogo del mister leccese, che anche nelle scorse settimane ha espresso parole chiare: per restare, vuole la garanzia che la squadra resterà competitiva e una maggior chiarezza nei programmi societari.

OMNISPORT | 11-05-2021 11:44

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...