Virgilio Sport

Juventus, Allegri si gode Vlahovic ma non crede più nello Scudetto

Con un po' di difficoltà, Max Allegri e la Juventus approdano alle semifinali di Coppa Italia. Per il campionato invece il tecnico bianconero non nutre più molte speranze.

Pubblicato:

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato ai microfoni di Mediaset dopo il successo per 2-1 contro il Sassuolo che vale l’accesso alle semifinali di Coppa Italia, risultato raggiunto per sette volte negli ultimi otto anni. Grande prestazione di Paulo Dybala e Dusan Vlahovic, la nuova coppia gol della Vecchia Signora che sta facendo impazzire i tifosi. Nonostante questo nuovo entusiasmo che si respira in casa bianconera, però, Allegri vola molto basso e non crede possibile una rimonta in ottica Scudetto.

Juventus-Sassuolo: Allegri si gode i nuovi Vlahovic e Zakaria

Ancora una volta schierati entrambi titolari, un’altra vittoria per la Juventus. Dusan Vlahovic e Denis Zakaria danno l’impressione di essere esattamente quello di cui i bianconeri avevano bisogno, e Max Allegri se li coccola:

“Si sono integrati bene, all’interno di una squadra che già stava facendo bene e aveva recuperato un po’ in campionato – ha detto l’allenatore bianconero a SportMediaset – Vlahovic deve migliorare come tutti gli altri, deve essere più pulito del gioco e deve attaccare meglio la profondità ma siamo molto contenti di averlo con noi”.

Juventus-Sassuolo: Allegri contento aver evitato i supplementari. Morata come nuovo Mandzukic

Con un calendario così fitto di partite, con l’Atalanta nel weekend e il Villarreal il 22 febbraio, i supplementari sarebbero potuti essere una vera mazzata per il fisico dei giocatori della Juventus. Grazie al colpo di Vlahovic invece Allegri sbriga la pratica neroverde nei 90 minuti regolamentari e tira un sospiro di sollievo:

“Se ho pensato di andare ai supplementari? Sì perché la partita era praticamente finita e siamo stati anche fortunati a trovare il secondo gol. Abbiamo fatto bene nella ripresa, mentre nel primo tempo, dopo il vantaggio, ci siamo un pochino addormentati fino al pareggio del Sassuolo. Ma già verso la fine del primo tempo siamo tornati a fare bene, ci siamo risvegliati e poi si è visto nel secondo tempo”.

L’arrivo a Torino del bomber serbo poi sta liberando Alvaro Morata dal dover giocare da prima punta, permettendogli di sprigionare tutto il suo potenziale in progressione e in termini di generosità verso i compagni. Già una volta, con Mario Mandzukic, Allegri si era inventato una soluzione di questo tipo, con una punta spostata da ala per sfruttare un tipo di caratteristiche in quel ruolo che altre squadre non hanno:

Morata come Mandzukic? Alvaro ha sempre giocato con una punta di riferimento e lui che girava intorno. Se gioca spalle alla porta non riesce a esprimersi al massimo. Stasera è entrato bene, così come Locatelli e Rabiot. Ma tutta la squadra, a parte quei 25 minuti del primo tempo, ha fatto bene. Il Sassuolo è una squadra che se giochi una partita pulita è al tuo livello, se riesci a ‘sporcare’ la partita e inizi a vincere i contrasti, diventa tutto diverso”.

Juventus-Sassuolo, Allegri non crede più allo Scudetto: “Il nostro campionato è sull’Atalanta”

È stato chiaro in più occasioni Allegri, e lo rimarca anche oggi subito dopo la conquista della semifinale. Troppo ampio il distacco da Inter e Milan per poter sperare in una rincorsa Scudetto, anche con questi nuovi acquisti. La Juventus da dicembre ha cambiato marcia ma al momento sta ancora pagando il bruttissimo inizio di stagione. Servirebbe più di un miracolo per far si che l’Inter non mantenga questo ritmo fino alla fine, anche se le Coppe europee saranno una grandissima discriminante. 

Questo il pensiero in merito di Max Allegri:

“Potenzialmente siamo a 11 punti dall’Inter, e siamo a 7 punti dal Milan e dal Napoli. Noi dobbiamo fare la corsa sull’Atalanta che domenica affronteremo. È una squadra fisica e aggressiva e vorrà rifarsi dell’eliminazione di stasera. Dobbiamo farci trovare pronti. Per noi sarà un passaggio importante perché sarà un testa a testa con l’Atalanta fino alla fine. In questo momento le altre, per punteggio, sono fuori dalla nostra portata. Dobbiamo pensare partita dopo partita”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...