Virgilio Sport

Juventus ancora in rimonta: decide Pjanic. Balotelli ko

La squadra di Sarri supera per 2-1 il Brescia al Rigamonti.

24-09-2019 23:00

Juventus ancora in rimonta: decide Pjanic. Balotelli ko Fonte: 123RF

La Juventus ha superato per 2-1 in rimonta il Brescia nell’anticipo della quinta giornata di serie A giocato allo stadio Rigamonti. Di nuovo una vittoria sofferta per la squadra di Sarri, ancora lontana dall’idea di gioco che ha in mente l’allenatore toscano: decisivi l’autorete di Chancellor e il gol di Pjanic, che ribaltano il vantaggio a freddo di Donnarumma. Mario Balotelli non riesce a incidere nella gara che segna il suo ritorno in Italia dopo tre anni.

Vantaggio fulmineo del Brescia dopo pochi minuti di gara, al 4′ Donnarumma liberato in area da Romulo si trova inspiegabilmente libero di calciare e, complice la mezza papera di Szczesny, porta in vantaggio le Rondinelle.

I bianconeri, privi di Ronaldo, ci mettono alcuni minuti a carburare, poi creano e sprecano diverse occasioni da gol: al 10′ Rabiot su una corta respinta spedisce alto, al 12′ Joronen dice no a Higuain, al 13′ anche Ramsey ha una buona chance ma è impreciso. Al 20′ nuova tegola per Sarri che perde per infortunio Danilo, al suo posto entra Cuadrado.

La Juve prende definitivamente in mano il pallino del gioco (il Brescia si fa vedere dalle parti di Szczesny solo alla mezz’ora su piazzato di Balotelli), ma il pareggio arriva solo nel finale di tempo, ed è rocambolesco: al 40′ sugli sviluppi di un corner di Dybala De Ligt non ci arriva, Chancellor sì e con una deviazione fortuita trafigge il proprio portiere.

Nella ripresa copione chiaro: Brescia tutto a difendere, possesso palla alla Juve che cerca varchi per superare il fortino eretto da Corini. Joronen sempre più protagonista para le conclusioni di Higuain, Rabiot e Dybala, ma al 63′ viene battuto: Dybala su punizione colpisce la barriera, sul pallone piomba Pjanic che con un destro di prima intenzione trova il 2-1.

Lo svantaggio risveglia il Brescia, che ha una buona chance al 66′ con Dessena, la Juve controlla la reazione dei padroni di casa e al 74′ sfiora il tris con Dybala.

Nell’ultimo quarto d’ora la Juve si mostra ancora una volta permeabile dietro, Bisoli e Martella vanno venire i brividi a Szczesny. Sarri opta per un cambio difensivo, Matuidi dentro per Dybala, nel finale i campioni d’Italia abbassano il ritmo e si prendono altri tre punti.

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...