Virgilio Sport

Juventus-Monza 0-2, le pagelle: Gatti e Kostic da incubo, Allegri senza più idee

Gira a vuoto in tutti i reparti la squadra bianconera, si salvano in pochi dal disastro: brillano Di Gregorio e Dany Mota

29-01-2023 16:56

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua lunga carriera ha vissuto da inviato importanti eventi come i Giochi Olimpici, i Giochi del Mediterraneo e gli Europei di Calcio. Ha collaborato con importanti agenzie di stampa e quotidiani nazionali. Se fosse un calciatore, sarebbe sicuramente l’uomo d’ordine (e il capitano in pectore). Per Virgilio Sport cura specialmente la sezione dedicata al Calcio

La sconfitta dell’andata al Brianteo sembrava il punto più basso della stagione per la Juventus, che ha provato a rialzarsi dopo quella sconfitta, ma quella rimediata oggi in casa contro il Monza apre ufficialmente la crisi profonda di una squadra che non si ritrova più, schiacciata da una penalizzazione di 15 punti e dalla spada di Damocle di ulteriori guai e da un’assenza di identità tecnico-tattica che rende un vero punto interrogativo questo girone di ritorno? Un’utopia la zona-Champions, per quale obiettivo giocherà ora la squadra di Allegri. La partita col Monza tradisce una confusione totale e una mancanza di reazione per tutto il primo tempo, in stridente contrasto con quanto auspicato alla vigilia dal tecnico bianconero. Meglio nella ripresa ma il gol non arriva e il ko pesa tantissimo.

Juventus-Monza, le pagelle della Juventus

  • Szczesny 6 – Come gli tirano in porta segnano, ma non ha particolari responsabilità
  • Gatti 5 -Non trova la posizione e va in difficoltà quando spingono dalla sua parte: imbarazzante sul gol di Dany Mota
  • Bremer 5,5 – Continua ad essere un lontano parente del fenomeno che col Torino incantava tutti nella passata stagione
  • Danilo 5,5 – Riesce a mantenere la calma nei momenti difficili, pur senza tradire un po’ di nervosismo
  • De Sciglio 5,5 – Qualche spunto interessante in fase offensiva, tante amnesie in fase difensiva (dal 65′ Vlahovic 6, non è al top ma si rende pericoloso)
  • Fagioli 5,5 – Si dà da fare ma senza grandi risultati. Dopo 45′ Allegri lo toglie (dal 46′ Locatelli 5,5 Non riesce sempre a dare il ritmo giusto )
  • Paredes 5 – Ancora una prova da oggetto misterioso: si nasconde quando dovrebbe essere lui nel vivo del gioco. Dopo un tempo Allegri lo manda sotto la doccia (dal 46′ Soulè 5,5 non incide)
  • Rabiot 6 – Efficace quando si attacca, lascia qualche voragine in fase di non possesso palla
  • Kostic 5 – Non riesce ad esprimere la sua qualità e spesso si perde l’uomo, esce dopo il primo tempo (dal 46′ Illing jr 5,5: confusionario)
  • Di Maria 5 – Primo tempo di buio totale con passaggi sbagliati e poca verve. Cresce nella ripresa ma sulla sua strada trova un grande Di Gregorio
  • Kean 5,5 – Non gli manca la volontà e sa rendersi pericoloso ma sono troppi gli stop sbagliati che rallentano la manovra. Aggiungiamoci che viene servito poco ed ecco spiegata anche la sostituzione dopo neanche 15′ della ripresa  (dal 57′ Milik 5,5. Si fa anche male in occasione del gol annullato ai bianconeri e lascia in 10 i suoi perché  i cambi erano finiti)

Juventus-Monza, le pagelle del Monza

  • Di Gregorio 7,5 – Sempre reattivo e presente nel primo tempo quando non ha particolari problemi, decisivo nel secondo tempo
  • Izzo 6 – Litigioso e un po’ falloso ma sempre efficace.
  • Pablo Mari 6,5 – Ci mette grinta e cuore.
  • Caldirola 7 – E’ tra i maghi del palleggio nella ripartenza dal basso che mette sotto scacco la Juve (dal 70′ Marlon sv)
  • Ciurria 7– Palladino lo mette largo a destra a tutta fascia per limitare Kostic e lui non si limita a contenere il serbo. All’andata fece l’assist del gol decisivo, stavolta segna lui: stop perfetto e botta sotto la traversa al 17′. Sempre pericoloso (dal 72′ Birindelli sv)
  • Machin 6,5 – Un cioccolatino delizioso per il gol di Ciurria e una prova eccellente dopo (Dal 72′ Ranocchia sv)
  • Rovella 6,5 – Lui ci teneva più di altri e fa la sua bella figura: dà ordine e geometrie ma anche velocità alla  manovra (dal 59′ Sensi sv)
  • Carlos Augusto 7 – Fantastico lo slalom che porta al gol del raddoppio, deliziose tante sue giocate.
  • Caprari 7 – Si muove subito benissimo sin dai primi minuti, poi il gioiello all’8′ con dribbling e gol reso vano però dalla millimetrica posizione di fuorigioco (dal 70′ Petagna sv)
  • Pessina 7 – Restituito al ruolo che occupava nell’Atalanta corre tanto e mai a vuoto. Legge benissimo le posizioni, dà fiducia ai compagni e orienta i ritmi.
  • Dany Mota 7 – Agisce da falso nueve ma quando è in area sa segnare da centravanti vero

Juventus-Monza, le pagelle dell’arbitro

  • Aureliano 5,5 –  Era la prima volta per lui allo Stadium: l’unico precedente con i bianconeri risaliva alla scorsa stagione, quinto turno, quando al Picco di La Spezia terminò 3-2 per la Vecchia Signora. Fino a oggi vantava un totale di 29 gare con questo bilancio: 14 successi per le squadre di casa, 7 segni X, 8 vittorie per i club in trasferta. Non riesce sempre a gestire il nervosismo in campo, discutibile la gestione dei cartellini

Juventus-Monza, i prossimi appuntamenti

La Juventus ora sarà impegnata con la Lazio in coppa Italia giovedì e successivamente martedì 7 febbraio con la Salernitana mentre il Monza se la vedrà in casa con la Sampdoria lunedì 6.

I prossimi impegni della Juventus

 

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...