Virgilio Sport

Juventus, perché la Procura ha riaperto l’inchiesta e cosa succede ora

I nuovi documenti arrivati dalla Procura di Torino hanno convinto la Procura FIGC. Ora la Corte fisserà l'udienza. Coinvolta non solo la società bianconera.

Pubblicato:

Nuovo capitolo nella telenovela legata al mondo delle plusvalenze. La novità riguarda la volontà della Procura della FIGC di riaprire il “caso” chiuso lo scorso mese di maggio, con assoluzione da parte di tutte le parti coinvolte.

La Procura della FIGC vuole la revoca della sentenza

L’obiettivo della Procura della FIGC è chiaro: revoca della sentenza con cui a maggio la Corte d’appello della Figc ha assolto la Juventus (e tutti gli altri club coinvolti) nel processo sulle plusvalenze.

Dopo aver analizzato i documenti forniti dalla Procura di Torino, Giuseppe Chiné ha individuato nuovi elementi sufficienti per richiedere di riaprire il caso. La palla ora passerà alla Corte che, entro 30 giorni, convocherà l’udienza in cui la Procura chiederà nuove sanzioni contro la Juventus e altri nove club (il Napoli non rientra nelle società accusate). Da ricordare che, secondo la Procura di Torino, la Juventus avrebbe sovrastimato diverse plusvalenze tra la stagione 2018/19 e 2020/21.

La posizione della Juventus: “Dimostrare correttezza operato”

Attualmente sotto assedio, la società bianconera ha risposto con una nota in cui ha spiegato come sia pronta a “ulteriormente dimostrare la correttezza del proprio operato, l’assenza di elementi nuovi sopravvenuti rilevanti per il giudizio rispetto alla decisione della Corte Federale di Appello”.

La volontà della società bianconera è quella di difendere il proprio operato con ogni mezzo. Dall’altra parte la Procura della FIGC, con i nuovi atti tra le mani, è certa di poter dimostrare come le plusvalenze sotto inchiesta fossero “permute a tutti gli effetti” con conseguenze gravi sul bilancio bianconero.

Caso plusvalenze, quali sono i prossimi appuntamenti

A questo punto si attende l’udienza della Corte e le nuove richieste della Procura della FIGC, a cui seguiranno le difese da parte della Juventus e degli altri club coinvolti (Samp, Genoa, Pro Vercelli, Parma, Pisa, Empoli, Novara e Pescara).

Il caso sembrava chiuso a maggio ma, a questo punto, tutto sembra nuovamente in discussione. Il momento no della Juventus (e non solo) continua). I rischi sono tanti e tutti da valutare con attenzione.

Juventus, perché la Procura ha riaperto l’inchiesta e cosa succede ora Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...