,,
Virgilio Sport SPORT

Paola Egonu, chi è la pallavolista: carriera, vita privata, Le Iene

Nata da genitori nigeriani, cresciuta a Cittadella insegue il sogno di una carriera nel volley da bambina: oggi è una campionessa nota che debutta in tv

26-10-2021 22:16

Senza alcuna incertezza, Paola Egonu è indicata come la migliore pallavolista in attività e, non a caso, il presidente del Coni Giovanni Malagò ha esplicitato il concetto proponendo la campionessa come portabandiera italiana a Tokyo 2020 nella cerimonia d’apertura quando è stata la volta di indicare l’atleta che avrebbe dovuto tenere la bandiera olimpica.

La principessa Paola Egonu

Le compagne di squadra, confidenzialmente, la chiamano la principessa perché quella sua innata eleganza conferita da una altezza fuori dall’ordinario e dalle movenze sempre delicate pur decise nei colpi in campo le hanno donato grazia, qualità che ormai raramente si nota quando si osserva l’evolversi di uno sport come la pallavolo fatto di potenza e precisione. Invece, Paola Egonu che si diletta anche in altro e presenta Le Iene, per scelta e per diletto, sa essere tutto ciò: leggerezza, impegno e anche concentrazione.

La famiglia: origini nigeriane e un cuore italiano

Paola Egonu è nata a Cittadella il 18 dicembre 1998 da Ambrose e Eunice, nigeriani emigrati in Italia negli anni Novanta quando hanno cercato di offrire alla loro famiglia una migliore possibilità di vita: il papà era un camionista a Lagos e la mamma un’infermiera. Paola non è mai sola: ha due fratelli, Angela e Andrea, entrambi nati in Italia e con un nome italiano a rinsaldare il legame con il Paese che l’ha accolti.

La carriera della principessa

Qui il talento di Paola emerge prepotentemente quando è molto giovane, complice una fisicità che aiuta nel volley: ad appena 13 anni si trasferisce a Milano per giocare nel Club Italia e incomincia ad ambientarsi, anche se non è affatto semplice per lei. I suoi numeri: Paola è alta 193 cm e calza scarpe numero 46 e pesa 79 kg; molto potente può arrivare a sollevare fino a 105 chilogrammi.

A livello sportivo, ha vinto quasi tutto il possibile per una pallavolista. Ha giocato nel Club Italia dal 2013 al 2017, poi nell’AGIL Novara fino al 2019 e per poi passare a Conegliano. A livello di club ha vinto il campionato quest’anno con l’Imoco, quattro volte la Coppa Italia e altrettante la Supercoppa Italia, in entrambi i casi due con Novara e due con Conegliano, con le Pantere ha conquistato due volte la Champions League e un Mondiale per Club. Vincente anche con la nazionale maggiore ha conquistato gli Europei quest’anno e il Montreaux Volley Masters nel 2018, mentre con le giovanili è stata campionessa del mondo Under 18 e, nello stesso anno, ha vinto il bronzo ai Mondiali Under 20.

La decisione della famiglia di lasciare l’Italia

I genitori di Paola Egonu e i suoi fratelli, quando intraprende questo percorso giovanissima, prendono una decisione molto dura e che incide nella sua esistenza: insieme ai due fratelli della campionessa si trasferiscono a Manchester per tentare una nuova via e consentire ai fratelli della campionessa di accedere a migliori opportunità di realizzazione. Rimasta sola in Italia, Paola ha accusato la solitudine e ha ammesso di sentirsi sola anche se ha compreso le motivazioni dei suoi genitori.

Paola Egonu e il sogno di prendere i voti

Spesso si è indagato sul rapporto che la Egonu ha con la fede, per sua stessa ammissione molto sentito: in passato e in diverse interviste ha rivelato di aver coltivato il desiderio di prendere i voti:

“Volevo farmi suora perché mia zia è suora, vive a Roma, e io da piccola almeno due volte all’anno andavo a trovarla in convitto e mi piaceva l’idea di essere fedele a qualcosa e mi ispirava tanto. Poi però ho cambiato idea, mi piace sentirmi libera di fare quello che voglio , esprimermi, visitare posti nuovi, conoscere persone nuove e credo che questo mi abbia impedito di intraprendere quella strada”, ha detto a Silvia Toffanin in un’intervista a Verissimo.

La libertà di scegliere secondo Paola Egonu

Una posizione che Paola rivendica con determinazione: senza alcun clamore, ma con matura consapevolezza la Egonu ha deciso di fare coming out e di rendere pubblica la sua relazione con la collega Katarzyna Skorupa, nel 2018, senza aggiungere altro. Anzi, a seguito di questa esternazione tornando sul tema ha espresso e esprime la volontà di non essere catalogata né etichettata per il proprio orientamento sessuale, o anche il suo diritto a scegliere.

Un messaggio sociale e civile che ha desiderato articolare meglio, durante il suo esordio alla conduzione a Le Iene:

“Sono un’atleta e su di me ci sono un sacco di aspettative. In alcuni momenti la pressione può schiacciarti, perché tutti si aspettano tanto da te. Ovviamente questo fa parte del gioco e lavoro tutti i giorni per trasformare la pressione in coraggio, la difesa in attacco. Questo mi piace. Quello che invece non mi piace sono le etichette che la gente mi appiccica addosso. Ci preferisce giudicarmi per chi amo, per il colore della mia pelle, per il mio passaporto. Io questa cosa non la sopporto. E se davvero volete mettermi addosso un etichetta ce n’è solo una che posso indossare: libera”, le sue parole potenti ma di estrema aderenza alla realtà e a questa società.

La tv con Le Iene e il cinema con Soul per Paola Egonu

Personaggio emblematico per la sua generazione, ha saputo abbinare all’impegno sportivo quello universitario e con esso anche una certa attitudine alla vita pubblica. Social a parte, la campionessa si è svelata doppiatrice del personaggio Sognaluna nel film Disney Soul, anche se per il cinema non si sente matura. Al contrario della televisione che, come per altre colleghe altrettanto celebri, ha un fascino irresistibile. A Le Iene debutta in questa veste che le imporrà di misurarsi, in qualità di conduttrice, con la cifra di un programma che si muove con agilità tra inchieste e ironia.

FAQ

In che ruolo gioca Paola Egonu

Paola Egonu gioca da opposto ed è considerata la migliore al mondo in questo ruolo

Quali sono le origini di Paola Egonu?

Paola Egonu è nata a Cittadella il 18 dicembre 1998 da papà Ambrose e mamma Eunice, entrambi nigeriani

Quanti fratelli ha Paola Egonu?

Paola Egonu ha due fratelli, Andrea e Angela. Con loro due i suoi genitori si sono trasferiti a Manchester, in cerca di migliori occasioni di lavoro e di vita

Con chi è fidanzata Paola Egonu?

L'unica relazione nota della campionessa è con la collega Katarzyna Skorupa, legame che si sarebbe interrotto nell'estate del 2021

VIRGILIO SPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...