Virgilio Sport

Inter-Verona 2-1 pagelle: Frattesi al cardiopalma, campioni d'inverno tra le proteste

Top e flop della partita Inter-Verona, valevole per la 19a giornata di serie A 2023/2024: bene l'attacco nerazzurro, soffre la difesa del Verona

Pubblicato:

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Scrive, commenta, racconta lo sport in tutte le sfaccettature. Tocca l'apice quando ha modo di concentrarsi sule interviste ai grandi protagonisti

La gioia, la paura, il delirio. L’Inter è campione d’inverno ma succede di tutto nella sfida all’ultimo sangue contro l’Hellas Verona, terminata per 2-1 con rete al 93′ di Frattesi fortemente contestata dall’Hellas che però aveva avuto la palla del pari al 100′ su rigore che Henry sbaglia. Si chiude il girone d’andata dei nerazzurri che hanno infranto anche il primato personale di Inzaghi di due anni fa di 46 punti. Al gol iniziale di Lautaro replica al 74′ Henry prima del pazzo pazzo finale. Il vero protagonista del match è il VAR: prima conferma la rete di Frattesi che era da annullare, poi nei minuti finali richiama l’arbitro Fabbri a rivedere un contatto tra Darmian e Magnani e assegna un rigore all’Hellas al 100′, sbagliato come detto da Henry che colpisce il legno. L’Inter si prende mezzo scudetto, il Verona precipita al terzultimo posto in classifica a quota 14 punti e con 11 sconfitte dall’inizio della stagione.

Inter-Verona, la chiave tattica della partita

Parte da subito forte il Verona che cerca di sfruttare la gamba dei suoi esterni e tiene il baricentro alto anziché subire la pressione offensiva dell’Inter. Inzaghi cerca la costruzione del gioco con tanti passaggi e verticalizzazioni per invertire l’inizio negativo dei nerazzurri e con questo sistema – arricchito da triangolazioni in velocità – trova il gol del vantaggio.

Nella seconda frazione di gioco Baroni inserisce Lazovic a sinistra per trovare maggiori spunti offensivi ma l’esterno d’attacco serbo resta troppo alto e non fa altro che danneggiare la difesa veronese nei recuperi. Baroni si accorge di ciò e sostituisce il terzino sinistro Doig per Cabal. L’Inter prova nuovi meccanismi di gioco: meno in verticale solo con Lautaro e sfrutta il doppio centrale d’attacco con Thuram per trovare il gol anche da palle alte fornite dagli esterni. Inzaghi cambia laterale destro, fuori Dumfries e dentro Darmian per cercare di arginare i movimenti offensivi di Lazovic. L’attacco del Verona resta troppo statico e crolla nel secondo tempo: fuori Djuric e dentro Henry al 73′ che trova il gol dopo un minuto dalla sua entrata in campo. Poi il folle finale che scatena polemiche infinite.

Clicca qui per rivivere tutte i momenti salienti di Inter-Verona

Inter, cosa ha funzionato

La fitta rete di passaggi disorienta gli avversari. Tante giocate pensanti e non improvvisate, molte occasioni create ma poco efficienti in avanti.

Inter, cosa non ha funzionato

Il pressing alto sulla difesa veronese non si è dimostrato efficace. I nerazzurri hanno attaccato per gran parte della partita ma dopo il primo gol hanno avuto una lunga fase di stallo in avanti.

Le pagelle dell’Inter

  • Sommer 6,5. Buona parata in avvio di match che evita un gol a freddo. Al 25′ salva centrale su un colpo di testa ravvicinato di Djuric.
  • Pavard 6. Regge per tutta la partita e viene sostituito da Frattesi (7) all’83’.
  • Acerbi 5.5. Si fa sorprendere da Henry appena entrato.
  • Bastoni 6. E’ il giocatore che completa il maggior numero di contrasti nella partita (66). Colpisce una traversa a pochi minuti dalla fine
  • Dumfries 5.5. Spinge durante i suoi 60 minuti in campo, meno abile nei recuperi difensivi sulla fascia. Nel secondo tempo Inzaghi gli preferisce Darmian per arginare Lazovic.
  • Barella 6. Abile nei passaggi, meno nei dribbling.
  • Calhanoglu 6,5. Bene in avvio di gara, cala solo alla distanza.
  • Mkhitaryan 7. Trova un assist nello stretto verso Lautaro che coglie impreparata la difesa veronese e lancia l’attaccante argentino sotto rete.
  • C.Augusto 6. Corre lungo la fascia sinistra ma finisce la benzina nel secondo tempo, prova a fornire soluzioni offensive ai compagni con i suoi cross ma non brilla nella prestazione.
  • Thuram 6,5. Prova colpi di alta classe al volo con tacchi e stop sensazionali, strappa applausi con coast to coast felici e resta pericoloso in area di rigore. Arnautovic (5.5 dal 72′). Si rende pericoloso in area ma non trova il gol: al 79′ respinge involontariamente una palla destinata al gol.
  • Lautaro Martinez 7.5. Parte fortissimo e trova un gol a tu per tu con il portiere: inserimento in area, stop e tiro che stende Montipò. E’ il secondo giocatore dell’Inter a segnare più di 15 gol (16 per lui e a meno uno da Icardi nel 2017-18) in un girone di andata. Il gol annullato per fuorigioco semiautomicatico al 48′ gli nega la gioia del raddoppio.

I top e flop del Verona

  • Henry 6. Dopo un minuto dalla sua entrata in campo trova il gol: tocca la palla con il ginocchio e sorprende Acerbi e Sommer. Sbaglia il rigore al 100′ colpendo il legno.
  • Duda 7.5. Duro nei contrasti, un mastino di centrocampo. Assist per Henry al 74′.
  • Mboula 5. Assente per tutto il primo tempo, al suo posto Lazovic che accende la gara con i suoi movimenti offensivi ma che poi viene espulso per proteste.
  • Doig 5.5. Cala nella seconda frazione di gioco con gli inserimenti sulla sua corsia degli esterni avversari.

Inter-Verona: il tabellino del match

INTER (3-5-2): Sommer; Pavard (83′ Frattesi), Acerbi, Bastoni; Dumfries (61′ Darmian), Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan (83′ Sanchez), Carlos Augusto (73′ Dimarco); Thuram (73′ Arnautovic), Lautaro Martinez. A disposizione: Audero, Di Gennaro, de Vrij, Bisseck, Asllani, Klaassen, Sensi. Allenatore: Inzaghi

VERONA (4-2-3-1): Montipò; Tchatchoua, Coppola, Magnani, Doig (73′ Cabal); Duda, Suslov; Ngonge, Folorunsho, Mboula (46′ Lazovic); Djuric (73′ Henry). A disposizione: Berardi, Perilli, Amione, Faraoni, Hongla, Kallon, Serdar, Saponara, Cruz, Pontes, Bonazzoli. Allenatore: Baroni

Arbitro: Fabbri (sez. Ravenna)
Reti: 13′ Lautaro Martinez; 75′ Henry (V); 93′ Frattesi
Note: Ammoniti: Suslov (V), Coppola (V). Espulsi: Lazovic (V). Recupero 1′ e 9′; spettatori 71.691

Clicca qui per rivedere tutti i risultati stagionali dell’Inter

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...