Virgilio Sport

Juventus, Allegri non si nasconde e rivela come superare il momento di crisi

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, è intervenuto in un seminario rivelando la strategia per riuscire a superare i momenti più complicati

01-12-2022 17:26

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Giornalista con una passione sfrenata per gli Sport Usa, di cui è esperto conoscitore. Ma su Virgilio Sport è un osservatore del pallone nostrano e delle sue baruffe quotidiane. Appassionato di musica, ha sviluppato orecchio anche per borbottii degli spogliatoi, mugugni dei tifosi e voci di mercato

L’argomento era completamente diverso e decisamente più serio ma anche in questa occasione Massimiliano Allegri è riuscito a mandare un segnale forte a tutto il mondo Juventus. Il tecnico toscano, infatti, è intervenuto in un incontro in streaming all’interno del seminario “Team Working e comunicazione delle vittorie e delle sconfitte”, organizzato dall’Università Politecnica delle Marche all’interno del corso di perfezionamento “Comunicare il cancro, la medicina e la salute”.

Juventus, Allegri: Bisogna gestire i momenti di negatività

Massimiliano Allegri non fa riferimento diretto a quanto sta avvenendo in casa Juventus con le dimissioni del CdA e con il terremoto che ha messo sotto sopra il club. Il tecnico toscano fa riferimento all’aspetto più sportivo ma il suo sembra essere un messaggio molto chiaro: “Quando ci sono delle difficoltà, nella squadra ci sono diverse idee e il confronto aiuta tantissimo. Soprattutto credo che far capire a chi lavora dentro il team che ci possono essere discussione e che queste sono opportunità di crescita è importante. La difficoltà è la gestione dell’imprevisto ma anche quella si può allenare sempre lavorando come team sull’aspetto psicologico. L’imprevisto deve essere come un’opportunità di crescere e di trovare una soluzione diversa ma sempre vincente”.

Juventus, Allegri fa riferimento al match col Sassuolo nel 2015

In questi anni alla Juventus, nonostante i tanti successi, lo stesso Massimiliano Allegri ha dovuto far fronte a diversi momenti negativi come spiega lui stesso nel corso del suo intervento: “Nel 2015 eravamo 12esimi dopo 10 partita. Ci fu una gara a Sassuolo dove perdemmo dopo aver giocato una buona partita, era il momento negativo e si vedeva più nero di quello che erra. A distanza di un girone abbiamo giocato di nuovo col Sassuolo, ma in quel momento eravamo primi in classifica. Giocammo una partita brutta, vincemmo e tutti dissero che la Juventus aveva fatto una grande partita. Noi dobbiamo sempre essere distaccati. Gestire i momenti di negatività come successo all’inizio di quest’anno è importante”.

Juventus, il ruolo di Allegri nella Juventus che verrà

Nonostante il terremoto che ha colpito la Juventus negli ultimi giorni, la posizione di Massimiliano Allegri sembra esserne uscita rafforzata. L’allenatore, che in un primo momento ha pensato anche alla dimissioni, avrà il compito di isolare la squadra da quanto sta avvenendo in società e in Procura. Allegri potrebbe usare, come detto nel corso del suo intervento, questo momento di crisi per riuscire a dare alla squadra una nuova carica in vista della seconda parte di stagione e usare questo momento di crisi come un’opportunità.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...