,,
Virgilio Sport SPORT

La rivincita di Moggi su Calciopoli

Su Libero l'ex dg della Juventus si toglie i sassolini dalle scarpe

Il nervo è scoperto da tempo, da tredici anni per la precisione. E non riguarda solo Luciano Moggi, che non perde occasione per tornare sulla vicenda ogni volta che può ma tutto il calcio italiano. Calciopoli è stato e continua ad essere un buco nero in cui ognuno vede o vuol vedere ciò che vuole. Le sentenze ci sono state, alcune anche ammorbidite e di parecchio rispetto alle richieste iniziali, ma la ferita resta. Specie per chi, come Moggi, è stato tra quelli che ha pagato di più. E l’ex dg della Juventus trae spinto dalle vicende di cronaca e di attualità per prendersi una rivincita.

IL CASO – Nel mirino di Big Luciano entra dunque Luca Palamara, ex consigliere del Consiglio superiore della magistratura che è indagato a Perugia per corruzione e che è al centro di un’inchiesta che ha nel mirino alcuni magistrati (ma anche politici). Tra le inchieste che portano alla ribalta il nome di Palamara c’è infatti proprio la cosiddetta «calciopoli»: in particolare il filone legato al ruolo della Gea, la società di cui erano titolari l’ex dg della Juve Luciano Moggi e suo figlio Alessandro. La Gea era accusata di aver assunto un ruolo predominante nel mondo del calcio così che Moggi padre e figlio riuscivano a piazzare loro calciatori nelle maggiori società di serie A. Al processo Palamara chiede per «big Luciano» una condanna a sei anni ma il tribunale la riduce a un anno e sei mesi.

LA RIVINCITA – Su Libero Moggi coglie la palla al balzo e scrive: “Era tra coloro che ci avevano dato per collusi con il sistema arbitrale: ricordate amici lettori la famosa “combriccola romana”, si trattava di arbitri di Roma che furono tutti assolti. Era tra coloro che avevano indicato lo strapotere di chi vi scrive condizionante il campionato, mentre non ci fu mai traccia di offerte di danaro, viaggi spesati, né cene luculliane di fine anno per chicchessia. Come invece ci è dato di leggere adesso a carico del dottor Palamara, indagato per corruzione: amici, si invertono le cose, da Giudice a giudicato il passo è stato breve, il tempo è veramente galantuomo”.

SPORTEVAI | 04-06-2019 09:30

La rivincita di Moggi su Calciopoli Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...