,,
Virgilio Sport SPORT

Lo svedese Durmaz vittima di razzismo dopo l'errore

Pioggia di ingiurie e minacce dopo il match sui social.

Pioggia di insulti anche razzisti nei confronti di Jimmy Durmaz dopo Germania-Svezia. Il barbuto centrocampista svedese di origini aramaiche, entrato nella ripresa, ha provocato ingenuamente la punizione dal limite che ha permesso a Kroos di segnare la rete della vittoria per i tedeschi.

Al termine del match, sui social Durmaz è stato pesantemente attaccato dai sostenitori svedesi e da chi tifava contro la Germania: in pochi minuti, migliaia di insulti e minacce hanno invaso il suo profilo Instagram.

Durmaz, nato in Svezia da genitori emigrati dalla Turchia, ha preferito minimizzare: “Non sono preoccupato, sono invece orgoglioso di rappresentare il mio paese”. Jonh Guidetti ha difeso il compagno: “Ha corso e lottato, quanto successo è solo sfortuna. Ed e’ sciocco insultarlo per questo”. Anche il ct Svensson si è affiancato: “Partite come queste sono decise dai minimi dettagli, voleva recuperare il pallone e non ce l’ha fatta”.

Anche la semi rissa avvenuta al termine del match dopo l’esultanza tedesca davanti alla panchina svedese ha fatto discutere. La federazione tedesca si è scusata con un tweet: “Ursakta!”, ovvero “scusa” in svedese. “E’ stata una partita piena di emozioni. Alla fine, alcune delle reazioni o delle azioni del nostro staff verso la panchina svedese e’ stata troppo emotiva. Questo non e’ il nostro modo di fare”.

Molto duro Forsberg su quanto successo: “I tedeschi ci hanno mancato di rispetto. È un comportamento disgustoso quando salti apposta davanti agli avversari e festeggi in quel modo”. La Federazione: “Alcuni calciatori tedeschi hanno celebrato la vittoria correndo contro di noi e facendo dei gesti irrispettosi. Questo ci ha fatto terribilmente arrabbiare. Molti calciatori sulla nostra panchina hanno reagito. Andersson ha riferito che non c’entra il ct Joachim Löw”.

Tony Kroos intanto gongola per la rete che ha rimesso in carreggiata i teutonici: “A molte persone sarebbe piaciuto se oggi fossimo usciti, ma non e’ cosi’ facile… Il primo tempo non e’ stato positivo, ma poi devi avere gli attributi per giocare la ripresa in quel modo. Ora dobbiamo riposarci, battere la Corea del Sud e giocare in modo convincente”.

 

SPORTAL.IT | 24-06-2018 13:10

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...