Virgilio Sport

Juventus: la coppia Milik-Vlahovic la più prolifica dell'attacco bianconero

Il polacco e il serbo assieme hanno segnato il 61% dei gol della Juventus. Una dimostrazione dell'affiatamento dei due ma anche della pochezza del reparto offensivo della Juve.

Pubblicato:

La Juventus, come è noto, è alle prese in un momento di crisi che, almeno con la vittoria dello scorso sabato nel Derby della Mole, sembra esserci attutito. La squadra di Massimiliano Allegri, ora, deve invertire la rotta nelle ultime partite prima della sosta per i Mondiali.

Per farlo si affiderà ancora una volta alla coppia Milik-Vlahovic, che al momento quasi da sola sta reggendo le sorti dell’attacco bianconero.

Juventus: Milik e Vlahovic nella formazione anti-Empoli?

Nella serata di venerdì 21 ottobre, la Juventus scenderà in campo nell’anticipo dell’undicesimo turno di Serie A contro l’Empoli. Per Massimiliano Allegri, in attacco le certezze sono Arek Milik e Dusan Vlahovic. Il serbo si è riscattato nel derby vinto contro il Torino, mentre il polacco ha dato prova di essere un giocatore affidabile anche quando la squadra offriva prestazioni insufficienti.

Probabile che Allegri si affidi ancora una volta ai propri due centravanti per continuare sul successo, per niente brillante, nel derby contro il Torino.

Milik grande impatto, Vlahovic forte ma mal servito

Molti tifosi bianconeri hanno storto il naso quando in estate, sfumato Depay, i bianconeri hanno preso Milik, un giocatore sicuramente forte ma che non ha, almeno giornalisticamente, i gradi del top player. Invece, il polacco si è inserito perfettamente nel 4-4-2 di Allegri, riuscendo fin qui ad avere un ottimo impatto in termini non solamente di reti, ma anche di contributi al gioco (non gioco) della squadra bianconera.

In 12 presenze totali, non tutte da titolari, ha segnato comunque quattro gol, di cui tre in Serie A (Spezia, Fiorentina e Bologna) e uno in Champions League (inutile, al Benfica).

Vlahovic invece è l’emblema della sconfitta, fin qui, dell'”Allegrismo“. Lasciato spesso solo a battagliare coi difensori avversari, gli vengono servite palle spesso spalle alla porta invece di sfruttarlo come faceva Italiano, ossia con discese sugli esterni e cross che, al momento, e nonostante Kostic, non arrivano. L’unico che lo aiuta oltre appunto a Milik è Di Maria, ma l’argentino è costantemente infortunato o squalificato.

Nonostante tutte queste difficoltà, il serbo classe 2000, che lo scorso anno ha raggiunto il record di CR7 per numero di reti segnate in un anno solare in Serie A (33, ndr), ha siglato fin qui già sette reti complessive, di cui sei in Serie A e una in Champions League. I fondamentali ci sono, la grinta e la testa pure, manca tutto ciò che dovrebbe stargli intorno, ovvero la squadra.

Milik e Vlahovic segnano più della metà dei gol della Juve, dietro di loro il vuoto assoluto

La discriminante di questa statistica potrebbe essere che mancano due che di gol dovrebbero farne parecchi, ovvero Federico Chiesa e Paul Pogba, eppure i bianconeri sono una squadra piena di campioni che, però, non riesce a trovare la via del gol con continuità.

In Serie A la Juve ha il magro bottino di 13 gol realizzati, il peggior attacco delle prime otto assieme alla Roma. Considerando tutte le competizioni, l’analisi del Corriere dello Sport mette in mostra come dei 18 gol totali messi a referto da Madama, ben 11 sono arrivati dalla coppia Milik-Vlahovic, ovvero il 61% del totale.

Forse non è un caso che il serbo abbia segnato col Torino subito dopo l’ingresso in campo del polacco. Meglio in coppia dunque, ma è tutto l’attacco a doversi dare una svegliata.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...