Virgilio Sport

Nazionale italiana, la top 10 dei ct con più panchine: Mancini sul podio

Tanti sono i commissari tecnici che dal 15 maggio 1910 hanno guidato l'Italia, ma chi di loro ha raccolto più panchine con la Nazionale? Da Pozzo a Mancini: ecco la top 10

Pubblicato:

Matteo Morace

Matteo Morace

Live Sport Specialist

La multimedialità quale approccio personale e professionale. Ama raccontare lo sport focalizzando ogni attenzione sul tempo reale: la verità della dirette non sono opinioni ma fatti

Con le dimissioni comunicate alla FIGC lo scorso 13 agosto, si è conclusa l’esperienza di Roberto Mancini alla guida della Nazionale Italiana. Nel corso dei cinque anni da commissario tecnico, contraddisti da alti e bassi, il Mancio ha messo insieme 61 panchine. Un numero considerevole, che gli permette di posizionarsi sul podio della speciale classifica degli allenatori con più partite da ct dell’Italia.

La classifica dal 10° al 6° posto

Al decimo posto in classifica troviamo Edmondo Fabbri, che guidò la Nazionale dall’’11 novembre 1962 al 19 luglio 1966 collezionando 29 panchine, senza però ottenere grandi soddisfazioni. L’unico torneo a cui prese parte fu il Mondiale del 1966 in Inghilterra, dove gli Azzurri vennero eliminati ai gironi. In nona posizione troviamo invece Giovanni Trapattoni con 44 panchine messe insieme tra il 6 luglio 2000 e il 15 luglio 2004. Anche l’esperienza del Trap fu tutt’altro che memorabile, con l’uscita sospetta ai Mondiali del 2002 e il biscotto subito all’Europeo 2004.

All’ottavo posto troviamo invece Arrigo Sacchi, che ha messo assieme 53 panchine tra il 13 novembre 1991 e il 1° dicembre 1996, raggiungendo la finale dei Mondiali USA 1994, poi persa ai rigori contro il Brasile. Davanti a lui troviamo due ct a pari merito al sesto posto con 54 panchine. Il primo è Azeglio Vicini, che ha guidato la Nazionale dall’8 ottobre 1986 al 12 ottobre 1991, ottenendo un terzo posto ai Mondiali di Italia 1990, che furono visti più come una grande delusione che un buon risultato. L’altro è invece Ferruccio Valcareggi, ct dal 25 giugno 1967 al 23 giugno 1974, che ha conquistato il primo Europeo della nostra storia nel 1968.

Tre Mondiali e un Europeo sul podio

Ai piedi del podio troviamo altri due allenatori a pari merito, questa volta con 56 panchine. Il primo è Cesare Prandelli, che alla guida dell’Italia dal 10 agosto 2010 al 24 giugno 2014 ha raggiunto la finale dell’Europeo 2012. Il secondo è invece Marcello Lippi, che fu il cittì della Nazionale in due diverse occasioni: durante la prima, dal 16 luglio 2004 al 12 luglio 2006, conquistò l’incredibile Mondiale di Germania 2006; nella seconda, dal 20 agosto 2008 al 24 giugno 2010, venne invece eliminato ai gironi dei Mondiali 2010 in Sudafrica.

Sul gradino più basso del podio con 61 panchine troviamo proprio Roberto Mancini, l’ultimo in ordine cronologico. Ct dal 28 maggio 2018 al 13 agosto 2023, ha prima conquistato l’Europeo 2020 e poi fallito la qualificazione ai Mondiali 2022, lasciando la Nazionale al termine di un’esperienza a due facce. Al secondo posto si posiziona invece l’indimenticabile Enzo Bearzot con 88 panchine. L’allenatore vincitore dei Mondiali di Spagna 1982, ha guidato l’Italia dall’8 ottobre 1977 al 17 giugno 1986.

In prima posizione troviamo invece colui che tuttora rimane l’unico allenatore ad aver vinto due edizioni dei Mondiali, per di più consecutivamente: Vittorio Pozzo. Dopo due brevi esperienze da ct della Nazionale (la prima dal 29 giugno 1912 al 3 luglio 1912 e la seconda dal 9 marzo 1924 al 2 giugno 1924), l’allenatore piemontese rimase alla guida dell’Italia dal 1° dicembre 1929 al 5 agosto 1948, collezionando ben 95 panchine in totale, due Mondiali (1934 e 1938) e la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Berlino 1936.

Nazionale italiana, la top 10 dei ct con più panchine: Mancini sul podio Fonte: ANSA

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...