Virgilio Sport

L'annuncio di Gian Piero Ventura: "La mia carriera è finita"

L'ex ct della Nazionale ha annunciato l'addio alla panchina: "Ho deciso di smetterla con il campo dopo tanti anni: le ultime vicende mi hanno fatto capire che ho dato tutto".

Pubblicato:

L'annuncio di Gian Piero Ventura: "La mia carriera è finita" Fonte: Getty Images

Intervenuto ai microfoni di ‘Radiosei’, l’ex commissario tecnico della Nazionale Gian Piero Ventura ha annunciato la fine della propria carriera.

Quella alla guida della Salernitana in Serie B nella stagione 2019-2020 dovrebbe quindi essere stata l’ultima esperienza da allenatore del tecnico genovese:

“Dopo trentasette anni ininterrotti di calcio ho deciso di fermarmi – l’annuncio – Ho diritto di godermi un po’ la vita, mi sono preso una pausa lunghissima che durerà da qui a, mi auguro, molti anni. Ho deciso di smetterla con il campo, ho fatto tanti anni. Poi le ultime vicende mi hanno fatto capire che ho dato tutto. Al di là dell’ultima parentesi sono contento di quello che ho fatto”.

Ventura ha poi rivendicato i propri meriti nel percorso che ha visto la Salernitana approdare in A al termine della scorsa stagione, prima di svelare un retroscena sul proprio mancato approdo alla Lazio:

“Sono andati a Salerno perché mi sentivo in dovere di ricambiare un favore a Lotito. Non facevo la Serie B da una decina di anni. Lì gettammo le basi per i successi futuri del club. C’erano la possibilità di rinnovare ma dissi che quello che dovevo fare l’avevo fatto. L’anno dopo sono riusciti a salire ed è merito di chi ha lavorato, ma credo che un po’ di basi le abbiamo gettate noi”. 

“La Lazio se la giocherà con l’Atalanta per un posto in Champions League. All’inizio con Sarri non avevo grandi certezze. Dopo Inzaghi era un cambio epocale, ma è stato bravo il tecnico e i giocatori a rendersi disponibili. Sono stato molto vicino ad allenare la Lazio, più o meno prima che venisse promosso Inzaghi. Ma la Nazionale era più stimolante. Il bivio era tra i biancocelesti e gli Azzurri”.

Infine, sull’ex allievo al Torino Ciro Immobile: “Prendemmo Immobile dal Genoa dopo che in campionato fece cinque gol. Capimmo presto che era meglio farlo giocare in profondità. Fu capocannoniere, l’ultimo del Torino a a riuscirci fu Pulici. Poi scelse il Borussia Dortmund e poi il Siviglia, ma non andò bene. Poi ci ha riprovato con il Torino e i fine è arrivata la Lazio. Hanno fatto le fortune l’uno dell’altro”.

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...