,,
Virgilio Sport

Lazio, rigore e gestaccio di Maurizio Sarri: è bufera sul web

Processo all’allenatore dei biancocelesti per due episodi della gara con il Verona: il gestaccio alla panchina gialloblù e il penalty non concesso per un fallo su Kallon

12-09-2022 10:14

Insieme a Massimiliano Allegri, messo “sotto processo” dai tifosi della Juventus per la prestazione contro la Salernitana, c’è un altro allenatore molto discusso in queste ore sui social network. È Maurizio Sarri, protagonista di un brutto gesto durante la partita vinta dalla Lazio con il Verona. 

Il gestaccio di Sarri

Dopo un contrasto tra Ilic e Luis Alberto, infatti, l’allenatore biancoceleste ha rivolto il dito medio alla panchina dell’Hellas. Dopo l’incontro, lo stesso Sarri ha spiegato di essersi rivolto nell’occasione al d.s. gialloblù Marroccu. 

“Il direttore – ha minimizzato Sarri – lo conosco da tanti anni. Ho avuto l’impressione che mi avesse detto di mettermi seduto, allora ho risposto. Poi abbiamo chiarito e abbiamo riso sopra l’episodio. Lui mi aveva detto di stare calmo, non di mettermi seduto”. 

Sarri e il rigore non concesso al Verona

Molti tifosi di altre squadre, inoltre, hanno rinfacciato a Sarri il rigore non concesso al Verona per un fallo netto di Cancellieri su Kallon: il tecnico biancoceleste si era lamentato a lungo nelle partite precedenti per episodi a suo parere sfavorevoli alla Lazio, stavolta invece ha taciuto. 

Sarri condannato dal web

“Il rigore per il Verona ci può stare come no – il commento di Matteo, che stabilisce una gerarchia tra i due episodi – Ma quello che fa arrabbiare davvero è il dito medio di Sarri alla panchina veronese. È inaccettabile. Indegno”. “La Lazio è aiutata quest’anno, vedi anche il rigore su Quagliarella solare contro la Samp non dato. E il piagnone Sarri parla pure”, aggiunge Mauco. 

“Questo episodio mette in ridicolo (ancora di più) le parole di Sarri dopo la partita col Napoli ed il comunicato della Lazio”, scrive Teo. “Niente comunicati oggi?”, domanda polemicamente Marco ricordando anch’egli la protesta ufficiale della società biancoceleste contro gli arbitri. “Una settimana di pianti da parte di Sarri, per il rigore non concesso a Lazzari, sono valse a qualcosa. Scandaloso quello non concesso a Kallon, oggi. Da rivoluzionario a democristiano il passaggio è stato rapido”, punge Aurelio. 

“Un rigore per il Verona non fischiato, un dito medio alzato da Sarri in nome della loro nobiltà… Che orrore“, attacca Yuma. “Scandaloso che nessuno abbia detto nulla!!! Era rigore al 300% senza se e senza ma. Sarri ora dove sta?? Non si lamenta più… e si permette anche di fare il dito medio agli avversari…”, la condanna di Enrico. 

Lazio, rigore e gestaccio di Maurizio Sarri: è bufera sul web

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...