Virgilio Sport

Jelena Dokic, la confessione choc che scuote il tennis

L'ex ragazza prodigio dei primi anni 2000, la cui carriera e la cui vita sono state segnate dagli abusi subiti dal padre, commuove su Instagram: "Non dimenticherò mai il giorno in cui stavo per togliermi la vita".

Pubblicato:

Jelena Dokic, la confessione choc che scuote il tennis Fonte: Getty Images

Pochi altri sport come il tennis hanno avuto nella propria storia casi di tenniste prodigio, catapultate sulle prime pagine grazie ai propri risultati da minorenni, prima di precipitare in un buco nero che ha avuto il peggioramento delle performances sul campo solo come ultima conseguenza di drammi familiari per poco non sfociati in tragedie.

Jelena Dokic, dagli exploits sul campo al dramma degli abusi dal padre

Uno dei casi più famosi riguarda Jelena Dokic, serba classe 1983, trasferitasi in tenera età con la famiglia in Australia a causa della guerra nei Balcani.

Jelena è stata una campionessa prodigio a cavallo del nuovo millennio, con la semifinale di Wimbledon 2000 come miglior risultato in uno Slam e il 4° posto nel ranking WTA come apice in classifica di una carriera trasformatasi presto in un calvario e in un incubo a causa dei pessimi rapporti con il padre Damir, presenza costante e tutt’altro che pacifica alle partite della figlia, che avrebbe poi ammesso di aver subito abusi sessuali dall’uomo fino a essere costretta alla fuga.

La confessione di Jelena Dokic: “Ho pensato al suicidio”

Otto anni dopo l’addio definitivo ai campi, Jelena, oggi apprezzata commentatrice di tennis in Australia per Channel 9, ha nuovamente scosso nuovamente le coscienze degli appassionati attraverso un drammatico post sul proprio profilo Instagram.

Una foto di sé in lacrime e una lunga confessione nella quale la donna ha ammesso di aver pensato al suicidio, specificando drammaticamente anche data e ora, molto recente, della tragedia sfiorata. Quando la carriera era ormai finita da anni, ma gli spettri del passato erano ancora vivi.

“28 aprile 2022. A momenti saltavo giù dal mio balcone del 26° piano per togliermi la vita. Non dimenticherò mai quel giorno.

Tutto è sfocato, tutto è buio – ha scritto la Dokic – Non c’è suono, non c’è immagine, nulla ha senso… solo lacrime, tristezza, depressione, ansia e dolore. Gli ultimi sei mesi sono stati duri.

Un pianto continuo, ovunque. Dal nascondersi nel bagno a lavoro all’asciugarmi le lacrime così che nessuno vedesse a quando ero a casa tra quattro mura, era diventato tutto insostenibile. Costanti sensazioni di tristezza e dolore non se ne andavano e la mia vita era stata distrutta.

Incolpo me stessa, non credo sia meritevole di essere amata e ho paura. So che ci sono molte cose di cui posso essere grata, ma poi comincio a odiare me stessa perché mi sento così e voglio solo farla finita. È un circolo vizioso nella mia testa.

Sono stata veramente al limite, non so come ce l’abbia poi fatta. Forse essere una professionista aiuta, mi ha salvato la vita. Questo non è facile da scrivere, ma sono sempre stata aperta e onesta e vulnerabile con voi e credo fermamente nel potere di condividere le nostre storie per attraversare questi momenti aiutandoci l’un l’altro.

Scrivo questo perché so che non sono l’unica a vivere questi momenti. Sappiate che non siete soli. Non vi dico che ora sto bene, ma sto sicuramente meglio e sono su una strada migliore. Non vergognatevi di cosa state provando.

Va bene sentirsi così, e potete reagire. È possibile, credeteci. Vi voglio bene, e sono qui per lottare e sopravvivere per vivere un giorno in più. Tornerò più forte di prima” .

Dokic, una carriera segnata dai drammi

Dokic, che dopo essere precipitata oltre la posizione numero 400 del ranking nel 2008 ha parzialmente risalito la china nel 2009, raggiungendo i quarti di finale agli Australian Open e vincendo due anni dopo il torneo di Kuala Lumpur, si è ritirata definitivamente nel 2014 e tre anni dopo ha pubblicato un’autobiografia dal titolo emblematico “Unbreakable – Jelena Dokic”, nella quale ha raccontato i drammi vissuti durante la propria giovinezza.

Ora, l’ulteriore confessione che getta un’altra ombra di inquietudine su un’esistenza troppo sofferta.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...