,,
Virgilio Sport SPORT

Madame, scuote il monologo a Le Iene: l'ansia, il legame con Ronaldo

La cantante veneta Madame ha riempito uno spazio con un testo molto emozionante e vibrante sull'ansia e il suo percorso

03-11-2021 12:41

In una parentesi iperbolica, Madame è diventata la Madame. In un anno cambia tanto, cambia molto soprattutto se di anni ne hai appena 19. E sei già conduttrice de Le Iene e tieni il palco come lei, con consapevolezza e maestria. Madame ha deciso di raccontare, in un monologo inedito che è diventata una cifra a Le Iene come per Paola Egonu, la sua storia di ansioliti e baratro. E una rinascita.

Il monologo di Madame a Le Iene

“Questa sera voglio parlarvi di una cosa che, fino a qualche mese fa, non avevo. L’autostima”, ha esordito la giovane cantautrice veneta. “L’assenza di autostima è una brutta bestia. Se non ce l’hai, senti di non valere nulla. L’anno scorso sono stata ospite a X Factor due volte. Prima di salire sul palco ero sola dentro il camerino. Piangevo disperata: ‘Cosa ci faccio qua?’. ‘Non me lo merito’. Non mi riconoscevo. Non mi amavo”. “La verità è che sono stata di me**a per anni – ha raccontato – Pure a Sanremo, e con il disco d’esordio in uscita. Stavo male. Sempre. Prendevo ansiolitici come fossero acqua. Lo stomaco chiuso. Non mangiavo. Non dormivo. Era un circolo vizioso. Dicevo: Ma ca**o!. Perché devo stare sempre così?”.

I toni sono poi diventati più seri e lo sconforto più profondo:

“All’improvviso nella mia vita tutto era vuoto. Senza un senso. Mia madre. La mia casa. Il mio cane. La musica. Chiedevo alla gente: ‘Potete dirmi che senso date alla vostra vita?’. Da sola non riuscivo più a capirlo. È stato orribile. Un dolore atroce. In quel momento ho scritto una delle mie frasi più belle: ‘Non ho paura di morire, ma ho paura di voler morire’”. Da qui, ha detto “basta”. Lavorando ogni giorno, guardando in faccia l’ansia, è riuscita a trovare il modo per eliminarla: “Mi sono detta: ‘Prima o poi soffrirai, ma non devi avere paura. Perché se soffrirai, ti curerai. E se non lo farai, morirai. E sai cosa c’è? Che tutti, prima o poi, muoiono’. Non possiamo rovinarci la vita perché abbiamo paura di soffrire. O di morire. È una grandissima ca**ata. Per me capirlo è stata una liberazione”.

Un passaggio durissimo, spietato è quello che porta a questo epilogo, il suo dramma: “Se mi aveste conosciuto un anno fa, avreste detto: min***a, questa è grave. Adesso mi sono messa a posto. Ho trovato un senso nell’amore. E ho stima di me perché so comprendermi, accettarmi e amarmi. Insomma, sto bene”. “E – ha concluso Madame – anche se non ho trovato la cura per lo star male, ho curato la paura di star male”.

Madame e il successo grazie a Cristiano Ronaldo

Madame, 19 anni appena ma già splendida intuizione e certezza della Sugar, vanta un legame speciale con la musica, la sua voce e anche Cristiano Ronaldo.

Cristiano Ronaldo è stato il suo primo estimatore di pregio, contribuendo attivamente al suo successo: ha postato i suoi brani e Sciccherie sui social e tiene per la giovane musicista da sempre. Il suo brano ha catturato il pubblico e sorpreso la critica sanremese, per la maturità. Un prevedibile successo radiofonico, il suo. E non solo considerando il debutto televisivo.

VIRGILIO SPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...