,,
Virgilio Sport

“Juve, con Sarri non stai imparando niente”. E sul web è polemica

Maurizio Crosetti attacca il tecnico bianconero dopo il k.o. di Roma

09-12-2019 10:29

“Juve, con Sarri non stai imparando niente”. E sul web è polemica Fonte: 123RF

Non c’è più la solidità del passato e non c’è ancora il gioco che tutti si aspettavano. Queste le ragioni che Maurizio Crosetti indica per descrivere le difficoltà di Maurizio Sarri in questo momento della stagione sulla panchina della Juventus. 

Contro la Lazio i bianconeri hanno perso mostrando una fragilità difensiva sconosciuta in passato al mondo Juve, mentre in avanti – nonostante l’enorme potenziale a disposizione – Cristiano Ronaldo e compagni non riescono ad esprimere quella fluidità di gioco che ci si attenderebbe da una squadra allenata dal tecnico toscano.

L’ATTACCO. Su Repubblica Crosetti attacca duramente Sarri, riproponendo ancora una volta il paragone con il suo predecessore. “Sarri ha una faccia non poco spaesata”, scrive Crosetti, che poi rimarca come il tecnico toscano abbia preso il posto di Max Allegri “senza, per il momento, far capire perché”. 

“Sarri è il facile reso difficile attraverso l’inutile”, aggiunge il giornalista, rievocando con rammarico il “resultatismo” di allegria memoria. Il problema principale della Juve di Sarri è la difesa: già 15 le reti subite contro le 8 della passata stagione. Ma ci sono anche altri numeri che dovrebbero far preoccupare gli juventini. 

Crosetti ricorda come la Juventus sia quinta come media-gol, quarta per numero di tiri e per possesso palla (“che non fa vincere”, ricorda il giornalista) e quinta come chilometri percorsi, statistica dominata dall’Inter di Conte. 

Soprattutto, la Juve di oggi non sfrutta il gioco aereo. ”È sedicesima per numero di cross (qui si porta palla e non si crossa) e per gol di testa, un tempo la specialità della casa ma c’era Marione, buttato via”, l’attacco di Crosetti sull’idea di accantonare Mandzukic. 

“Forse è il prezzo da pagare all’apprendistato, ma per apprendere cosa? Difesa alta in campo e bassa di rendimento?”, si chiede ancora Crosetti, mostrando quelli che sono i dubbi di molti juventini. 

TIFOSI PREOCCUPATI. Dal canto loro, sui social, molti tifosi bianconeri esprimono le stesse perplessità di Crosetti. “Ma sì – scrive Alberto su una delle pagine Facebook dedicate alla Juve -, regaliamo un campionato sull’altare del cambio di mentalità, del bel gioco. Ma già che ci siamo, regaliamo anche tutte le coppe possibili. Che ce frega? Tanto ci stiamo divertendo un sacco col bel gioco…degli avversari (Genoa, Bologna, Lokomotiv, Milan, Sassuolo, Lazio…)”. 

“La fase difensiva fa ridere in molte occasioni”, attacca Antonino, mentre Enzo rispolvera un paragone amaro per la Juve: “aleggia nell’aria l’ombra di Maifredi che pretendeva di far giocare Brio a zona…”. 

E Angelo torna sui numeri: “Avete rotto le scatole con questo cambio di mentalità. Qua si sta parlando di 7 punti in meno dell’anno scorso, gol fatti e subiti una bella differenza, un gioco che non c’è”.    

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...