Virgilio Sport

F1, GP Las Vegas, la pista divide i piloti: Verstappen la boccia, Sainz si sfoga ma a Leclerc piace

Concluse le sessioni di prove libere del venerdì la F1 si divide sulla pista di Las Vegas. Verstappen conferma il disappunto, ma Hamilton e Leclerc hanno invece apprezzato. Sainz ringrazia i meccanici dopo l'incidente del tombino

Pubblicato:

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

Con le prove libere che si sono disputate a momenti quasi alle luci dell’alba ora locale, i piloti hanno potuto provare in prima persona la pista del GP di Las Vegas, penultimo appuntamento della stagione 2023 di F1. E le opinioni riguardo questo circuito che debutta per volere dell’organizzatore Liberty Media nel Mondiale sono state abbastanza discordi.

La beffa di Carlos Sainz nelle FP1, mazziato anche dalla penalità

Anzitutto, le FP1 sono partite con il piede sbagliato. Nel senso che sono durate giusto una decina di minuti a causa dell’incidente occorso allo sventurato Carlos Sainz generato da un tombino galeotto che ha praticamente sfasciato la sua Ferrari.

L’impatto con il circuito cittadino è stato così disastroso, sia per la SF-23, che in parte per l’Alpine di Esteban Ocon (che ha avuto lo stesso problema: il pilota passando ha infatti sollevato la griglia, che poi è stata fatale per la rossa dello spagnolo), ed anche per Liberty Media che ci ha messo la faccia visto che per la prima volta non solo promuove un evento ma lo organizza pure. E la figuraccia è stata coronata anche dal fatto che, applicando in maniera zelante il regolamento, i commissari di gara hanno comunque imposto una penalità alla Ferrari di Sainz costretto ai necessari accorgimenti per sostituire la batteria danneggiata dallo scontro, ad oltre 300 km/h con il tombino.

Nessuna deroga quindi nonostante l’eccezionalità dell’incidente. Sainz arretrerà di dieci posizioni in griglia di partenza, con epico smacco e disappunto da parte dello spagnolo e del team principal Frédéric Vasseur, che ha parlato di episodio inaccettabile in merito all’imprevisto.

Verstappen mette il like a un post di Marciello: “Lasciate perdere la F1, guardate il GP di Macao”

La Ferrari si è consolata comunque con l’ottimo risultato delle FP2, con Charles Leclerc primo seguito proprio da Sainz. A quasi un secondo dal monegasco si è posizionato Max Verstappen, sesto con la sua Red Bull e non certo un entusiasta dei circuiti cittadini, figurarsi quello di Las Vegas inserito in un contesto di fine settimana all’insegna del tanto, troppo per il campione del mondo, show.

Non a caso è balzato all’occhio di molti il suo like ad un post di Raffaele Marciello, impegnato nella FIA GT World Cup e autore della pole nell’atteso e concomitante con Las Vegas GP di Macao, che invitava gli appassionati a lasciar perdere la F1 per godersi il fine settimana della GT.

“Ho corso su piste migliori”

Dopo aver espresso scetticismo sulla pista prima ancora di provarla e aver praticamente bollato come “una pagliacciata” la spettacolare cerimonia di apertura, concluse le seconde libere l’olandese ai media ha così sentenziato:

Ho guidato su piste migliori, non resta che guardare avanti. Dobbiamo conviverci, non è stata una sorpresa e non mi aspettavo qualcosa di diverso come già dissi mercoledì”.

Tocca stringere i denti insomma. Una opinione diametralmente opposta a quella di Lewis Hamilton, che ha invece trovato il circuito “divertente e veloce”, grazie anche ai lunghi rettilinei, nonostante la questione del degrado e il jet lag che impatta sulla lucidità dei piloti.

Tornando a Verstappen, il pilota Red Bull ha poi ha analizzato riguardo la gestione delle gomme su un circuito dove si corre con un clima abbastanza rigido:

“Sul giro singolo la soft va bene, ma sul long run ci sono stati problemi di gestione, dando una serie di problemi sulla distanza. C’è da capire come possiamo migliorare, visto che sul giro lungo non andava bene neanche la gomma media.

Non siamo comunque messi male rispetto agli altri, ci sono margini di miglioramento anche se non sarà facile scegliere le mescole per la gara. Sulla pista si scivola parecchio e ci vuole tempo prima che si potesse gommare. Le cose sono migliorate via via, e siamo riusciti a concludere il nostro programma”.

Sainz ringrazia i meccanici che hanno ripristinato la sua Ferrari

Sainz invece ha voltato degnamente pagina nelle FP2 grazie al lavoro dei meccanici, dallo spagnolo così elogiati come riporta F1.com:

Purtroppo il telaio, il propulsore, la batteria e persino il mio sedile sono stati danneggiati dopo l’incidente, il che ha comportato un enorme sforzo da parte di tutti i meccanici e del team per mettere insieme una vettura completamente nuova per le FP2.

Grazie a loro sono riuscito a completare la sessione. Uno sforzo eroico da parte della squadra e dei meccanici, tramite il quale ho potuto prendere parte alla sessione. Siamo riusciti a farcela, a recuperare tempo e concentrarci così sulle prossime sessioni”.

Ma Sainz si sfoga contro la penalità: “La F1 deve migliorare sotto questo aspetto”

Il pilota ha poi aggiunto di stare bene, a parte un colpo accusato al collo e alla schiena. Ma Sainz ha voluto togliersi il proverbiale sassolino dalla scarpa scagliandosi contro la decisione della sua penalità:

Potete immaginare la mia delusione ed incredulità, motivo per cui non sono particolarmente contento. Sono deluso, non ho neanche voglia di parlare del futuro, perché quello che è successo oggi dimostra come la F1 abbia ancora da migliorare.

Si trova sempre un modo di peggiorare la situazione per un pilota, e in questo caso è toccato a me pagarne il prezzo”.

Leclerc: “Mi piace la pista, è divertente da guidare. Red Bull forte sul passo gara”

Chiudiamo infine con l’analisi di Leclerc, che sempre come riporta F1.com ha confermato l’impressione avuto dal simulatore riguardo il circuito del Nevada:

Per ora sembra andare tutto bene. Mi piace la pista, è divertente da guidare. Mi sono sempre piaciuti i tracciati stradali, ma questo è proprio bello.

Siamo abbastanza forti per ora. È difficile capire esattamente a che punto siamo con il passo gara, ma con quello di qualifica sembriamo forti. Dobbiamo ancora lavorare e provare a fare un progresso per domani, ma è un buon inizio”.

Insidiare Red Bull? Non lo so. Penso che in qualifica come sempre saremo lì, ma sul passo gara credo che loro siano ancora molto forti. Max ha fatto un’ottima simulazione di gara, quindi, come sempre, sicuramente saranno forti [il giorno della gara] , ma domani nelle qualifiche saremo vicini”.

F1, GP Las Vegas: gli orari italiani e la programmazione tv

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...